New York low cost e consigli per risparmiare

New York low cost. Si tratta di un’utopia oppure è possibile? E se è fattibile come si fa a organizzare il viaggio senza spendere follie? Perchè diciamo la verità, se è vero che questa città è un sogno per moltissimi viaggiatori italiani è anche vero che non è un viaggio alla portata di tutti.

Perché, ve lo dico senza mezzi termini, New York è cara, questo è un fatto. E non solo, qui si trovano moltissime opportunità per divertirsi a cui è difficile rinunciare, ovviamente tutte a pagamento: musei, ristoranti, grattacieli ma anche i musical a Broadway, lo shopping in centro, le partite e i bar (perché lo sapete che una delle cose da fare in città sono i rooftop bar, i bar sui tetti di New York?).

Tutto varrebbe il viaggio, ovvio, ma per viaggiare è necessario prevedere un budget e soprattutto se si vogliono fare più viaggi in un anno – e se la nostra disponibilità economica non è infinita! – è necessario tenere conto dei costi.

E quindi come si fa a risparmiare a New York?

Senza alcuna pretesa di scrivere la Bibba di NY low-cost provo a darvi qualche dritta. Perchè New York è cara, certo, ma si possono contenere un po’ i costi senza per forza dover rinunciare a godersi la città o dormendo in posti che… ehm. No, certi hotel in città non ve li raccomanderei mai! 😉

Il post è organizzato come una mini guida e vi basterà cliccare sui titoli per passare direttamente alla sezioen che vi interessa ma la guida cartacea ve la consiglio lo stesso. Indovinate? Si chiama New York low-cost e sebbene non sia più così nuova secondo me merita se avete in mente di scoprire la città risparmiando.

New York - USA

Voli per New York: dove trovare le migliori tariffe

Visto che i biglietti aerei sono la cosa che incide di più sul costo finale del viaggio la prima cosa da fare è trovare voli per New York low-cost. Per farlo dovete tenere presenti alcune cose:

  • Monitorare le offerte: tre consigli per farlo sono prenotare durante la setttimana delle offerte del Black Friday, attivare l’alert di Sky Scanner per il monitoriaggio dei costi dei voli, controllate su eDreams le tariffe e iscrivervi alle newsletter delle compagnie aeree;
  • Essere creativi: non necessariamente i voli diretti sono quelli più economici, valutate le compagnie alternative (ad esempio Emirates e Norwegian hanno spesso ottime offerte!) e fate attenzione alle compagnie americane perché spesso sono proprio quelle più costose;
  • Prenotare per tempo: acquistare un volo estivo per NY in estate all’ultimo momento è utopia (oppure errore di prezzo!);
  • Evitare l’alta stagione: eh lo so, tutti abbiamo le vacanze nello stesso periodo… però è così, ovunque, mica solo per NY!

Il periodo giusto per visitare New York low-cost

E a questo proposito: New York a Capodanno è un sogno giusto? Ok, ma se volete risparmiare un po’ evitate quel periodo perchè è alta stagione. Così come vi toccherà lasciar perdere l’estate (agosto in particolare).

Personalmente ho trovato tariffe vantaggiose dei voli per gli Stati Uniti a settembre (ma quanto è bello l’autunno a New York?) e a maggio (inutile che vi dica che la primavera è bella, vero?). Poi se non temete il freddo l’inverno regala grandi offerte, non è alta stagione e potreste trovare la neve in città ma non cambia.

Dove dormire a New York spendendo poco

Qui devo darvi ua brutta notizia: risparmiare per dormire a New York non è facile. Gli hotel, per lo meno quelli di buona qualità, sono cari e non ci sono molti appartamenti in affitto a NY perché c’è una legge che ne limita l’utilizzo. Se volete fare un check dei costi verificate su Booking (hotel, ostelli e appartamenti) e Homeaway (appartamenti). In generale però per limitare i costi:

  • Muovetevi in anticipo: tenete controllate le offerte e utilizzate portali come Booking che vi permettono di controllare sempre le recensioni (fatelo sempre!);
  • Evitate Manhattan: puntate su altri quartieri (tipo Brooklyn) e cercate sempre di avere la metropolitana vicina (oddio, non troppo, noi in un caso l’avevamo praticamente alla finestra, comodo ma un po’ rumoroso!… 😉
  • Valutate lo scambio casa: noi la seconda volta ci siamo organizzati proprio così (se non sapete cos’è seguire il link!).

Come muoversi a new York per risparmiare

Il modo per spostarsi a New York risparmiando è andare a piedi! 😉 Che per altro in questa città è anche un piacere, ma visto che è una metropoli immensa ecco alcuni consigli:

  • Metropolitana: funziona sempre, 7/7 e 24/24 e con la Metro Card illimitata potete utilizzare i mezzi (subway e autobus) illimitatamente per 7 giorni (il break point sono circa 13 corse). Si tratta della Unlimited Ride MetroCard della MTA ed è gialla e blu.
  • Uber/Lyft: il car sharing è la norma negli Stati Uniti quindi vi basterà scaricare la app di Uber o Lyft (meglio entrambe) e tra l’altro normalmente vi arriveranno anche i voucher con gli sconti!
  • Biciclette: la prima mezz’ora delle city bike è gratis;
  • Evitate i taxi: banale ma … costosi!

Attrazioni e musei di New York low-cost

Ci sono diverse card che valgono vi permetteranno di risparmiare sui costi di musei di New York e attrazioni, noi ne abbiamo speriementati due (ma ce ne sono diversi):

  • New York City Pass: è un carnet che offre l’ingresso in alcune attrazioni newyorkesi fisse e altre a scelta (l’Empire, Ellis Island, il MET e il Top of The Rock…)
  • New York Pass: se state più a lungo il pass permette l’accesso fino a 80 attrazioni e ha una validità per un periodo lungo (10 giorni) e permette anche di saltare le code.

Se volete saperne di più sui costi dei pass per New York e sulle offerte seguite il link. Un altro consiglio è fare attenzione ai giorni in cui ci sono i musei gratis a New York: normalmente infatti c’è sempre un giorno in settimana in cui l’ingresso è gratuito (o con offerta “pay as you wish”) controllate nella pagina ufficile di ogni museo;

Mangiare a New York low-cost

Se non avete la colazione inclusa in hotel tenete presente che, per esempio, da Dunkin’ Donuts fare colazione costa molto meno che da Starbucks. Per pranzo in zona Times Square, andando verso Penn Station troverete molti take away con anche tavolini dove sedersi a costi decisamente abbordabili. Poi ci sono i supermercati dove ad esempio potete trovare non solo panini ma anche pranzi già pronti (a volte hanno anche i tavolini per consumare lì, take away). E ovviamente i fast food con diverse catene oltre che gli immancabili hot-dog (ma fateci caso: a Central Park costano di più!)

L’unica cosa su cui non dovete risparmiare a New York

Come avrete capito ci sono tante cose su cui potete risparmiare a New York ma su una no: l’assicurazione. Non fate la cavolata di partire senza per risparmiare 50€! Anche se non è obbligatoria una polizza viaggio per gli Stati Uniti è davvero importante, anche perché in caso di problemi il conto, credetemi, sarà molto salato. Quindi fate l’investimento prima di partire e se volete saperne di più seguite i link perchè ho scritto un intero post a riguardo!

New York low cost – il ponte di Brooklyn immagine

Altri consigli per viaggiare a New York low-cost

Sparsi per il blog trovate diversi articoli dedicati alla città. Per concludere vi lascio con un’istantanea del nostro primo viaggio a New York, con i taxi gialli che sfrecciano veloci per le avenue del centro, le elegantissime signore sulla Fifth Avenue, con tacco dodici e borsa degli acquisti in mano, le famiglie che fanno un pic-nic a Central Park e i bambini che osservano adoranti i giocatori che si allenano nei playground di basket di NY. E vi dico che, sì, New York è cara ma vale comunque il viaggio! 🙂

Se questo articolo vi è piaciuto o vi è stato utile condividetelo: sharing is caring! E passate a trovarci su YouTube, Instagram e Facebook: un like non solo ci aiuta a crescere ma è anche un modo per offrirci un caffè (virtuale!) ringraziandoci del lavoro fatto! 😉

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

10 comments

  1. Un bel modo per iniziare il lunedì!! Hai riportato indietro anche noi a rivivere le emozioni di qualche anno fa … Era fine settembre… il “nostro” Central Park era grigio e piovoso e, nonostante questo, sempre bellissimo e pieno di coraggiosi americani che, sfidando il tempaccio, non rinunciavano al loro solito jogging. Le gocce di pioggia nel Conservatory Water trasformavano i grattaceli della fifth Avenue in un acquarello vivente e passeggiare in Bethesda Terrace sotto la pioggia ci faceva sentire un po’ Michelle Pfeiffer e George Clooney in “Un giorno per caso”…. Bene adesso siamo pronti ad iniziare questa nuova settimana! Buona giornata!

    1. Carissima grazie!Mi hai fatta viaggiare nella tua NY, con parole piene di poesia e di ricordi e anche io mi sono sentita per un pochino a passeggio “un giorno per caso” davanti a quel bellissimo acquarello!Buona settimana anche a te!

    1. Vengo a leggerti!
      Il “riassunto” lo faro’ mensilmente cosi’ raccolgo le foto (e le idee…)!:)
      Per NY col bimbo…io vorrei tanto tornarci col bimbo, e’ il posto dove mio marito mi ha chiesto di sposarlo e tornarci col piccolo avrebbe un significato speciale!;) Vedremo!

  2. new york mi ispira tanto, a convincere l’altra metà però che fatica……. magari la inserisco in un viaggio lungo

    1. Cara sono sicura che non faticherai a convincere la tua meta’ inserendo NY come tappa in un bel viaggio on the road tra la natura USA…o anche … “sconfinando” in Canada!:)
      Sono certa che anche la tua piccola lo adorerebbe!!

  3. Beh tu con NY sfondi una porta aperta, con me!
    Dire che la amo e’ quasi riduttivo. Se vai nella sezione travelling del mio blog trovi un po’ di photopost su di lei.

    Un abbraccio 🙂

    1. Leggero’ carissima!!!:)
      NY la sognavo da un sacco e quando ci sono stata…beh, anche senza l’anello sarebbe stata meravigliosa!Ma cosi’…e’ indimenticabile!:)

Lascia un commento