Visitare Palenque, il Messico e l’urlo del Chiapas

Den mio viaggio in Messico ricordo tante cose: i colori, i profumi, la gente. Ma del Chiapas la prima cosa che mi viene in mente è il rumore. Io quel rumore se chiudo gli occhi lo sento ancora nelle orecchie: un fragore intenso, qualcosa che ti vibrava dentro, che arrivava dalla foresta ma non sembrava appartenervi.

La foresta di Palenque in Chiapas

Ricordo che eravamo arrivati da poco in quella specie di camping nel cuore della foresta, proprio accanto all’antico sito maya di Palenque in Chiapas.
Il tempo per fare un giro veloce, appena sufficiente a sgranchirsi le gambe dopo il lungo viaggio e poi era sceso il buio. Insieme alla sera era arrivato quel rumore che pareva provenire dal cuore della foresta che era lì, proprio intorno a noi.

Inizialmente mi ero un po’ spaventata: Era la prima volta che lo sentivo e non capivo cosa potesse essere. Il frastuono era tale da sembrare opera dell’uomo, mi parevano bulldozer o altre macchine simili, eppure senza luce era poco probabile che qualcuno potesse lavorare, tanto più in mezzo alla giungla tropicale.

Quel rumore era svanito e noi ci eravamo guardati senza capire, nella nostra cabana con il tetto di paglia, non trovando una risposta ai nostri interrogativi. Il posto in ogni caso era spettacolare: alcune cabanas, diverse amache, un ristorante dove tutti gli ospiti si ritrovavano per mangiare, bere qualcosa o chiacchierare con il sottofondo di un po’ di musica, tutto molto spartano ma ad un passo dal sito di Palenque e nel mezzo della giungla.

Proprio al ristorante, l’unico posto accessibile per chi come noi era arrivato lì senza un mezzo proprio, ci eravamo diretti anche noi, ricevendo durante la cena la risposta alle nostre domande. “Sono le scimmie!” ci aveva spiegato un’altra ospite italiana della struttura “se volete questa notte andiamo nel sito e da lì potete sentirle meglio…

Non ricordo il nome di quella ragazza, so solo che stava girando il Messico con la sua bambina di cinque anni e quella notte, come tutte le altre, avrebbe dormito in una amaca sotto una palapa proprio lì, ad un passo dalla giungla e da quelle urla incredibili.

Noi dopo cena non ci eravamo uniti a quel gruppo di ragazzi: il viaggio era stato lungo e dopo essere rimasti a chiacchierare per un po’ ce ne eravamo andati a letto, stremati, eppure ancora oggi ricordo l’urlo di quegli animali e il sorriso solare di quella ragazza e mi chiedo come sia incontrare una scimmia urlatrice da vicino…

Informazioni per visitare Palenque in Chiapas

Palenque è un sito archeologico in Chiapas che, nonostante le sue dimensioni abbastanza ridotte, contiene alcune delle opere architettoniche Maya più belle e meglio conservate. Nonostante si stimi che solo una minima parte del sito sia stata riportata alla luce qui troverete templi e iscrizioni che vi lasceranno senza parole, tra tutti il Tempio del Sole.

Noi ci siamo arrivati in autobus durante un viaggio fai da te in Messico facendo tappa sulla strada alle Cascate di Agua Azul, altra delle cose da vedere in Messico. Poi da lì ci siamo spostati verso la costa con un autobus notturno fermandoci a Chichen Iza e poi a Tulum. Se potete dedicate almeno una giornata intera al sito e, se ne avete la possibilità, andate a visitare Yaxchilan – un’altro sito archeologico che si trova tra messico e Guatemala – con una escursione in barca che potrete organizzare proprio da Palenque.

Questo post partecipa alla mia iniziativa “Il foto-viaggiando del lunedì”, ovvero un modo per viaggiare ed emozionarsi tra i ricordi.
Se volete condividere un pezzo del vostro cammino e viaggiare un po’ insieme indicatemi il link al vostro post del lunedì oppure scrivetemi una mail e vi ospiterò qui.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer