Passeggiate a Asiago con bambini e trekking sui sentieri della Grande Guerra

Le passeggiate e i trekking sull’Altopiano di Asiago sono sicuramente una delle ragioni per cui molti scelgono questa destinazione per le proprie vacanze estive. Situato poco lontano da Vicenza, l’Altopiano dei Sette Comuni – questo è in verità il suo nome – è infatti circondato da cime che superano i 2.000 metri di altezza molto amate dagli escursionisti. Eppure la montagna qui sa anche essere dolce, tanto che moltissimi turisti dell’Altopiano sono famiglie desiderose di percorrere i suoi sentieri con lunghe passeggiate.

E proprio le passeggiate da fare ad Asiago e dintorni sono molto particolari: qui si svolsero infatti terribili combattimenti durante la Prima e poi ancora durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma dopo la devastazione subita dall’Altopiano gli sfollati sono rientrati a casa e hanno trasformato i Sentieri della Grande Guerra in passeggiate adatte a tutti, che permettono di godere della bellezza della montagna ma anche di non dimenticare l’orrore della guerra.

Ma andiamo con ordine e, un passo alla volta proprio come in montagna, andiamo a conoscere meglio questa località di montagna in Veneto: qui di seguito troverete quindi alcuni trekking ma anche passeggiate semplici che si possono fare con i bambini sull’Altopiano di Asiago. Pronti ad allacciare gli scarponi?

  1. I Sentieri della Grande Guerra dell’Altopiano di Asiago
  2. Il Sentiero del Silenzio a Gallio
  3. Trekking a Bocchetta Portule da Malga Larigi
  4. I sentieri del Parco Archeologico del Bostel a Rotzo
  5. Attrezzatura per fare trekking sull’Altopiano di Asiago con bambini
  6. Come arrivare sull’Altopiano di Asiago e come spostarsi
passeggiate ad Asiago il Parco Archeologico Bostel di Rotzo

I Sentieri della Grande Guerra dell’Altopiano di Asiago

I Sentieri della Grande Guerra dell’Altopiano sono stati scavati per trasportare merci e uomini al fronte durante la Prima Guerra Mondiale. Sono quindi dolcemente pendenti e semplici da affrontare anche con i bambini ma lungo la passeggiata è possibile riflettere sul passato, grazie ad alcuni dei resti della guerra e a pannelli esplicativi.  Tra i Sentieri della Grande Guerra di Asiago vi segnaliamo, tra gli altri, l’escursione da Malga Fratte alle Melette di Foza, il trekking sul Monte Ortigara, l’escursione in Val Magnaboschi sul Monte Zovetto e l’itinerario per il Forte Campolongo.

Alcuni dei sentieri dell’Altopiano di Asiago poi sono proprio stati realizzati con l’obiettivo si non dimenticare il passato, con installazioni artistiche che permettono agli escursionisti di comprendere megllio ciò che è accaduto. Questi sentieri – uno su tutti il Sentiero del Silenzio in località Campomuletto – sono passeggiate ideali da fare con i bambini ad Asiago perché aiutano non solo a interessare e distrarre i piccoli camminatori ma anche a far comprendere loro il passato del nostro paese.

Di seguito alcune passeggiate che abbiamo testato insieme a nostro figlio durante il nostro soggiorno sull’Altopiano con tutte le informazioni utili per percorrere i trekking.

Sentiero del Silenzio Asiago con bambini

Il Sentiero del Silenzio dell’Altopiano di Asiago

  • Lunghezza: 2km
  • Durata: almeno 1 ora (potrebbe richiedere più o meno tempo a seconda di quanto tempo si dedica alle installazioni)
  • Dislivello: 100 mt
  • Acqua: no
  • Ristoro: in partenza, Rifugio Campomuletto
  • Punto di partenza: Piazzale del Rifugio Campomuletto, Gallio.

Il Sentiero del Silenzio è un percorso circolare immerso nel silenzio del bosco, con installazioni artistiche volute per meditare sugli orrori della guerra che videro in questi luoghi morire migliaia di soldati. La partenza è nel parcheggio del Rifugio Campomuletto, il sentiero si snoda per la maggior parte tra gli alberi, ben segnalato e con pannelli esplicativi.

Il percorso inizia con la scultura della “Pace Ritrovata”, una colomba di pietra in una gabbia di assi, per procedere lungo gli orrori della guera, con la “Speranza”, le “Lettere” dei soldati, i “Testimoni” e gli “Eserciti” e molte altre ancora. Il sentiero termina con l’installazione dei “Frutti Gloriosi”, una scultura raffigurante le piatrine dei militari posta in una buca di granate.

Per percorrere il Sentiero del Silenzio si cammina nel bosco, meglio quindi indossare scarpe con la suola antiscivolo e se siete abituati a usarli, in alcuni punti sono utili i bastoncini da trekking.

I sentiero della Grande Guerra dell’Altopiano di Asiago Boccetta Portule

Escursione alla Bocchetta Portule da Malga Larici

  • Lunghezza: 11 km
  • Durata: 4 ore (andata e ritorno)
  • Dislivello: 241 mt
  • Acqua: no
  • Ristoro: in partenza, Malga Larici di Sotto
  • Punto di partenza: Piazzale della Malga Larici di Fotto.

Il trekking per la Bocchetta di Portule inizia da Malga Larici, dove c’è un parcheggio in cui lasciare l’auto ed è lungo circa 11 km, con un dislivello di 241 metri, da 1.674 fino a quota 1.915mt. Il sentiero – uno sterrato semplice, ampio e mai scoperto – è in leggera ma costante pendenza fino alla Bocchetta. Il panorama è molto bello per tutto il cammino, con gli abeti rossi, la vallata sottostante, il Portule e il massiccio del Verena.

Una volta in cima si trova un grande prato e un tavolo da pic-nic, situato proprio accanto alla postazione utilizzata dall’esercito, italiano prima e austro-ungarico poi, durante la Prima Guerra Mondiale dove ancora oggi sono visibili le cisterne e i resti della teleferica. La salita è fattibile anche con i passeggini da trekking. Per salire sono sufficienti scarpe basse, meglio se con la suola antiscivolo ma in cima potrebbe tirare vento quindi vi raccomandiamo un pile.

Altopiano di Asiago trekking con bambini

I sentieri del Parco Archeologico del Bostel a Rotzo

  • Lunghezza: 2 km
  • Durata: 1 ora (ma dipende dal percorso scelto e dal tempo dedicato al parco)
  • Dislivello: non significativo
  • Acqua: sì, al bar/trattoria del parco
  • Punto di partenza: sono diversi, potete lasciare l’auto al parcheggio della Chiesa di Santa Margherita a Rotzo.

L’archeopercorso di Rotzo è una passeggiata circolare che permette di raggiungere il sito archeologico del Bostel situato su una altura a 850 metri di quota, tra prati, campi e boschi. La principale attrattiva di questa passeggiata dell’Altopiano di Asiago è la visita alla ricostruzione didattica di una abitazione dell’Età del Ferro, una capanna costruita da tronchi di legno e da un tetto di paglia.

Il percorso si svolge in parte su sterrato e in parte su cemento. In loco sono presenti molti sentieri che permettono di conoscere la zona con anche pannelli esplicativi. La zona di Rotzo è quella più calda di tutto l’altopiano, attrezzatevi quindi con abbondante acqua e un cappellino per riparare la testa. Non sono necessarie scarpe con suola antiscivolo ma sono comunque consigliate ed è in ogni caso necessario indossare scarpe chiuse.

I sentieri della Grande Guerra ad Asiago Salita alla Boccetta Portule da Malga Larici

Attrezzatura per trekking sull’Altopiano di Asiago con bambini

Per ognuna di queste passeggiate dell’Altopiano di Asiago vi abbiamo segnalato qualche nota sull’attrezzatura utile, qui sotto trovate poi ciò che abbiamo utilizzato noi durante le escursioni. Una cosa a cui prestare attenzione, sulle Dolomiti ma in generale in montagna, sono le zecche, anche per questo trovate qualche informazione più sotto.

Equipaggiamento per i trekking ad Asiago con bambini

  • Scarpa da trekking: io preferisco sempre utilizzare scarpe impermeabili, con suola antiscivolo. In questo caso sono sufficienti scarpe basse, per il bambino abbiamo usato le Cross Rock di Decathlon;
  • T-shirt: scegliete t-shirt traspiranti, che asciugano in fretta e non di cotone (che trattengono il sudore). Questo modello di maglia da bambino oltre ad essere traspirante protegge anche dai raggi UVA e UVB;
  • Pantaloni: personalmente utilizzo per me ma anche per mio figlio i pantaloni con la zip, che sono comodi da trasformare in lunghi se necessario. Quelli da bambino che utilizziamo sono questi;
  • Calzini da trekking: noi preferiamo utilizzare calzini appositamente pensati per il trekking con rinforzi per evitare vesciche, ci sono anche per i bambini;
  • Pile: da avere sempre nello zaino, anche nelle giornate più calde, quando si cammina in montagna;
  • Bastoncini da trekking: i bastoncini sono di aiuto sui sentieri impervi, scivolosi e nel bosco. Esistono anche quelli da bambini come questi bastoncini di Decathlon, quelli da adulti invece non vanno bene perché non si bloccano alla misura giusta;
  • Zaino da trekking: se i vostri figli sono abituati allo zaino la cosa migliore è acquistare uno zainetto (questo è quello di nostro figlio, da 18L, con schienale regolabile e traspirante). Evitate invece cartelle e zaino da scuola che non sono ergonomici nè adatti per lunghe passeggiate in montagna.
  • Borraccia: è importante far bere i bimbi garantendo la giusta idratazione anche quando, magari, non fa così caldo da sentire la sete. Noi abbiamo testato la pipetta per l’acqua che si aggancia alla borraccia e, magia, bere è diventato un gioco divertente (nonchè più comodo visto che non si deve togliere la borraccia dallo zaino!). Se non sapete di cosa si tratta cliccate su questo link.

Zecche in montagna: abbigliamento e repellenti

Ultima informazione che vi diamo è relativa alle zecche. Questi fastidiosi animali vivono in montagna, anche in alcune zone dell’Altopiano di Asiago, soprattutto dove si trovano le pecore e/o gli ungulati e in particolare sotto ai 1.500 metri di quota. Noi non abbiamo per fortuna mai avuto problemi ma vi segnalo che esistono in commercio repellenti anti insetti da spruzzare prima del trekking adatti anche per bambini (come questo naturale o quest’altro di Autan, cliccate però sul link per saperne di più). La cosa però migliore in questi casi è utilizzare scarpe chiuse (meglio se alte), pantaloni lunghi e, quando si attraversano tratti erbosi, infilare i pantaloni nei calzini (ovviamente le calze lunghe da trekking come queste).

Trekking sull’Altopiano di Asiago in famiglia

Come arrivare all’Altopiano di Asiago e come spostarsi

L’Altopiano di Asiago è una località montana in Provincia di Vicenza che in realtà si trova al confine tra Veneto e Trentino. Il modo migliore per arrivare e soprattutto per spostarsi sull’Altopiano di Asiago è la macchina (noi abbiamo fatto così) ma esistono anche i mezzi pubblici. Da Milano bisogna percorrere l’autostrada Milano –Venezia fino a Vicenza, poi la A31 uscendo a Piovene Rocchette. Da lì si prende poi la SS 349  fino all’Altopiano. Dalle stazioni di Vicenza e di Bassano del Grappa ci sono i bus che salgono all’Altopiano di Asiago.

I consigli per passeggiate e trekking con bambini sull’Altopiano di Asiago terminano qui, se vi è stato utile questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube per leggere le nostre esperienze in montagna e non solo. Ringraziamo Decathlon Italia che ci ha permesso di testare l’attrezzatura per questo reportage e FeelGood Altopiano per il supporto e l’ospitalità.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer