Vacanza a New York in famiglia - cose da sapere per organizzare

Organizzare un viaggio a New York con bambini: guida

Alzi la mano chi come noi ha sempre sognato un viaggio a New York con bambini. Noi il nostro ritorno in città insieme al nostro bimbo l’abbiamo desiderato tantissimo anche perché la città ha un significato speciale per tutti e tre. Lì ci siamo infatti fidanzati ufficialmente e per questo non vedevamo l’ora di tornare a New York in famiglia.

Abbiamo dovuto attendere un po’ ma alla fine ce l’abbiamo fatta e oggi condividiamo con voi tutto quello che c’è da sapere per una vacanza a New York con bambini (e vi lasciamo anche un breve video dedicato alla città girato l’ultima volta che ci siamo stati!)

Da sapere per una vacanza a New York con i bambini

Dove è meglio dormire a New York? Come funziona per l’ESTA? Dove è meglio dormire per visitare NYC? Queste erano solo alcune delle domande che ci facevamo prima di partire per la Grande Mela.

Il nostro primo viaggio l’abbiamo preparato nei minimi dettagli, così per il secondo è stato più facile organizzare tutto. Qui di seguito le cose che dovete assolutamente sapere prima di organizzare un viaggio a New York coi bambini:

  • Passaporto: La prima cosa da sapere è che per andare a NY serve il passaporto anche per i bambini. Attenzione quindi se dovete ancora richiederlo perché potreste dover aspettare a lungo, ma se avete già i biglietti in mano (magari perché il viaggio è stato un regalo) fatelo presente in questura, avrete probabilmente diritto alla corsia preferenziale. Ricordatevi poi che per il passaporto dei bambini serve la presenza del minore.
  • ESTA: Non basta il passaporto per andare a NY, dovrete anche richiedere l’ESTA. La procedura è veloce ed è on line quindi non preoccupatevi ma sappiate che senza non potrete partire quindi dovete richiederla almeno 72 ore prima.
  • Controlli in ingresso: I controlli in ingresso a New York sono stati i più lunghi mai fatti (a batterli solo quelli in ingresso in Israele!) quindi preparatevi ad attendere un po’. ma poi ad aspettarvi c’è the Big Apple!
  • Assicurazione: Non partite per NY senza un’assicurazione sanitaria perché un piccolo incidente in USA può costare caro per il portafoglio. Se cliccate sul link trovate tutti i consigli e la polizza che abbiamo attivato l’ultima volta.

Queste sono le cose fondamentali da sapere per andare a New York in famiglia. Per tutte le altre domande vi rispondiamo qui sotto mentre se cercate un itinerario passo per passo per visitare la città coi bambini seguite il link per leggerlo (e scaricarlo!)!

[cml_media_alt id='16008']New York coi bambini - Children Museum of Art - Stati uniti in famiglia[/cml_media_alt]
New York coi bambini – Children Museum of Art

Come muoversi a New York con bambini

Carrie e le sue amiche ci hanno abituati a vedere le auto gialle sfrecciare per le vie di Manhattan ma preparatevi perché i taxi non sono il mezzo migliore per muoversi a New York, almeno se volete risparmiare un po’. Infatti, ad eccezione per la tratta dall’aeroporto alla città di cui vi parleremo più avanti, i taxi rischiano di essere parecchio costosi.

Le alternative economiche per muoversi a New York coi bambini sono:

  • Uber/Lyft: In America muoversi con il car sharing è la norma quindi preparatevi. Vi basterà scaricare la app di Uber o Lyft (meglio entrambe) e poi, una volta in loco, cercare l’auto più vicina inserendo il vostro punto di destinazione. La app vi mostrerà i potenziali “autisti” con i prezzi e il tempo di attesa e voi potrete scegliere anche in base al numero di passeggeri da trasportare. Attenzione: non tutti hanno i seggiolini auto per i bambini!
  • Biciclette: A NY troverete le city bike e la prima mezz’ora è gratis. Valutatelo se i vostri bimbi sono già grandicelli!
  • Metropolitana: Probabilmente il modo più comodo per viaggiare a NY con bambini una volta che ci avrete fatto l’abitudine. La metro funziona sempre, 7/7 e 24/24 ma in alcuni giorni/orari (la sera) alcune stazioni vengono chiuse per lavori: state attenti agli avvisi! Le linee sono 26 e esistono treni diretti (che fanno solo alcune fermate) e “normali”. Procuratevi una mappa, prestate attenzione agli avvisi e sarete a cavallo.
  • Autobus: Per certe zone i bus di New York sono una soluzione anche se a dire il vero ci è capitato solo una volta di prenderne uno perchè se state in centro la metro è capillare.
  • Auto: Noi abbiamo sperimentato il “brivido” di girare New York in macchina. Ok, pensavamo peggio, ma il traffico è veramente crazy in certi orari e i parcheggi sono praticamente inesistenti e molto cari!
[cml_media_alt id='11841']Vacanza a New York in famiglia - cose da sapere per organizzare[/cml_media_alt]
Vacanza a New York in famiglia – cose da sapere per organizzare

Arrivare a New York dall’aeroporto JFK

Altra domanda che ci facevamo prima di partire per il nostro viaggio a New York la prima volta era come raggiungere New York dall’aeroporto.

In realtà è molto più semplice di quanto pensavamo: Se arrivate a NYC dall’aeroporto JFK potete scegliere se prendere il taxi oppure i mezzi pubblici. In quest’ultimo caso ci sono due alternative, una più veloce e costosa e una più economica e più lenta. In entrambi i casi bisogna prendere l’Air Train (costo fisso al momento 5 dollari) poi:

  • Via veloce: Per la via veloce si scende a Jamaica Station e da lì si prende il LIRR fino a Penn Station – vicino a Times Square, proprio sotto il Madison Square Garden;
  • Via lenta: Altrimenti si scende a Howard Beach Station e da lì si prende la metropolitana che porta in direzione Brooklyn/Lower Manhattan.

Il taxi dal JFK al centro di NYC invece ha tariffa fissa di circa 60 dollari, vi basterà uscire dall’aeroporto per trovare i taxi.

Modi economici per girare New York: risparmiare con la metro card

Visitare New York è facile con la tube. E il modo più economico per muoversi a New York coi bambini è sicuramente la metropolitana che è anche molto comodo visto che la subway è davvero capillare in città. Probabilmente all’inizio dovrete prenderci la mano, alcune stazioni ad esempio dovrete prestare attenzione a dove si scende perché, a seconda della parte, passeranno treni diversi e dovrete quindi uscire e rientrare dall’altra parte. Ma vi abituerete presto!

Il nostro consiglio è acquistare la Metro Card illimitata. Questa carta dei trasporti dura una settimana e permette di utilizzare i mezzi (subway e autobus) illimitatamente per 7 giorni: se pensate di muovervi in metropolitana vi conviene (il break point sono circa 13 corse). Si tratta della Unlimited Ride MetroCard della MTA ed è gialla e blu.

Attenzione perché al costo della Metro Card di New York va aggiunto 1 dollaro per l’emissione. Inoltre i bambini non pagano sotto una certa altezza, quindi potreste non doverla acquistare, ma chiedete per conferma.

[cml_media_alt id='11837']New York in famiglia - Top of the Rock - visitare gli Stati uniti coi bambini[/cml_media_alt]
New York in famiglia – Top of the Rock

Visitare le attrazioni di New York per bambini: ingressi gratis e card per risparmiare

Altra voce di costo di una vacanza a NY in famiglia sono i musei. Qui il nostro consiglio è di decidere prima cosa intendete visitare perché esistono diverse card che valgono per attrazioni diverse e vi permetteranno di risparmiare parecchio sui costi del viaggio. Qui vi siamo alcune informazioni su alcuni modi per risparmiare a New York:

  • New York City Pass: Si tratta di un carnet che offre l’ingresso in alcune attrazioni newyorkesi fisse e altre a scelta. Se stete solo pochi giorni a New York ci sentiamo di consigliarvelo perchè permette l’ingresso ad alcune delle icone della città come l’Empire, Ellis Island, il MET e il Top of The Rock.
  • New York Pass: Questo pass ve lo consigliamo se state più a lungo e, se state pensando di visitare New York coi bambini, se i vostri bimbi sono più grandicelli. Il pass permette infatti l’accesso fino a 80 attrazioni e si può acquistare il pass che ha una validità per un periodo lungo (10 giorni). Il vantaggio ulteriore di questo pass è che permette di saltare le code.

Noi abbiamo utilizzato entrambi questi pass per le attrazioni di New York e ci sentiamo di consigliarveli con la discriminante segnalata. Esistono poi altri pass con durate diverse che permettono di accedere a un numero differente di attrazioni.

Valutate volta per volta ma tenete presente che, se avete in mente di visitare diversi musei e attrazioni di New York, l’acquisto di uno di questi pass sarà quasi obbligato per risparmiare un po’.

Ristoranti dove mangiare a New York: risparmiare e mangiare bene

A NY potrete mangiare praticamente tutte le cucine del mondo, spendendo follie o il giusto. Ecco alcuni consigli per mangiare a New York risparmiando:

  • La colazione: da Dunkin’Donuts fare colazione costa molto, molto meno che da Starbucks. Ok, è meno cool ma… vedete voi!
  • Hot dog: Gli hot dog sono un modo economico e veloce per mangiare ma attenzione: quelli all’ingresso di Central Park costano il doppio di quelli nei baracchini “fuori”
  • Pranzo take away: In zona Times Square, andando verso Penn Station troverete molti take away con anche tavolini dove sedersi a costi decisamente abbordabili.

Poi se invece siete in vena di spendere vi consigliamo questi top ristoranti di New York:

  • Nathan’s a Coney Island: per mangiare gli hot-dog lì dove sono nati (e se volete saperne di più su Coney Island seguite il link!) ;
  • Virgil’s Real Barbeque: Uno dei migliori barbecue mai mangiati in USA;
  • Grimaldi’s: una pizza italiana (buona vera!) noi siamo stati alla pizzeria sotto al Ponte di Brooklyn. Andateci presto perché c’è fila!

Infine se visitate New York con i bambini piccoli tenete presente che, in generale, negli Stati Uniti non faticherete a trovare menu per kids e l’occorrente per i piccini. Inoltre per risparmiare un po’ potreste optare per le catene di fast food (per la gioia dei bimbi!).

[cml_media_alt id='11647']Vacanza a New York in famiglia - cose da sapere per organizzare - i grattacieli di New York[/cml_media_alt]
Visitare New York coi bambini

Come risparmiare per un viaggio a New York in famiglia

Per risparmiare un po’ durante la visita di New York informatevi prima sui musei gratuiti per i bambini e sui giorni in cui sono accessibili senza dover pagare il biglietto. Questo vi imporrà di pianificare nel dettaglio la vostra vacanza ma tenendo conto dei costi sarà un buon compromesso.

Tra le attrazioni da visitare a New York vi segnaliamo una cosa per noi importante: noi abbiamo deciso di portare nostro figlio a visitare il Memoriale dell’11 settembre e non ce ne siamo pentiti. Se volete saperne di più cliccate qui.

Dove dormire a New York in famiglia

In questo caso dobbiamo darvi due spiacevoli notizie: la prima è che gli hotel a New York sono cari. La seconda è che normalmente gli standard non sono adeguati al prezzo, ovvero a parità di costo con altre città americane, probabilmente la struttura lascerà un po’ a desiderare.

Inoltre non troverete molti appartamenti in affitto a NY perché c’è una legge della città che ne limita l’utilizzo. In questo caso abbiamo però alcuni consigli per voi:

  • Prenotate in anticipo: Se utilizzate portali come Booking (cosa che noi facciamo spesso) iniziate a monitorare i prezzi presto e se trovate una buona offerta prenotatela anche se non avete ancora deciso tutti i dettagli del vostro viaggio. Le tariffe salgono in fretta, soprattutto un certi periodi.
  • Leggete bene tutte le recensioni: Altro motivo per cui noi ci affidiamo ai portali sono le recensioni, leggetele bene e cercate di capire come è stato valutato l’hotel. Una delle cose a cui prestare attenzione ad esempio sono i rumori visto che potrebbe capitarvi di trovare strutture molto (ma molto) vicini alla metropolitana.
  • Cercate di dormire in centro: In generale se questo è il vostro primo viaggio a NY Brooklyn è una buona zona per cercare una sistemazione perché sarete abbastanza comodi per visitare tutto.

Viaggio a New York con bambini piccoli: consigli sparsi

Infine qualche consiglio se state organizzando un a vacanza a New York con i bambini piccoli:

  • Meteo a New York: A New York il meteo sa essere pazzo, in qualunque stagione, quindi non dimenticate un cappellino per coprire le orecchie.
  • Sbalzi di temperatura per i bambini piccoli: Portate con voi una maglia o felpa di quelle comode perché spesso nelle attrazioni di New York tipo i musei le temperature in estate sono fresche.
  • Cibo per bambini piccolo a New York: New York è una metropoli quindi non faticherete a trovare omogeneizzati e pappe ma se volete andare sul sicuro cercate Trader Joe’sFairway Market.
  • Musei a New York per bambini piccoli: La lista completa dei Musei di New York per bambini la trovate seguendo il link ma se viaggiate con bimbi piccoli posso segnalarvi fin da ora il Children’s Museum of Brooklyn e il MAC (Children’s Museum of the Arts)
  • Altre cose da fare a New York con bambini piccoli: I playground non mancano a New York e lì state certi che anche i più piccoli avranno modo di divertirsi (magari giocando nella sabbia che è onnipresente!), poi vi segnalo la tappa imperdibile a Central Park (con parco giochi pure lì!) e una tappa a Coney Island in spiaggia!

La nostra guida per organizzare una vacanza a New York coi bambini termina qui. Se volete saperne di più trovate molti articoli dedicati alla città sparsi per il blog ma per informazioni o curiosità scriveteci e seguiteci su YouTube, Instagram e Facebook.

ITINERARIO new york guida di viaggio
ITINERARIO new york guida di viaggio
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer