Costa californiana - Capitola

Organizzare un viaggio on the road con lo scambio casa

Oggi parliamo di scambio casa, un modo di viaggiare che amiamo e utilizziamo spesso, ma lo facciamo da una prospettiva molto particolare: i viaggi on the road coi bambini. Noi adoriamo i viaggi itineranti da ancora prima di diventare genitori e dopo la nascita di nostro figlio abbiamo continuato a viaggiare in questo modo ma, per farlo, abbiamo iniziato ad utilizzare anche lo scambio casa.

Sono due i viaggi on the road che abbiamo organizzato in scambio: la Francia e gli USA. Il primo viaggio in Francia del sud è stato una sorta di test: 45 giorni di viaggio in the road tra Costa Azzurra, Provenza, Camargue, Verdon e Corsica. Fino a quel momento avevamo sempre organizzato scambi “stanziali” mentre in Francia eravamo itineranti e viaggiavamo in agosto: il bilancio è stato molto positivo perché, anche se non è stato sempre facile organizzare gli scambi, siamo comunque riusciti a farlo per quasi tutte le tappe. Per questo, forti di un’esperienza positiva che ci ha permesso di vivere “like a local” ma anche di risparmiare, quando si è trattato di organizzare il nostro Coast to Coast negli Stati Uniti di 70 giorni abbiamo puntato subito sullo scambio casa. Oggi quindi proviamo a condividere alcuni consigli per organizzare un on the road con lo scambio casa.

[cml_media_alt id='12193']Scambio casa a Los Angeles[/cml_media_alt]
Scambio casa a Los Angeles
[cml_media_alt id='12190']In camper alla nostra casa nel New Jersey[/cml_media_alt]
In camper alla nostra casa nel New Jersey

I consigli per organizzare un on the road con lo scambio casa

La premessa è che il portale che abbiamo usato per gli Stati Uniti è Guest to Guest di cui vi abbiamo già parlato in passato. E per questo dobbiamo precisare una cosa: sicuramente il sistema dei guest points ci ha aiutato nell’organizzazione, perché, trattandosi di un viaggio lungo, molto dei nostri guest avevano già organizzato le loro vacanze e noi siamo stati da loro grazie allo “scambio di punti”, ovvero scambiando una “moneta virtuale”, i guest points, che poi a loro volta utilizzeranno per altri scambi. Ne consegue che alcuni dei consigli qui sotto sono validi per tutti i siti di scambio casa, altri specifici per questo portale.

1) Siate flessibili per date e itinerario

Quello che abbiamo fatto noi è stato abbozzare un itinerario di massima e iniziare a fare le richieste di scambio, poi a seconda delle risposte abbiamo modificato il tutto. Ad esempio in America siamo stati a Capitola, una cittadina vicina a Santa Cruz, e da lì ci siamo mossi per vedere la costa invece che fare diverse le tappe lungo la strada come avevamo inizialmente pensato o abbiamo dormito a Oak View che si trova a pochi minuti in auto da Santa Barbara perché in città sembrava impossibile trovare uno scambio casa scoprendo poi un bellissimo entroterra o ancora abbiamo modificato i giorni a San Francisco in base alla disponibilità del nostro host. Inoltre per città molto richieste dove già sapete che il vostro potenziale host possiede una seconda casa che può affittare senza problemi valutate lo scambio coi guest points.

2) Allargate la ricerca

Sia in Francia che negli Stati Uniti abbiamo spesso scelto piccoli paesi accanto alla meta che volevamo vedere. Visto che nemmeno noi abitiamo in una famosa città questo ci ha facilitati nell’organizzare gli scambi reciproci e spesso trovare una casa fuori permette anche di visitare meglio la zona

3) Iniziate la ricerca con anticipo

In generale per organizzare una vacanza con lo scambio casa prima iniziate a cercare e meglio è. Anche perché non tutti gli hosts rispondono immediatamente alle richieste, quindi bisogna aver pazienza e attendere anche due settimane per avere una risposta. Se poi volete viaggiare in agosto meglio muoversi prima perché, soprattutto per chi scambia la seconda casa, talvolta si tratta dell’alta stagione e la casa potrebbe altrimenti essere affittata. Però non scoraggiatevi: noi di fatto abbiamo iniziato a organizzare il viaggio per l’America a marzo per partire a maggio e una case per una delle tappe in Corsica in agosto l’abbiamo trovata pochissimi giorni prima.

4) Fate molte richieste ma organizzare un passo alla volta

Quello che abbiamo fatto noi è stato concentrarci su una zona e fare richieste “a tappeto” partendo dalle case più in target (per tipologia, location e caratteristiche dei proprietari) e poi allargare. Una volta concluso lo scambio sulla località siamo passati alla meta successiva. Questo anche per organizzare al meglio l‘on the road. Qualcuno ad esempio potrebbe avere disponibilità allo scambio ma magari qualche giorno prima o dopo rispetto a quanto immaginato e in questo modo è più facile incastrare tutto.

[cml_media_alt id='12188']Costa della California - Capitola[/cml_media_alt]
Costa della California – Capitola
[cml_media_alt id='12192']Scambio casa - uno dei nostri gatti in scambio[/cml_media_alt]
Scambio casa – uno dei nostri gatti in scambio

5) Scrivete messaggi personalizzati

Sembra banale ma scrivete perché volete andare in quella casa e raccontare qualcosa di voi. Con il viaggio negli Stati Uniti abbiamo fatto così raccontando come mai quel viaggio fosse così importante per noi e, forse anche per questo, abbiamo trovato persone super disponibili, che poi abbiamo anche incontrato e con cui abbiamo trascorso bei momenti. Tenete sempre presente che accettare di lasciare la casa a qualcuno è una questione di fiducia.

6) Cercate se possibile di parlare la lingua del vostro host

Nel caso di scambi fuori Italia se parlate la lingua del paese dove volete organizzare lo scambio casa usatela nel messaggio. Questo perché nella nostra esperienza alcuni degli host non sanno l’inglese ma nel caso in cui non siate certi della vostra conoscenza magari fate un messaggio in doppia lingua.

7) Contattate guest con alto tasso di risposta (ma non fermatevi a quelli)

Con Guest to Guest c’è la possibilità di verificare il tasso di risposta e di scambi: più è alto più avrete possibilità di incontrare persone che amano viaggiare. Magari iniziate da quelli e poi se non trovate lo scambio che volete “allargate”.

[cml_media_alt id='12186']California - Santa Barbara[/cml_media_alt]
California – Santa Barbara
[cml_media_alt id='12191']Scambio casa - la cameretta dei bimbi[/cml_media_alt]
Scambio casa – la cameretta dei bimbi

Come funziona lo scambio casa

Abbiamo raccontato più volte come funziona lo scambio casa, lo riepiloghiamo qui brevemente per chi ne volesse sapere di più.

  • Questo modo di viaggiare, per come lo utilizziamo noi, si basa su uno scambio della propria abitazione – che può essere la prima casa o la seconda ma anche una casa in affitto – attraverso alcuni siti che si occupano di facilitare lo scambio.
  • Le regole cambiano per ciascun portale ma normalmente quando si inserisce la propria casa bisogna inserire delle fotografie e una descrizione, poi si possono contattare gli altri membri per organizzare lo scambio.
  • Alcuni portali chiedono una fee annuale per i membri, in altri casi invece l’iscrizione è gratuita. In questo secondo caso normalmente c’è una commissione sulla transazione per l’assicurazione.
  • In alcuni casi viene chiesto di prendersi cura degli animali domestici durante lo scambio (a noi è capitato diverse volte con gatti e pesci rossi). In questo caso viene specificato prima.
  • Gli scambi possono essere sincroni – ovvero nello stesso periodo – o asincroni – ovvero ci si scambia la casa ma in periodi diversi a seconda dei periodi di vacanza possibili, ad esempio io rendo disponibile la mia casa a luglio per poi andare nella casa dell’altra famiglia a dicembre  – inoltre con Guest to Guest si possono utilizzare anche i Guest Points.
  • Normalmente è prevista una assicurazione acquistata al momento di finalizzare uno scambio e una cauzione in caso di danni.
  • Di solito si concordano le pulizie che vengono fatte dall’ospite prima di ripartire, in alcuni casi (fortunati) in America ci è capitato di trovare la “signora delle pulizie” che si sarebbe occupata di tutto… 😉

Se cercate maggiori informazioni su questo modo di viaggiare nel blog trovate parecchi articoli, qui sotto ve ne riepilogo alcuni che potrebbero esservi utili se volete iniziare:

  • Le regole per lo scambio casa: Trovate qui un po’ di informazioni pratiche per iniziare a scambiare la vostra casa.
  • La nostra esperienza: Questo è uno dei primi racconti che abbiamo scritto riguardo allo scambio casa.
  • Il nostro sogno realizzato grazie allo scambio casa: Il nostro viaggio negli Stati Uniti si è sovlto per metà in camper e per metà in scambio casa. Proprio questo modo di viaggiare ha reso possibile il realizzarsi di quello che per noi era un sogno.
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer