Cosa vedere a Madrid in un giorno, la Spagna da capire

Madrid è una città tutta da capire. Io ci sono stata svariate volte, in periodi diversi e insieme a compagni di viaggio completamente differenti, eppure sempre, al ritorno, mi sono portata a casa la stessa impressione di eleganza e bellezza, insieme però alla sensazione di aver bisogno di più tempo per capirla davvero.

Per questo cercare di organizzare un tour di Madrid in un giorno a mio parere è particolarmente difficile. Questa città infatti mi è sempre parsa la “meno spagnola” di tutte, poco avvezza a quel modo di fare coinvolgente che mi ha sempre colpita quando sono stata in Spagna. Per capirci meno propensa a conquistare il turista al primo incontro, al contrario invece di Barcellona o Valencia.

Basta un giorno per visitare Madrid?

La capitale è una città riservata, che non si concede al primo venuto ma che ha bisogno di essere conquistata un passo alla volta. Una business city che in verità nasconde un’anima caliente ma un poco timida. Necessita di essere conosciuta lentamente, per questo il tempo è fondamentale e questa è la ragione per cui vi consiglio di visitare Madrid con calma. Altrimenti il rischio è quello di intravederla soltanto, dietro ai palazzi, ai margini delle strade eleganti, tra un giro di tapas e una fetta di jamon.

La capitale della Spagna ha bisogno di tempo per essere compresa, giorni vuoti di cose da fare ma necessari a vivere davvero la città, cogliendone le sfumature e entrando in sintonia col suo carattere, per gettare le basi di una vera storia d’amore, una di quelle in cui ti conosci a poco a poco e poi non ti lasci più per tutta la vita.

Ma la verità è che la vita del viaggiatore è spesso fatta di mordi e fuggi, perché il tempo è sempre troppo poco e il mondo troppo grande. Per questo alla fine mi sono decisa a scrivere questo post su cosa vedere a Madrid in un giorno. Perché, no, una giornata non è sufficiente ma di certo vi farà voglia di tornare e trascorrere un po’ di tempo in questa città.

Cose da vedere a Madrid in un giorno

Quindi cosa visitare a Madrid in un giorno? Ma soprattutto come si fa a scegliere cosa vale la pena vedere e cosa invece no? Beh, io vi consiglio di organizzare il vostro itinerario in modo da vedere i suoi simboli, quindi almeno uno dei musei della città, passando poi per il Palazzo Reale e ovviamente per le tapas.

Museo del Prado

Il Prado è il museo da visitare a Madrid assolutamente, quindi, anche se avete poco tempo, non mancatelo. Lo so bene che ci si potrebbe rimanere un giorno intero ma voi accontentatevi cercando di cogliere il meglio che potete in poche ore. Un consiglio però, anzi due: il primo è di arrivare al museo davvero presto, ovvero all’apertura, mentre il secondo è di evitare i weekend che sono i giorni in cui la fila è più lunga.

In alternativa acquistate il biglietto on line così da evitare la coda (qui potete trovare un sito che li vende) e ovviamente evitate le giornata in cui il museo è a ingresso gratuito: sono quelle in cui l’attesa è maggiore! Per quanto riguarda le opere da vedere al Prado ovviamente dipende da voi: il mio consiglio è di prepararvi prima così da ottimizzare il tempo ma se volete un consiglio non perdete le tele di Rubens e di Goya e “Davide e Golia” di Caravaggio. Per ulteriori informazioni fate un check sul sito ufficiale del Museo del Prado.

Mercato del Rastro

Se doveste essere in città di domenica evitate il Prado e invece dedicate le prime ore del mattino al Rastro, il mercato di Madrid più popolare, regno di bric-e-brac e rigattieri. Dovete dirigervi verso via Ribera de Curtidores e lì sarà un’immersione tra il folklore della città tra bancarelle di vestiti, scarpe, antichità, dischi e tanto altro. Un bello spaccato di vita madrilena e, chi ama i mercati, qualcosa da non perdere assolutamente.

Plaza Mayor

Plaza Mayor attira i turisti come il miele con le api, quindi è lì che dovete anche voi dirigervi per vedere Madrid. Qui si respira la storia della città: guardatevi intorno, ammirate la statua di Filippo II, la Casa de la Panaderia – un tempo luogo dove veniva fissato il prezzo del pane – l’Arco de Cuchilleros – una delle nove porte di ingresso alla piazza – e immaginate i tempi in cui in questa piazza avvenivano le esecuzioni del Tribunale dell’Inquisizione.

Qui batte il cuore della capitale, quella che fu Corte degli Aburgo e che oggi è sede della Monarchia Madrilena quindi dovete venirci assolutamente!

Palazzo Reale

A proposito dei reali di Spagna durante una giornata a Madrid una fermata è d’obbligo al Palazzo Reale – il Palacio Real de Madrid – residenza ufficiale del sovrano spagnolo. In verità la famiglia reale vive al palazzo della Zarzuela, sempre in città, e il palazzo è aperto al pubblico quindi cercate di incastrare la vostra giornata in modo da partecipare alla visita.

Si può assistere al cambio della guardia il primo mercoledì del mese (ma non tutti i mesi, controllate sul sito ufficiale della Guardia Real di Madrid ) mentre la visita guidata dell’edificio permette di visitare alcune delle stanze tra cui la Real Armeria – con la collezione di armi – la Galleria di Pittura – con le opere di Goya – e gli Appartamenti di Stato. Anche in questo caso il consiglio se avete poco tempo è di acquistare in anticipo il biglietto e in ogni caso verificate sul sito ufficiale per conoscere gli orari di apertura (cliccate sul link per l’acquisto dei biglietti in anticipo).

Parco del Retiro

Altro simbolo di Madrid è il Parco del Retiro, polmone verde della città che un tempo era il giardino del Palazzo del Buen Retiro, oggi scomparso. Qui i madrileni fanno sport, vanno in barca, si rilassano, visitano esposizioni d’arte o bevono qualcosa. Qui si trova anche la Fontana dell’Angelo Caduto – Fuente del Angel Caldo che ricorda la caduta di Lucifero dal Regno dei Cieli e il Bosco degli Scomparsi – Bosque de las Ausentes – i cui cipressi sono stati piantati a ricordo delle vittime degli attentati del 2004. Altra particolartà di questo parco cittadino è di ospitare la Rosaleda, ovvero il giardino delle rose, che in primavera è uno spettacolo.

Barrio de Las Letras

Eccola l’anima più spagnola di Madrid, il Barrio de Las Letras dove andare a fare l’aperitivo e il classico tapas tour. Dirigetevi verso Plaza de Santa Ana, vicino alla Puerta del Sol, per iniziare la lunga notte madrilena. Perché sì, la città vive di notte, essattamente come ci si aspetta da una qualsiasi città spagnola!

Spero che questi consigli per trascorrere un giorno a Madrid possano esservi utili. Buon viaggio e buon divertimento! Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo (sharing is caring 😉 ) e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

2 commenti su “Cosa vedere a Madrid in un giorno, la Spagna da capire”

  1. Ci rimbalzai secoli fa, nel preistorico 1982, all’inseguimento di una israeliana bella e impossibile. Delusione sentimentale a parte, quello che mi ricordo è un gran caldo e poco altro. Credo proprio che un giorno o l’altro dovrò decidermi a tornarci!

Lascia un commento