La cozza di Cervia, uno dei prodotti tipici della Romagna

Oggi vi presento la cozza di Cervia. Non ridete perché non è una battuta, bensì uno dei prodotti tipici dell’Emilia Romagna e in particolare di questa città, apprezzato da locali e turisti ed anche esportato in tutta Europa.

Quella di quello milite è, insomma, una faccenda serissima, che muove l’economia della zona e delizia i palati di buongustai italiani e stranieri. Una delle specialità romagnole conosciute in tutto il mondo!

Cozzari in azione a Milano Marittima

Specialità da provare in Romagna: la cozza di Cervia

Gli allevamenti di cozze sono infatti una realtà molto importante per questa zona della Romagna – forse più conosciuta ai più per la vita da spiaggia di Milano Marittima – dove oltre a Cervia, ci sono allevamenti anche a Cesenatico e Bellaria. Per questa ragione la cozza di Cervia è una delle specialità romagnola da assaggiare assolutamente durante una vacanza!

Ma prima di pensare a “metterci a tavola” vi racconto qualcosa in più di questo mitile romagnolo. A Cervia, una città stretta tra la pineta e il mare, i molluschi neri vengono allevato in acque “di tipo A” (ovvero le più pulite) ed in modo biologico, facendone un prodotto di prima qualità. Noi abbiamo avuto la possibilità di conoscere i produttori della zona e chiacchierando con Fabrizio – il responsabile commerciale della Fenice Miticoltura, uno delle aziende di pescatori di Cervia – abbiamo scoperto qualcosa di più della strana vita di una cozza.

Secondo voi ad esempio le cozze si allevano o si coltivano?

La risposta non era scontata per me e in realtà si tratta di allevamenti. Ma questa attività dalla legge viene assimilata alle coltivazioni agricole. Quindi in qualche modo i cozzari – così sono chiamati i marinai di queste imbarcazioni – sono sia pescatori che coltivatori. Buffo, non trovate?

Allevamenti di cozze in Italia e dove mangiare le cozze a Cervia

Rispondendo alle nostre domande Fabrizio ci ha spiegato qualche curiosità sull’allevamento delle cozze tipiche della Romagna. Ad esempio abbiamo scoperto che dalla “slattazione” al momento in cui i mitili possono essere raccolti passa circa un anno. Inoltre i “semi” dei mitili vengono messi in corda e ad ogni vendita sono rimesse in mare le nuove cozze, secondo un sistema di allevamento chiamato long-line.

La pesca delle cozze a Cervia è stagionale: ogni giorno da gennaio ad agosto i pescatori escono all’alba con le loro barche per la raccolta e ritornano all’ora di pranzo. Nel resto del tempo le barche non possono pescare! Una volta rientrate in porto le trecce vengono scaricate dalle imbarcazioni e acccatastate nel porto: potete così vederle brillare al sole, lucide e nere, adagiate le une addosso alle altre fino a formare dei veri e propri muri che saranno poi trasportati altrove. Alcuni di questi mitili sono destinati alla vendita per il consumo diretto, altri andranno in nuovi allevamenti dove completeranno il loro processo di maturazione per poi essere cucinare e apprezzate dai buongustai italiani ed europei.

Per questo attenzione quando andate al ristorante “fuori stagione” per mangiare le cozze perchè – a meno di scegliere uno dei ristoranti del porto – non assaggerete la vera cozza specialità di Cervia ma probabilmente qualche “cugina” di importazione! 😉

Prodotti tipici di Cervia: cozze, sale, piadina e cardo

Il mio consiglio se deciderete di trascorrerete come noi qualche giorno da queste parti è di non mancare di provare un piatto di queste cozze. I piatti tipici della Romagna a base di cozze sono diversi: assaggiatele gratinate, con gli spaghetti o alla marinara. Ma scegliete proprio uno dei ristoranti del Porto, gli unici dove le cozze di Cervia – freschissime – sono disponibili tutto l’anno, dato che questi locali ne vengono riforniti con piccole quantità anche durante il periodo della riproduzione.

Durante una vacanza in Romagna però non mancate però di assaggiare anche gli altri prodotti tipici di Cervia: il cardo, la piadina romagnola e ovviamente il sale delle Saline di Cervia! Tutte specialità che sono una ragione in più per venire da queste parti, anche fuori stagione.

I consigli sulle specialità da provare in Romagna terminano qui. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo perché… sharing is caring! 😉 Se avete dubbi o domande contattateci su Facebook, Instagram o YouTube saremo felici di rispondervi.

2 commenti su “La cozza di Cervia, uno dei prodotti tipici della Romagna”

Lascia un commento