Dove vedere il tramonto a Parigi

Ci sono luoghi che sono speciali, fatti di arte e magia, e lo sono da sempre e per sempre, non importa quante volte ci andrai e neanche quanti altri pezzi di mondo visiterai, lo sono e basta, perché lì ogni pietra si porta dentro un frammento di quella magia e l’arte si percepisce ad ogni angolo. Uno di questi è Parigi, la Ville Lumiere.

E cosa c’è di più romantico che vedere il tramonto a Parigi insieme a chi si ama?

Quindi e state organizzando un viaggio in città non dimenticate di lasciare un po’ di spazio nel vostro (fittissimo) programma per vedere il tramonto in un luogo speciale. E se non sapete dove andare ecco qui 3 posti romantici per ammirare il tramonto su Parigi per le coppie innamorate, con tanto di poesia di Jacques Prevert nella mente…

Posti per vedere il tramonto a Parigi

Ecco tre posti per vedere un tramonto romantico a Parigi. Ovviamente poi ce ne sarebbero molti altri ma … iniziamo da questi, ok? Poi se invece cercate consigli su cosa vedere in 5 giorni nella Ville Lumiere seguite il link.

La Basilica del Sacro Cuore

La Basilica si trova in cima alle colline di Montmartre ed è il punto più alto della città. Per questo motivo la vista su Parigi è semplicemente meravigliosa e verso l’imbrunire vi si radunano moltissime persone per ammirare il tramonto. La scalina diventa così un luogo gremito di famiglie, coppie e amici, qualcuno si porta qualcosa da bere da casa ma se ve lo dimenticate non temete: in loco troverete anche dei venditori di bibite e birre! 😉

La Senna

Se amate il poeta Prevert probabilmente non potrete resistere al fascino di guardare il tramonto sulla Senna. Ma la cosa migliore è assistervi da uno dei batteli che organizzano le crociere fluviali con cena a bordo.

Un tramonto a Parigi indimenticabile e super romantico.

La Tour Montparnasse

Questa torre di Parigi è alta 210 metri e al 59esimo piano si trova una terrazza aperta ai visitatori che offre una vista panoramica meravigliosa. Ovviamente il momento migliore per andarci è il tramondo e se volete vivere un’esperienza speciale tenete presente che nella torre di Montparnasse si trova anche un ristorante…

Il nostro tramonto speciale a Parigi

Ho iniziato questo posto parlando di luoghi magici, come è appunto la Ville Lumiere. Ma ci sono anche persone che quella magia e quell’arte se la portano dentro, la respirano, la vivono, la interpretano con ogni cellula del proprio corpo.

E allora metti una sera d’agosto in una Parigi bollente che sembra non respirare, stretta com’è in una cappa di aria calda e metti il quartiere di Montmartre, i suoi artisti di strada e i suoi angoli suggestivi, accarezzati da un vento fresco che ritempra la mente e il corpo. Aggiungi una scalinata dove si gode una delle viste più incantevoli sulla Ville Lumiere e un tramonto in cui le chitarre suonano e una fiumana di persone si rilassa seduta sui gradini, sorseggiando birra fresca.

Poi la musica accelera, amplificata e battente, ed un ragazzo dalla pelle scura come l’ebano e i muscoli guizzanti, si fa largo con un pallone tra le mani, guadagnandosi un posto in prima fila di fronte a centinaia di occhi curiosi, mentre ai suoi piedi si stende Parigi al tramonto. Le sue evoluzioni iniziano ad attirare qualche sguardo e come per magia quando quel pallone diventa un’estesione del suo corpo, le macchine fotografiche, fino a quel momento volte a catturare i dettagli della basilica del Sacre Coer, cambiano obiettivo, levandosi ad immortalare quell’incredibile e imprevisto spettacolo, tra applausi e grida di incitamento di una piccola folla ora radunata lì attorno.

Lui, l’artista, incurante, continua il suo show e sale sempre più in alto fino ad arrivare in cima: sotto di lui la città, sopra solo cielo e libertà. Quando tutto finisce e la musica si spegne rimangono solo le mani che si stringono e la magia di un tramonto a Parigi in un quartiere di artisti

La poesia più romantica su Parigi

Non ho resistito e vi ho messo anche la poesia più romantica dedicata alla Ville Lumiere, chissa che non vi sia di ispirazione per una serata romantica a Parigi… 😉 (l’autore è ovviamente Jacques Prevert).

Un jour je suis monte si haut que j’ai vu paris tout petit

et de tout la-haut la ville ressemblait a un coeur

et la seine n’etait plus qu’un trait et ce trait couoait le coeur en deux parties

qui semblaient battre chacune de leur cote comme si de rien n’etait

alors j’ai soudain compris l’attrit exerce par les quais sur les amoreux de paris

Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo (sharing is caring 😉 ) e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

10 commenti su “Dove vedere il tramonto a Parigi”

  1. Non sono mai stata a Parigi. Sarà per questo che ripongo in questa città grandi aspettaative.. talmente grandi che ho paura si rimanere delusa!
    Questo fotoviaggiando mi fa sognare… spero di poter sperimentare presto quel che dici in queste righe (e verificare se Parigi è all’altezza delle mie aspettative)

  2. Che gusto leggerti, scrivi così bene.
    Amo Parigi, ci sono stata 6 volte e ci ritornerei altre 100 volte..amo ogni singolo angolo, via, museo, ristorante. Amo il cibo francese e i francesi, la lingua francese.
    Anch’io ho un aneddoto da raccontarti proprio successo vicino a Montmartre. Sai come la chiamano questa bellissima chiesa?ho sentito una guida che diceva a dei turisti che loro i parigini la definiscono una torta spumosa fatta da un pasticcere pazzo. Ma non era questo l’aneddoto.
    L’ultima volta che sono stata lì, ci sono stata con mio marito e quando siamo arrivati su abbiamo visto un signore seduto ai piedi dell’ultima scalinata che con un microfono descriveva i cagnolini che faceva con un piccolo ferretto e del tessuto colorato. Da quanto simpatico era me ne sono fatta fare uno rosa e bianco e da quanto mi piaceva sta cosa così particolare l’ho anche filmato. Baci

  3. ciao! leggerei volentieri il post ma è tardi e Morfeo sta passando a prendermi.
    Passo solo per dirti che…ma com’è possibile che io non sia capitata qui prima?!?!
    C’è un mucchio di roba interessante…di che prendere spunto per i prossimi dieci viaggi!
    ripasserò, ad orari più vigili!

Lascia un commento