I macarons: storia, curiosità e ricetta dei dolci dell’Aquitania

Alla domanda di quale sia il dolce da assaggiare in Francia assolutamente io non ho dubbi: i macarons! Che, tra l’altro, non sono solo una delizia per il palato ma anche un pezzo di storia franco-italiana nonché una meraviglia per gli occhi, in puro “french style“.

Li avete mai provati?

Se la risposta è “no” dovete assolutamente segnarveli per il vostro prossimo viaggio! Tra l’altro sono super instagrammabili e belli a vedersi in tutte le loro tonalità, sempre delicate come il loro sapore: rosa, lilla, arancio, giallo pallido, verde acquamarina…

I colori i questi dolcetti sono infatti tutti diversi e vedere queste fragili dolcezze nelle vetrine dei negozi dell’Aquitania è un piacere!

Ma quindi, cosa sono i macarons e qual è la loro storia?

LIBRI E STORIE SUI MACARON: sono moltissimi i libri di ricette che insegnano a preparare i macarons di Bordeaux quindi se adorate questi dolcetti avete da sbizzarrirvi, sia per trovare ispirazioni per la farcitura che per i gusti (anche salati!). Ma se amate in egual misura la pasticceria francese e la lettura vi consiglio il libro di Margerita Fray “Pâtisserie Française. Macarons in cerca d’amore“. Bello e goloso allo stesso tempo! 😉 Lo trovate seguendo il link.

Cosa sono i macarons francesi (e perché sono così buoni!)

I macarons – così si chiamano queste deliziose specialità francesi – sono piccoli dolci alle mandorle a base di meringhe. Impossibile resistere e vi assicuro che finirete per mangiarne in quantità – e scattare fotografie – nonostante le calorie e i costi un po’ folli di questi biscottini che finiscono in meno di un boccone.

Sì, avete letto bene: un boccone! Perché i macarons sono composti da due piccole cupole lisce e piatte composte da farina di mandorle e tuorlo d’uovo, con una farcitura di crema ganache o marmellata. La loro consistenza è incredibile: si sciolgono in bocca, tanto che appena finito uno vien subito voglia di mangiarne un altro.

I gusti poi sono i più diversi e tutti da provare. Da quelli tradizionali – come ad esempio al lampone o al cioccolato – fino a quelli più innovativi, come il tè verde.

Noi personalmente li abbiamo “scoperti” durante il nostro viaggio in Aquitania, tra Bordeaux e dintorni. Fu proprio qui che, pare, nel XVIII secolo le monache orsoline portarono la ricetta nel convento del bellissimo borgo di Saint-Emilion.

Ma l’origine di questi dolci francesi è dibattuta, in particolare per quanto riguarda la nazione che li ha “inventati”: Italia o Francia?

Ricetta Macarons – Ottimi da degustare insieme ad un caffé

Storia dei macarons francesi e curiosità sulla loro origine un po’ italiana

La storia dei macarons è molto antica e contesa tra pasticceri italiani e francesi.

A caldeggiare la teoria che vuole l’origine dei macarons in Italia ci sono coloro che li fanno risalire agli amaretti, anche chiamati macaron italiani. In particolare qualcuno sostiene inoltre che il merito della creazione dei macarons sia da attribuire a Caterina de’ Medici. Si dice infatti che la futura regina commissionò questo dolce ad un pasticcere italiano, portandoli poi con sé quando sposò Enrico II di Francia.

Altri però ritengono che la ricetta originale dei macarons sia stata inventata in un convento francese alla fine del ‘700, attribuendo quindi tutto il merito di questa delizia ai cugini d’Oltralpe. In particolare la storia dei macarons viene collegata al borgo di Saint Emilion, un minuscolo quanto pittoresco villaggio immerso tra i vigneti e non lontano da Bordeaux.

Insomma, non si sa se l’origine dei macarons sia in Italia o in Francia. In ogni caso credetemi: italiani o francesi non importa molto, si tratta di pasticcini buonissimi e assolutamente da provare se vi trovate in Francia!

Ovviamente però si tratta solo di una delle tante delizie francesi. In Aquitania ad esempio non saranno solo i macarons a tentarvi siete golosi. In questa regione di vino e di ostriche – famosissime sono quelle di Arcachon, dove si trova anche la famosa Dune du Pilat – anche altri dolci riservano sorprese. Una su tutte? I cannelés, che noi abbiamo trovano in tantissime versioni decorare le vetrine nel periodo pasquale.

Se però una volta tornati, vorrete provare a preparare questi adorabili dolcetti fatti in casa ecco la ricetta dei macarons originale! 😉

Ricetta Macarons - dolcetto dell'Aquitania da regalare
Ricetta Macarons – dolcetto dell’Aquitania perfetto come regalo

La ricetta dei macarons originale (e facile?)

Ve lo dico subito la preparazione dei macarons in casa richiede pazienza e grande precisione. Ma una volta che ci avrete preso la mano farete un figurone, magari in occasione di qualche cena con amici. Attenzione però a non farveli mangiare tutti sotto il naso tanto sono buoni e visto che “uno tira l’altro”! 😉

Ingredienti dei macarons

Iniziamo dagli ingredienti che servono per preparare i macarons in casa.

  • 110 grammi di albumi
  • 150 grammi di zucchero a velo
  • 150 grammi di farina di mandorle
  • Colorante alimentare (a scelta)
  • 150 grammi di zucchero semolato
  • 50 ml di acqua
  • farcitura (ganache o marmellata)

Preparare i macarons in casa

Unite la farina di mandorle e lo zucchero a velo setacciando il composto. Unite poi 55 g di albumi e mescolare per ottenere una pasta di mandorle, aggiungete il colorante e mescolate.

Montate poi gli altri 55 g di albumi – che è importante essere precisi l’ho già detto? – e incorporate parte dello zucchero semolato fino a che non è montato a neve. Attenzione che sia ben fermo! A parte preparate lo sciroppo con l’acqua e i 150 g di zucchero semolato, poi versatelo sulla meringa, continuando a mescolare. Unite poi meringa e pasta di mandorle amalgamando, trasferite nella sac-à-poche e create dei “gusci” sulla teglia precedentemente ricoperta di carta forno. Infine cuocete in forno statico a 150° per circa 18 minuti.

Mentre i gusci cuociono in forno preoccupatevi di preparare la ganache. Se però non ve la sentite di cimentarvi anche in questa ulteriore preparazione potete farcire i macarones con marmellata. Farcite però i dolcetti sono quando si sono completamente raffreddati.

Con la ricetta di questi dolcetti termina il nostro racconto dedicato alla storia dei macarons e alla loro bontà. Ora non vi resta che andare a provare gli originali in Francia per poi replicarli a casa! 😉

Un commento su “I macarons: storia, curiosità e ricetta dei dolci dell’Aquitania”

Lascia un commento