Mare Nostrum

Mare Nostrum: i romani e il mare spiegato ai bambini

Immaginatevi un centurione che vi accoglie con la sua armatura e vi apre le porte di un museo per accompagnare i più piccoli a conoscere uno dei binomi che hanno segnato la storia dell’umanità: il Mar Mediterraneo – “Mare Nostrum” appunto – e gli antichi romani.

Questo è Mare Nostrum la mostra-museo interattiva allestita a Caorle e dedicata alla storia del mare e del popolo che più di ogni altro ne ha solcato i flutti, per commerciare, conquistare e combattere: gli antichi romani.

Si tratta di una esposizione che vuole accompagnare il visitatore – in particolare i bambini – ad esplorare la storia del Mar Mediterraneo, un museo con un intento didattico ma una concezione incredibilmente moderna e una grande sfida alla base: coniugare ciò che per molti appare agli antipodi, l’archeologia e la tecnologia.

[cml_media_alt id='4328']Mare Nostrum: gli allestimenti[/cml_media_alt]
Mare Nostrum: gli allestimenti

Invece proprio grazie alla tecnologia il visitatore viene accolto da antichi romani in carne e ossa – o forse dovrei dire in ologramma – che gli raccontano la storia della Roma imperiale, rivede la mappa dell’Impero Romano e ne apprende le rotte di merci e navi, conosce i misteri dei relitti delle imbarcazioni affondati ai tempi di Gesù e mai recuperati che – grazie a pavimento che si trasformano nel fondale del mare – diventano accessibili a tutti.

Un passo dopo l’altro, sotto lo sguardo dei centurioni si percorre la storia dell’antica Roma, rivivendo le battaglie di Augusto, Antonio e Cleopatra quando i soldati su antichi velieri si scontravano in mare decidendo le sorti di un Impero.

Mare Nostrum è un  museo costruito con attenzione e passione, che incuriosisce il visitatore anche grazie agli allestimenti che arrivano direttamente dai set cinematografici dei successi hollywodiani – quei kolossal che tutti o quasi abbiamo visto almeno una volta – e insegna al visitatore in nodo coinvolgente e divertente.

L’attenzione ai bambini è evidente in ogni singolo particolare e culmina nella sala dei laboratori dove i piccoli sono intrattenuti dagli animatori. Eppure durante la nostra visita la persona che ho visto più divertita e coinvolta davanti al gioco “indovina il film” – una sorta di pulsantiera dove bisogna indovinare il titolo del film “a tema Roma Imperiale” proiettato sullo schermo – aveva quasi quarant’anni, segno questo che il museo è davvero per tutti e che la sfida di insegnare divertendo grazie alla tecnologia ha avuto successo! 🙂

[cml_media_alt id='4327']Mare Nostrum[/cml_media_alt]
Mare Nostrum

Informazioni pratiche per la visita al Mare Nostrum

La Mostra Museo Mare Nostrum è temporanea e si trova a Caorle fino a fine settembre. Si tratta di un’installazione pensata per i turisti dell’estate 2014 che purtroppo però chiuderà con la fine della stagione. Se però non avete modo di andare a Caorle entro la fine del mese non disperate: Da novembre il Museo si trasferisce al Museo della Centuriazione Romana di Borgoricco, vicino a Padova.

Su questo sito potete trovare gli orari di apertura e le informazioni necessarie. La visita può essere libera o guidata e inclusi nel costo del biglietto sono compresi i laboratori per i piccoli.

Il mio consiglio però è – se avete modo – di prendervi qualche giorno per andare a Caorle e godervi il Museo ma anche la cittadina in questi ultimi giorni di settembre pieni di sole: Caorle con le sue case colorate, la sua lunga spiaggia e il suo campanile cilindrico è davvero una meta perfetta per le famiglie e ve ne parlerò a breve!

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer