Recensione Panansonic GH4

Recensione della Panasonic GH4

Come promesso dopo aver testato la Panasonic GX8 oggi vi parlo della sua “sorella maggiore”, ovvero la Panasonic Lumix GH4, l’ormai ex top di gamma, che ho testato a lungo durante il nostro viaggio in America.  Anche in questo caso, come per la Panasonic GX8, la GH4 è stata la mia unica macchina fotografica durante tutto il viaggio durato 70 giorni e con essa ho realizzato sia le fotografie del nostro on the road che i video. Anche questa volta quindi il mio obiettivo è darvi qualche spunto utile per chi sta valutando di acquistare una nuova fotocamera, con i pro e i contro di questo modello della Panasonic uscito ormai qualche tempo fa.

Ma prima di iniziare con le caratteristiche e i risultati del mio test una domanda è d’obbligo: ha ancora senso acquistare una Panasonic GH4 quando è già uscito il modello nuovo, ovvero la GH5? Secondo me la risposta è sì perché questa macchina, che è stata uno dei modelli di punta della Panasonic per parecchio tempo, continua a performare benissimo e, proprio grazie all’uscita della nuova fotocamera i prezzi si sono abbassati parecchio. Ovviamente questo è il mio parere personale, qui sotto nel video invece vi riporto la mia esperienza con la macchina.

Recensione di Panasonic Lumix GH4: le caratteristiche

La Lumix GH4 è una mirrorless con sensore micro 4/3, che abbiamo accompagnato con due obiettivi zoom, rispettivamente il 14-140 che fa parte del Kit che avevamo in prova e il super grandangolo Lumix G Vario 7-14 che ho trovato davvero molto luminoso e divertente. Di seguito vi indico quelle che sono le caratteristiche principali di questa macchina fotografica della Panasonic:

  • Maneggevolezza e peso: La macchina pesa poco più di mezzo kg (per il solo corpo macchina) che salgono a circa 750 grammi con lo zoom 14-140, mentre le dimensioni sono 133 x 84 x 93 mm. Quindi peso e ingombri sono davvero contenuti anche se la qualità del prodotto resta decisamente elevata.
  • Riprese in 4K: Questa panasonic è stata la prima a permettere di effettuare le riprese video in 4K e raffiche da 12 fps fino a 100 fotogrammi consecutivi in jpg.
  • Ghiere di controllo e sistema touch screen: Come ci si aspetta da una macchina semiprofessionale, la GH4 è dotata di diverse ghiere di controllo e pulsanti (di cui 5 personalizzabili) che consentono di attivare specifiche funzioni in maniera rapida senza dover passare dal pur ottimo e ben organizzato menù Panasonic.
  • Display snodabile: Il display è touch screen ed è completamente snodabile il che permette di effettuare riprese in stile Vlog sapendo sempre ciò che la camera sta inquadrando.
  • Corpo tropicalizzato: La Lumix GH4 ha una costruzione solida con corpo in lega di magnesio tropicalizzata che non teme quindi polvere e pioggia. In questo modo potrete portarla con voi in ogni occasione senza paura di rovinarla.
  • Doppio Jack Audio per Microfono e Cuffie: La vocazione da video making della GH4 si vede anche da questi dettagli, infatti, sono presenti ben due jack audio da 3,5 mm, uno dedicato ai microfoni esterni ed uno per agganciare cuffie o auricolari. Quest’ultima caratteristica è davvero molto rara da trovare soprattutto in questa fascia di prezzo ed è fondamentale per tenere sotto controlla la qualità dell’audio durante le riprese video.
  • NFC: Presente ovviamente anche l’NFC che consente, in abbinamento con l’app di Panasonic per Android e iOS, di trasferire rapidamente le foto sullo smartphone per la condivisione.

[cml_media_alt id='11392']San Francisco - Il Golden Gate Bridge[/cml_media_alt]

[cml_media_alt id='12284']Foto in notturna dell'Acropoli di Atene realizzata con zoom massimo e senza treppiede[/cml_media_alt]
Foto in notturna dell’Acropoli di Atene realizzata con zoom massimo e senza treppiede

Perché mi è piaciuta la Panasonic Lumix GH4

Dopo le caratteristiche tecniche della Lumix GX8 più rilevanti secondo me ecco perché questa macchina fotografica della Panasonic mi è piaciuta:

  • Porte laterali per le cuffie: Come ho già evidenziato la presenza del jack per le cuffie è una caratteristica davvero top per chi come me utilizza la camera anche per realizzare video. Io l’ho utilizzata tantissimo per verificare immediatamente la qualità dell’audio anche in ambienti particolarmente rumorosi. Per chi fa reportage di viaggio, infatti, non c’è nulla di più spiacevole che ritrovarsi un audio inutilizzabile una volta tornati a casa.
  • Impugnatura ergonomica: Grazie alla particolare costruzione del corpo macchina, la GH4 sta davvero bene in mano e si impugna come una reflex, con la differenza che grazie al peso davvero contenuto è facile da tenere anche con una mano sola. Questo è secondo me un grande plus per questa macchina fotografica.
  • Display completamente articolato: Altra caratteristica che rende la GH4 perfetta per i Vlogger è lo schermo orientabile a 360 gradi. Grazie ad esso è possibile sempre tenere sotto controllo l’inquadratura. Davvero molto pratico e funzionale.
  • Durata della batteria: Secondo la casa la batteria in dotazione consente di effettuare almeno 300 scatti prima di dover effettuare la ricarica. In realtà, utilizzando la modalità “display intelligente” che spegne il display quando stiamo utilizzando il mirino è possibile prolungare di molto la durata della batteria. Io sono sempre riuscito a utilizzare la macchina per una intera giornata (a volte anche due) senza dovermi preoccupare della ricarica.
  • NFC: Anche per la GH4 come per la GX8 il tag NFC mi è risultato molto comodo per le condivisioni sui social.

[cml_media_alt id='11645']Vedere New Yorl - Top of the Rock[/cml_media_alt]
Inquadratura da Vlogger
[cml_media_alt id='11590']Chicago - Il Millennium Park[/cml_media_alt]
Chicago vista con il supergrandangolo Panasonic G Vario 7-14
[cml_media_alt id='11475']Il nostro viaggio in camper in USA - Horseshoe bend[/cml_media_alt]
Il nostro viaggio in camper in USA – Horseshoe bend

Cosa invece mi sarei aspettato di più dalla GH4

Come vi ho anticipato questa è una delle macchine fotografiche che sto valutando per l’acquisto quindi, fermo restando che la perfezione non esiste, ecco cosa mi sarei aspettato “di meglio” dalla Lumix GH4.

  • Stabilizzazione solo sull’obiettivo: Purtroppo la Panasonic GH4 non è dotata della doppia stabilizzazione ottica, come invece la nuova GH5. La stabilizzazione ottica infatti è presente solo sull’obiettivo in kit e, sebbene la qualità delle riprese video sia comunque notevole, questo è uno dei due aspetti sul quale la GH4 comincia a sentire il peso del tempo.
  • Messa a fuoco non così rapida: Panasonic utilizza un sistema di messa a fuoco denominato ‘Depth From Defocus AF’ decisamente all’avanguardia nel momento in cui uscì, ma che ora, a distanza di qualche anno, non è più tra i migliori nel segmento mirrorless. Nelle videoriprese infatti la macchina non è sempre veloce nella messa a fuoco e mostra qualche incertezza. Niente di particolarmente grave, ma a volte si nota una certa pigrizia nella messa a fuoco.

Grazie alla collaborazione con Panasonic ho potuto testare questo modello che volevo anche confrontate con la “cugina” GX8. Se siete interessati a leggere la recensione anche si questa macchina fotografica potete cliccare qui mentre se volete vedere alcuni dei video realizzati con la Panasonic Lumix GH4 potete guardare i quelli relativi agli USA pubblicati sul nostro canale YouTube (per le immagini invece oltre a quelle di questo articolo potete dare uno sguardo a quelli pubblicati sul nostro account instagram con il tag #lumixgh4). Infine qui sotto trovate il video con la recensione completa della macchina fotografica e se volete verificare i prezzi per l’acquisto potete trovarla su Amazon qui.

*test prodotto

Roberto

Roberto

Geek con la passione per le persone. Quando non programmo, viaggio nel mondo o per il web. Volevo fare l'architetto poi sono diventato ingegnere. Ma mi è rimasto l'amore per tutto ciò che è bello oltre che tecnologico e così ho fondato una start-up. #Geek #Dad #NBAaddicted #Startupper