Macchine e viaggi: letterina a Babbo Natale

Al momento la Patafamily dispone di una sola auto, che per altro è quella “Ante Patato”. Si tratta per capirci di una macchina “da giovani“: nera, col muso un po’ aggressivo, ribassata e con tanto di mega impianto stereo che tradisce chiaramente l’acquisto fatto quando ancora noi non si era “mamma e papà”.
In verità al Pata-Papà la macchina piace ancora molto ma oggettivamente non e’ certamente la macchina perfetta per la famiglia, soprattutto quando si tratta di partire per un viaggio.
Si da’ il caso infatti che anche il nostro povero cane ci stesse stretto perfino prima dell’arrivo del Patato e ora infilarci tutti, con passeggino, valige e peloso al seguito è un’impresa che rasenta un livello avanzato di Tetris.

il mondo visto dall’auto…
In effetti qualche partenza da sfollati l’abbiamo fatta davvero, in un caso siamo addirittura riusciti a caricare la valigia sul tetto, come nei film di Fantozzi, percorrendo quasi trecento chilometri di autostrada con il rumore del vento che pareva voler diventare tempesta e continuando a controllare dalla finestra la nostra auto parcheggiata all’autogrill col timore di fare davvero la fine del Ragionier Ugo.

Per non parlare poi del nostro viaggio on-the-road la scorsa estate, quando, nonostante avessimo cercato di limitare il più possibile il bagaglio, ogni volta che si faceva tappa da qualche parte si doveva ricostruire la disposizione delle valigie in modo millimetrico, pena la mancata (ri)partenza.
Lo giuro! Tanto che per evitare errori alla fine per semplificare le operazioni di caricamento ne avevamo fatto anche la foto!
Che poi non e’ che ci si possa lamentare, insomma, la nostra cara vecchia macchina ci porta in giro in modo direi egregio, non si offende nonostante le “gite” all’autolavaggio siano rare e solo in occasione di “grandi eventi” (leggi: matrimoni…), sopporta paziente le bottiglie vuote che si accumulano sui tappetini e anche i giocattoli che sembrano sempre nascondersi in qualche angolo remoto, salvo poi ricomparire parecchio tempo dopo misteriosamente.
Insomma, anche io mi sono affezionata anche se, “col senno di poi”, non avrei di certo scelto quel modello. Ma si sa che ogni tanto la voglia di stare più comodi e soprattutto più larghi si fa sentire e, diciamocelo, anche se faccio quella ecologica che si sposta a piedi, in bicicletta o al massimo in treno perche’ tanto la vita del mio ridente piccolo paese in Brianza lo consente, ogni tanto quattro ruote a disposizione senza doverle “prenotare prima” farebbero comodo anche a me!

Aspettando Natale…

Cosi’ periodicamente vengono aperte le consultazioni per guardare i modelli sul mercato…
Io, donna pratica – almeno quando si parla di auto – sono di scarse pretese: i requisiti per me fondamentali sono che sia una vettura spaziosa, sicura, che non consumi quanto una Ferrari e che abbia un costo abbordabile.
Il Pata-papa‘ invece in questo appare maggiormente interessato e con criteri più dettagliati, che tengono conto anche dell’estetica: a lui – a quanto dice – piacerebbe mantenere una linea moderna con una vettura spaziosa e confortevole che sappia pero’ essere anche grintosa quando serve. In più’, da bravo geek, sogna anche un’automobile “tecnologicamente avanzata” e parla di cose per me astruse come “sistemi automatici per il risparmio carburante” e “impianto multimediale” .
Insomma, come dico sempre io prendendolo in giro, “una macchina da papà a cui piace mostrare di non essere solo quello“!:)
Cosi’ ogni tanto ci ritroviamo a fare scouting, in prevalenza su vari siti internet come questo, cercando idee e guardando nuovi modelli, un po’ davvero e un po’ per finta, cercando di trovare “l’automobile perfetta“.
Insomma, tra poco e’ Natale, so bene che la macchina nel sacco del caro vecchio Babbo vestito di rosso e’ difficile farcela stare ma nel caso… io inizio a lasciare qualche indizio e il link a qualche idea trovata su questa pagina, sai mai che il nuovo anno ci porti una quattro ruote nuova in famiglia da utilizzare per i prossimi viaggi? 😉

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

1 comment

  1. Desiderio da poco, eh? brava, sogni in grande!
    Anche io non sono di molte pretese con l’auto. Noi ne abbiamo due perché vivere in Valle d’Aosta senza un’auto a testa, se lavori, e ‘ impossibile…la mia ha compito ieri 10 anni e 200.000 km, e’ tutta rigata e ammaccata, un po’ s porchetta fuori (ma è colpa del clima) ma molto affidabile, anche se piccolina. A me va bene così. Purché ci sia!
    Speriamo che Babbo Natale ti ascolti! allora!
    P.s. L’altra nostra e’ gpl benzina. Niente ripresa in montagna ma ottima quanto a bassi consumi…

Lascia un commento