Il Museo della Magia di Cherasco nelle Langhe

Che cos’è la fantasia?“. Inizia così, con una domanda, lo spettacolo del Mago Sales – al secolo Don Silvio Mantelli – al Museo della Magia di Cherasco.

Sono tante le risposte possibili: la fantasia fa sognare, fa volare lontano, rende felici… Una bambina bionda però risponde: “La fantasia fa paura“.

Il mago la guarda, le sorride, poi scuote la testa e inizia col suo numero di magia chiedendole di aiutarlo a far galleggiare l’acqua nell’aria. Perché la fantasia secondo questo mago che è stato definito “missionario della gioia” è una forza positiva che rende possibile l’impossibile e in questo Museo vuole insegnarlo ai bambini.

Museo della Magia di Cherasco con bambini: la nostra recensione

Il Museo della Magia di Cherasco è nato nel 2013 dalla passione di un padre salesiano da sempre amante della magia nel centro di Cherasco, bellissima cittadina delle Langhe. Il suo obiettivo è far sorridere i bambini e risvegliare in loro la fantasia e nel tempo ha accolto sempre più visitatori, attratti certo dalla particolarità del museo ma anche dalla sua storia.

La magia, dell’idea del suo fondatore, è creatività e innovazione e proprio giocando con la magia i piccoli possono riprendere possesso dei propri sogni. Perché – come mi dice Don Silvio dopo lo spettacolo mentre siamo seduti su una panca nello “scrigno magico” ovvero la piccola cappella del mago nel cortile del museo – “i sogni non te li può portare via nessuno e se sogni una cosa l’hai già in qualche modo realizzata“.

Il percorso di vista del Museo della Magia si snoda attraverso diverse tappe: La bocca della verità (magia e leggenda), La testa parlante (la quadreria magica), La foresta incantata (gli strumenti dell’illusionista), Le grandi illusioni (le tecniche e gli stili), I grandi maghi (gli illusionisti nella storia), La seduta spiritica (i trucchi dei medium), Polvere di Stelle (i Maghi italiani della televisione), Il teatro delle Illusioni (sala dedicata allo spettacolo), Attraverso lo specchio (lo specchio della magia) e Il paese delle meraviglie (le illusioni ottiche). L’itinerario termina con il Giardino delle Fate (il cortile) e lo Scrigno Magico (la cappella del mago Sales). Durante la visita ad accompagnare ospiti grandi e piccini sarà Hocus Pocus, la mascotte del Museo.

Nel museo è inoltre presente una biblioteca dedicata alle arti magiche con 18.000 volumi consultabili previa prenotazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: VISITARE LANGHE E ROERO CON I BAMBINI

Lo spettacolo di magia
Lo spettacolo di magia

La storia del Mago Sales, il fondatore del Museo della Magia di Cherasco

Il Mago Sales mi parla di Vasco Rossi e di Papa Francesco, di Houdini e dei grandi maghi della storia che hanno pensato a divertire e meravigliare il pubblico. Nel suo museo di Cherasco, dove ” tutto è autenticamente falso“, campeggiano le foto dei bambini che lui – il don – ha incontrato e fatto sorridere coi suoi trucchi magici nel mondo: i bambini guerrieri dell’Africa, i poveri dell’India di Madre Teresa, i bimbi dell’Asia e dell’America Latina.

Don Silvio ha fatto spettacoli nei cinque continenti davanti ai bambini tra i più poveri del mondo e con le sue magie ha provato a portarli lontano, almeno per un po’ e almeno con la fantasia. Ora con il museo continua a provare ad aiutarli grazie alle donazioni dei visitatori – una parte del ricavato dei biglietti va infatti a finanziare i progetti della Fondazione Mago Sales a favore dei bambini – e con il suo lavoro.

I bambini sono il vero patrimonio dell’umanità” finisce così lo spettacolo di magia del Mago Sales e qualcuno – tra cui la sottoscritta – si commuove un po’. In tempi in cui spesso le persone vogliono credere nell’impossibile sperando di risolvere la propria vita con un click dei videopocker o con i consigli di un “Santone” o del “Guru” di turno , il Museo della Magia prova ad insegnare ai bambini che le vere magie siamo noi a farle, con il nostro cuore e i nostri sogni.

Anche solo per questo il Museo della Magia di Cherasco è già una piccola magia che merita di essere visitata durante un tour delle Langhe con i bambini …

L'ologramma del Mago Sales al Museo della Magia di Cherasco
L’ologramma del Mago Sales al Museo della Magia nelle Langhe

Visitare il Museo della Magia di Cherasco: informazioni per la visita

Il Museo della Magia: orari, prezzi, biglietti e dove si trova

Il Museo della Magia si trova a Cherasco, bellissima cittadina del Roero le cui origini si fanno risalire addirittura al agli inizi del XIII secolo. Il costo dei biglietti è di 9 euro (ingresso libero fino ai 4 anni) e parte del ricavato viene devoluto in beneficienza, è possibile acquistarli in loco o prenotarli in anticipo on line (vale la pena farlo durante le festività di maggiore affluenza!).

Gli orari di apertura del Museo della Magia sono diversi a seconda dei periodi:

  • dal 21 marzo al 31 Ottobre: il sabato (dalle ore 15.00 alle 18.00) e domenica e festivi (dalle 9,30 alle 13.00 e dalle 14,30 alle 18.00)
  • dal 1 novembre al 20 marzo: la domenica (dalle 14.30 alle 18).

Oltre alla visita del museo – organizzato con un percorso con diverse sale in cui sono in mostra alcuni oggetti “magici” e vengono illustrati i principali strumenti e le vite di alcuni grandi maghi della storia – la cosa da non mancare è lo spettacolo di magia.

Spettacolo di magia, laboratori e giochi di illusionismo al Museo di Cherasco

Alla domenica e giorni festivi il Museo del Mago Sales propone uno spettacolo di magia alle ore 16,15 e anche un laboratorio di magia (per bambini dai 5 agli 11anni) alle ore 17.00 (solo su prenotazione). Inoltre è possibile festeggiare compleanni o ricorrenze.

Sul sito ufficiale del Museo della Magia di Cherasco potete trovare orari e informazioni sulla visita.

Cosa fare a Cherasco con i bambini vicino al Museo della Magia

Il Museo della Magia si trova in una cittadina medievale che da sola vale la visita. Non perdetevi il Castello ma anche la Chiesa della Madonna del Popolo, quella di San Pietro, il Palazzo del Municipio e l’Arco Trionfale. Per i bambini a Cherasco vale la pena vedere il Museo Naturalistico Segre.

La specialità da assaggiare sono i dolcissimi Baci di Cherasco fatti con nocciole e cioccolato che potrete acquistare alla Pasticceria Barbero che li produce fin dall’800. Appena fuori dal centro uscendo da Cherasco in direzione Narzole troverete poi un parco giochi dove fermarvi un poco coi bimbi.

Fin qui il racconto della nostra esperienza al Museo della Magia di Cherasco che è veramente un posto unico soprattutto per lo spirito con cui è stato creato. Se avete intenzione di organizzare un weekend da queste parti e siete in cerca di altre idee per fare qualcosa con i bambini nella zona delle Langhe e del Roero trovate tanti dei nostri racconti nel blog (ma vi consiglio di non partire senza una guida delle Langhe). Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo (sharing is caring 😉 ) e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Lascia un commento