Perché vedere Trapani (e anche i dintorni)

Trapani è una città di partenze e arrivi, lo testimonia la sua storia ma anche la sua trafficata area portuale da sempre luogo di arrivi, partenze e conquiste. Nella sua baia alla fine del ‘200 sbarcarono infatti gli Spagnoli che da lì partirono alla conquista della Sicilia poi e il suo porto è stato crocevia dei commerci tra Venezia e Cartagine. Ma anche oggi Trapani è spesso scelta dai viaggiatori perché proprio da qui ci si imbarca per andare alle Egadi, a Pantelleria e verso la Tunisia.

Ma allora, se per tanti si tratta di una città di passaggio, vale la pena di fermarsi a vedere Trapani? Secondo noi, inutile dirlo, sì. Ormai ci conoscete: amiamo le città “tutte da scoprire”, quelle per intenderci per cui a fatica si trovano poche righe sulle guide e che, per conoscerle davvero, ti serve che qualcuno ti dia i consigli giusti. Ci piace perderci lì dove in tanti dicono “sia tempo perso”, inseguire quel pensiero curioso che ti fa uscire dagli schemi e dall’itinerario perfetto. E così abbiamo deciso di dormire a Trapani.

La decisione di vedere Trapani e rimanerci due giorni, a scapito di altre famose località della zona come San Vito lo Capo, l’abbiamo presa sulla carta e a posteriori non ce ne siamo pentiti. Perciò, sebbene però in molti considerino questa città solo un punto di passaggio, il nostro invito è fermarsi a conoscerla perché ne vale la pena. Con l’augurio di essere fortunati quanto lo siamo stati noi e di incontrare come nel nostro caso qualcuno innamorato della città che abbia voglia di svelarvene i segreti. Ma siamo sicuri che con la gentilezza dei siciliani non sarà per nulla difficile! Qui sotto se vi va trovate qualche consiglio per visitare Trapani e un video dedicato alla città. Enjoy! 🙂

[cml_media_alt id='10701']Trapani - Le Mura di Tramontana[/cml_media_alt]
Trapani – Le Mura di Tramontana
[cml_media_alt id='10698']Trapani - La passeggiata lungo le Mura di Tramontana[/cml_media_alt]
Trapani – La passeggiata lungo le Mura di Tramontana

Informazioni per visitare Trapani

Cosa vedere a Trapani

Il centro storico di Trapani sorge su una lingua di terra a forma di mezzaluna, stretto tra il mare e le saline: qui fino a non molto tempo fa le attività principali erano la pesca del corallo, come testimoniano alcuni dei negozi in centro dove troverete bellissimi gioielli realizzati con questo materiale, e ovviamente il tonno. Quindi la prima cosa che vi consigliamo di vedere a Trapani è, manco a dirlo, il porto, dove, poco lontano dalle barche dei pescatori si svolge il pittoresco mercato del pesce che, se avrete scelto di affittare una casa, sarà un ottimo posto dove fare acquisti per la vostra cena.

Dal lungomare Dante Alighieri avviatevi poi verso via Garibaldi per una passeggiata lungo le Mura di Tramontana, ovvero le antiche fortificazioni della città che, oltre al forte vento, vi garantiranno la possibilità di fotografare interessanti scorci della città. Una volta scesi dalle mura, perché la passeggiata si trova sopraelevata rispetto alle vie della città, dirigetevi verso il centro pedonale dove si trovano eleganti negozi, palazzi barocchi e alcune splendide chiese. Lì vi consigliamo tre chiese da vedere a Trapani: la Cattedrale di San Lorenzo, la Chiesa del Purgatorio e la Chiesa del Collegio dei Gesuiti.

[cml_media_alt id='10697']Trapani - La chiesa dei Gesuiti[/cml_media_alt]
Trapani – La chiesa dei Gesuiti
[cml_media_alt id='10700']Trapani - La via pedonale del centro storico[/cml_media_alt]
Trapani – La via pedonale del centro storico
[cml_media_alt id='10703']Trapani - Particolare di una chiesa[/cml_media_alt]
Trapani – Particolare di una chiesa

La Cattedrale è forse la più famosa chiesa di Trapani, con la sua facciata barocca e gli interni luminosi, la seconda è la Chiesa del Purgatorio, famosa per i Misteri. I Misteri di Trapani sono statue lignee a grandezza naturale e risalenti al ‘700 che raccontano la passione di Cristo e vengono portate in processione durante il periodo di Pasqua. Noi abbiamo avuto la possibilità di vederle proprio poco prima della processione mentre erano in corso alcuni lavori di ristrutturazione e sono veramente molto belle. La terza chiesa da vedere a Trapani secondo noi è la Chiesa dei Gesuiti, con la sua preziosa sacrestia lignea e i meravigliosi “marmi mischi”: si tratta di decorazioni fatte con marmi di diversi colori e per vederne di altrettanto belli dovrete andare a Palermo alla chiesa del Gesù (Chiesa Professa).

Se avete tempo vi consigliamo poi di andare a vedere la Basilica di Maria Santissima Annunziata dove è conservata la statua di marmo della Madonna di Trapani. A questa scultura è legata una curiosa leggenda: pare infatti che durante il periodo delle Repubbliche Marinare arrivò nel porto di Trapani una nave proveniente dalla Siria e diretta verso Pisa che si dovette fermare per un’avaria. La nave conteneva la statua della Madonna e i trapanesi, quando di resero conto della meraviglia che si trovava al suo interno desiderarono tenere la statua per sé. Per ottenere il proprio scopo proposero però un patto ai pisani: avrebbero messo la Madonna su un carro trainato dai buoi e lei avrebbe scelto dove andare: se si fosse diretta verso il mare sarebbe stata nuovamente imbarcata in direzione di Pisa, mentre se si fosse diretta verso le montagne sarebbe rimasta a Trapani. Pare che la Vergine decise per Trapani e dove si fermò il carro venne edificato il Santuario dell’Annunziata.

[cml_media_alt id='10699']Trapani - La statua dedicata a Garibaldi[/cml_media_alt]
Trapani – La statua dedicata a Garibaldi
[cml_media_alt id='10696']Trapani - I portici[/cml_media_alt]
Trapani – I portici
[cml_media_alt id='10702']Trapani - Le vie del centro storico[/cml_media_alt]
Trapani – Le vie del centro storico

Cosa fare vicino a Trapani: le Saline di Nubia e Erice

A questo punto, concluso il giro della città, dedicatevi a vedere i dintorni di Trapani e in particolare due attrattive secondo noi imperdibili: le Saline di Nubia e la piccola Erice. Le saline sono una delle cose da visitare a Trapani assolutamente, un tempo il sale era il tesoro di questa terra, oggi non è più così ma i mulini a vento e le piramidi bianche sulla riva dei canali rimangono lì, a testimonianza del passato, rendendo suggestivi questi luoghi dove vale la pena di trascorrere qualche ora, magari al tramonto. Noi abbiamo visitato la Salina Calcara, che risale al 1400 ed è situata in una zona di riserva del WWF: al suo interno vengono organizzate visite guidate con anche degustazioni di prodotti tipici ma volendo è possibile visitare autonomamente le saline che sono veramente spettacolari.

Un’altro must da vedere vicino a Trapani è poi Erice che si trova su un monte che sovrasta il porto della città. La montagna in sé non è altissima e la cittadina si trova solamente 750 metri sopra il livello del mare ma salire fino a lì è sufficiente per vedere drasticamente cambiare il paesaggio e anche il clima. La strada che sale a Erice da Trapani, dopo aver regalato splendidi panorami sulla baia, attraversa infatti fitti boschi e non è inusuale arrivare in cima e trovare… la nebbia! 🙂 Erice poi è un minuscolo borgo medievale circondato la mura in cui sono custoditi viottoli stretti e antiche chiese, nonché una delle migliori pasticcerie di tutta la Sicilia: la pasticceria di Maria Grammatico.

[cml_media_alt id='10713']Le famose paste di Maria Grammatico[/cml_media_alt]
Le famose paste di Maria Grammatico
[cml_media_alt id='10712']Erice avvolta dalla nebbia[/cml_media_alt]
Erice avvolta dalla nebbia
[cml_media_alt id='10707']Erice[/cml_media_alt]
Erice

Dove dormire a Trapani

Noi siamo stati ospiti di un B&B che si trova proprio davanti al porto di Trapani, il B&B Belveliero. La struttura è a gestione familiare, le camere sono ampie e pulite e a colazione si possono assaggiare alcuni prodotti tipici trapanesi. Il B&B si trova poi in un’ottima posizione per visitare Trapani a piedi, dimenticando la macchina nel parcheggio lì di fronte per poi riprenderla al momento della partenza. Il B&B offre agli ospiti anche alcune convenzioni per la visita alle saline e per altre attrazioni di Trapani. In questo post trovate maggiori informazioni sul nostro soggiorno mentre cliccando sul nosme della struttura potete verificare prezzi e recensioni.

Dove mangiare a Trapani e cosa assaggiare

In centro a Trapani troverete moltissimi ristoranti dove assaggiare specialità tipiche, noi vi consigliamo però una gastronomia tipica siciliana dove spendere poco e mangiare ottimo cibo tipico. Si tratta di Pizza & Pizza che si trova proprio dietro al palazzo del comune, lì troverete arancine, panini e pizze di ogni tipo.

Inoltre da assaggiare a Trapani ci sono le Cassatelle, un dolce di pasta tipo frolla con ripieno di ricotta e i Genovesi, con la crema. La storia di questi ultimi vale la pena di essere raccontata: pare infatti che intorno al 1200 i genovesi si stabilirono a Trapani con un consolato in città, per omaggiarli e come ringraziamento per gli ottimi affari, la popolazione creò questo dolce che fu chiamato come gli abitanti di Genova e che dà il meglio si sé se mangiato caldo.

[cml_media_alt id='10656']Itinerario in auto in Sicilia - Le saline di Marsala[/cml_media_alt]
Le saline di Marsala
[cml_media_alt id='10708']Il centro storico di Marsala[/cml_media_alt]
Il centro storico di Marsala
[cml_media_alt id='10709']Il famoso vino che prende il nome dalla città di Marsala[/cml_media_alt]
Il famoso vino che prende il nome dalla città di Marsala

Altre cose da vedere non lontano da Trapani

Se all’interno del vostro itinerario in Sicilia decidete di visitare Trapani non potete mancare una sosta a Marsala che dista solo mezz’ora in auto dalla città, se cliccate sul link potete leggere il nostro racconto con le informazioni per la visita. Anche Marsala, famosa per il suo vino liquoroso, è tutta da scoprire proprio come Trapani ed è un’ottima ragione per allungare il vostro periodo in zona! 😉

E ovviamente vicino a Trapani c’è anche San Vito lo Capo che dista meno di un’ora dalla città e di cui vi abbiamo raccontato in questo post.

Oltre Trapani: altri consigli per un viaggio in Sicilia

Del nostro tour in Sicilia abbiamo scritto veramente tanto, sul blog trovate parecchi articolo ma se cercate qualche consiglio per organizzare la vacanza qui sotto trovate qualche informazione:

  • Un itinerario in Sicilia: Il nostro viaggio è iniziato a Catania e si è concluso a Palermo e ci siamo fermati in alcune delle più belle città del Barocco Siciliano, come Ragusa e Noto. Tutte le tappe del nostro viaggio in Sicilia le trovate nell’articolo, vi basterà seguire il link per leggere i dettagli.
  • Cosa assaggiare in Sicilia: La Sicilia è una delle regioni che danno maggiore soddisfazione dal punto di vista gastronomico. Trovate i consigli su cosa mangiare in Sicilia, con anche alcuni locali dove preparano meravigliose specialità tipiche nel post.
  • Affittare la macchina in Sicilia: La nostra esperienza e alcuni consigli pratici per guidare in Sicilia.

Qui sotto poi trovate il nostro video dedicato a Trapani, se volete vedere altri video del nostro viaggio in Sicilia potete iscrivervi al canale YouTube dove c’è una sezione dedicata a questa regione.

Lascia un commento