Cosa mangiare a Istanbul: panino col pesce e specialità

Cosa si mangia a Istanbul? O meglio, riformulando in modo da essere più viaggiatori-gourmet che semplici lettori-curiosi: cosa bisogna assolutamente assaggiare durante una vacanza in questa meravigliosa città?

Perché non penserete mica di andare a fare una vacanza in città e tornare a casa dimagriti, vero? 😉

Le specialità gastronomiche di Istanbul

Facciamo una premessa: Istanbul è punto di incontro tra Oriente e Occidente, una città araba ed europea insieme. Una terra di mezzo, con la sua elegante e maestosa Moschea Blu e con i quartieri Belle Epoque, con il suo Ponte sul Bosforo che quando lo attraversi una strana sensazione ti pervade e con i suoi bazar pieni di colori e profumi.

Il suo passato e la sua collocazione geografica ne fanno una miniera di sapori e profumi da scoprire e amare, dai dolci alle specialità salate: una terra di magia – gastronomicamente parlando – fatta di spremute di melograno e caffè che ti costringono ad aspettare, di iman svenuti (è un piatto eh!) e kebap di una bontà incredibile, di dolci appiccicosi e… di panini con il pesce.

Pronti ad assaggiare le più buone specialità di Istanbul?

Balik ekmek, il panino con le sardine alla brace

Il panino col pesce di Istanbul – balik ekmek – è un classico: preparato al molo di Eminonu, consumato all’aperto, su tavolini di fortuna, in mezzo ad una città che vive e respira con anime diverse e imperscrutabili, che ti incanta con un tramonto e ti fa le fusa insieme ai gatti di Aya Sofya, sfuggente ed elegante insieme, sinuosa e piena di vita.

Che sapore ha il panino col pesce di Istanbul?

Il sapore del mare, del sole e della scoperta. Ma ha anche il sapore del brivido quando – solo dopo – leggi sulla tua fedele guida di viaggio che il suddetto panino e’ “innocuo e molto buono se preparato al momento, pericoloso nell’altro caso...” (n.d.r. successo niente eh! Buonissimo e digeribile!!).

Il kebab o meglio kebap

Lo conosciamo tutti il kebab, giusto? Ebbene, preparatevi perché quando arriverete in città vi renderete conto che il kebab turco è molto ma molto diverso da come lo conosciamo noi in Italia.

Innanzitutto si chiama kebap – ok, sottigliezze, lo so – e poi questa carne marinata è semplicemente deliziosa! Quindi tra le cose da mangiare a Istanbul quindi non dimenticatelo: lo troverete come street food, ovvio, con un panino farcito di carne, cipolle e verdure. Ma lo vedrete anche nei menù dei ristoranti, servito nel piatto oppure allo spiego e con la menta. Una vera istituzione da non perdere in città!

Che sapore ha il kebap di Istanbul?

Io direi quello della verità, perchè quando ti accorgi di com’è davvero il kebab non puoi più tornare indietro accettando “l’altro” come vero…

Imam Bayildi, l’Imam Svenuto

Non fatevi influenzare dal nome di questo piatto che è semplicemente divino! l’Imam Bayildi – letteralmente “Imam Svenuto” – è una specialità di Istanbul a base di melanzane che vi farà “svenire” a causa della sua bontà.

La sua storia è molto antica perché in Turchia durante l’Impero Ottomano i Sultani erano capi supremi dell’Islam sunnita e quindi avevano anche titolo di Imam. E proprio in quel periodo nacque questo piatto turco che rivaleggiava per bontà con la ricchezza della tavola del sultano. Gli ingredienti sono melanzane, uvette, cipolle, pomodori, formaggio e aromi ma è il mix a fare la differenza.

Che sapore ha l’Imam Bayildi?

Quello della storia, del passato e della semplicità che sa far ricco anche un povero.

Simit, le ciambelle di Istanbul

Appena arrivati a Istanbul noterete dei carretti che vendono ciambelle di sesamo: i Simit. Si tratta di una specie di bagel al sesamo, serviti freschi oppure ripieni di formaggio o cioccolato. Semplici, economici e perfetti per uno spuntino al volo tra una visita e l’altra.

Che sapore hanno i simit?

Quello della quotidianità, della vita della gente e della genuinità.

Nar suyu, il succo di melograno

Fidatevi se vi dico che tra le cose da mangiare a Istanbul c’è anche questo: il succo di melograno. Ma attenzione perché non ha nulla a che vedere con un banale succo di frutta. Questo è preparato al momento, spesso venduto da piccoli chioschi lungo la strada e spremuto con l’apposito attrezzo. Delizioso!

Che sapore ha il succo di melograno di Istanbul?

Mi viene solo una definizione: è il nettare degli dei! 😉

Turkish delight, i dolci turchi

Dolci – dolcissimi – colorati e gustosi. Questi dolcetti sono onnipresenti, visto che li troverete negozi specializzati ma anche bancarelle al mercato che li vendono. Personalmente li ho trovati – e assaggiati – anche altrove, in giro per il mondo, ma buoni come in città non ne ho trovati mai! Quindi tra le cose da provare a Istanbul metteteci anche questi!

Attenzione però a non confonderli con i baklava, fatti di pasta fillo e carichi di miele. I turkish delight sono tutt’altra cosa!

Di cosa sanno questi dolci tipici di Istanbul?

Uh, direi di felicità. Quella che deriva dalle piccole cose!

Kahve, il caffè turco

Se si chiama caffè turco ci sarà un motivo, giusto? E dove assaggiarlo se non a Istanbul, l’antica capitale dell’Impero Ottomano? Su questo non mi dilungo visto che ne ho parlato abbondantemente – seguite il link per saperne di più – vi dico solo che bere il caffè turco in uno dei piccoli locali della città è assolutamente un’esperienza da fare durante il vostro viaggio!

Di cosa sa il caffè turco di Istanbul?

Questa bevanda ha il gusto dell’attesa e della pazienza!

Salep, la bevanda invernale di Istanbul

In ultimo ecco qui il salep. Attenzione però perché avrete modo di assaggiare questa specialità di Istanbul solo visitando la città in inverno. E, attenzione di nuovo, perché a non tutti piace.

Si prepara col latte bollente in cui si scioglie polvere di orchidea e poi si aggiunge la cannella. Si può trovare nei caffè ma anche dai venditori ambulanti ma da maggio in poi non la servono più.

Che sapore ha il salep di Istanbul?

Io direi quello delle coccole di una mamma (o di una nonna!).

I consigli su cosa mangiare a Istanbul terminano qui, buon viaggio e buon appetito!

4 commenti su “Cosa mangiare a Istanbul: panino col pesce e specialità”

Lascia un commento