Come ridurre i rifiuti in cucina in modo facile

Ridurre i rifiuti in cucina è una delle cose più importanti per gestire l’impatto della nostra vita sull’ambiente. Ovvio, è impossibile arrivare a un “impatto zero”, ma certamente prestando attenzione ai consumi, agli sprechi e, soprattutto, agli acquisti si può ridurre il quantitativo di scarti che, inevitabilmente, finiscono per essere gettati.

Ma quali sono le regole per ridurre i rifiuti in cucina?

10 regole per ridurre i rifiuti in cucina

Ecco le 10 regole per ridurre i rifiuti in cucina e inquinare meno:

  1. Bere acqua del rubinetto
  2. Evitare di acquistare prodotti con eccessivi imballaggi
  3. Acquistare frutta e verdura di stagione da coltivatori locali
  4. Comprare alimenti sfusi
  5. Preferire i freschi invece che i confezionati
  6. Dividere l’immondizia e riutilizzare
  7. Scegliete il vetro piuttosto che la plastica
  8. Fare il compost anche sul balcone
  9. Utilizzare i gruppi di acquisto (GAS)
  10. Abolire le mono-confezioni
Ridurre i rifiuti in cucina - Bere acqua del rubinetto
Ridurre i rifiuti in cucina – Bere acqua del rubinetto

Consigli per non sprecare e per inquinare meno in cucina

Queste le regole – o forse dovremmo chiamarle “buone pratiche” – per ridurre gli sprechi e per inquinare meno. Quali sono però le azioni in concreto? Ecco alcuni utili consigli per inquinare meno in cucina (o partendo dalla cucina!).

Ridurre i rifiuti abolendo le bottiglie di plastica

Una delle principali cause dell’inquinamento è la plastica e, purtroppo, la sua immissione nell’ambiente parte proprio dalla cucina. Per questo scegliete se possibile bibite in contenitori di vetro.

Per quanto riguarda il consumo di acqua la migliore alternativa per non inquinare è bere quella dell’acquedotto.

Dove possibile ovviamente! In caso negativo tenete presente che in commercio ci sono dei depuratori da montare direttamente sui rubinetti, che permettono anche di avere l’acqua frizzante! Se non sapete cosa sono trovate un esempio nel link.

Dire no agli imballaggi e scegliere i prodotti sfusi

Altra fonte di inquinamento sono gli imballaggi. Per ridurre i rifiuti degli imballi potete:

  • preferire imballaggi poco voluminosi;
  • scegliere prodotti con imballi in cartone e/o riciclabili;
  • acquistare prodotti sfusi;
  • evitare le mono confezioni;

Questo è valido anche per i freschi. Tra l’altro acquistare salumi e formaggi sfusi al mercato o in piccoli negozi è anche un modo per mangiare local e con più gusto.

Ridurre i rifiuti in cucina - Prodotti di stagione
Ridurre i rifiuti in cucina – Scegliere prodotti di stagione

Comprare frutta e verdura di stagione e cucinarla nel modo giusto

Oltre ad acquistare frutta e verdura non imballate ai mercati piuttosto che negli ipermercati ciò che possiamo fare per ridurre i rifiuti in cucina è consumare i vegetali in modo intelligente.

Questo significa scegliere prodotti di stagione – che quindi non solo sono più buoni ma hanno un minore impatto ambientale per il trasporto e la produzione – ma anche cucinarli evitando gli sprechi. Proprio alle idee per le ricette sostenibili per non sprecare è dedicato un articolo intero se volete saperne di più.

In generale poi la cosa migliore per ridurre i rifiuti in cucina è acquistare frutta e verdura fresca, preferibilmente confezionata in imballi di carta, piuttosto che surgelata.

Dividere i rifiuti per inquinare meno

Suddividere correttamente i rifiuti per la raccolta differenziata è la base per ridurre l’inquinamento in cucina. Lavare e schiacciare la plastica, separare la carta, l’alluminio e il vetro è la base per contenere la produzione di rifiuti.

Oltre a questo però un’altra idea è utilizzare la frazione umida per fare il compost. Lo si può fare in modo “artigianale”, ad esempio utilizzando i resti del caffè e del tè per concimare le piante. Ma anche attrezzandosi meglio, per esempio utilizzando una piccola compostiera. Se non sapete di cosa si tratta seguite il link, ce ne sono anche di piccole dimensioni, adatte a un balcone.

Ridurre i rifiuti in cucina - Separare i rifiuti per la raccolta differenziata
Ridurre i rifiuti in cucina – Separare i rifiuti per la raccolta differenziata

Cucinare al meglio, anche per gli animali domestici

Tutto ciò che è già pronto “all’uso” aumenta il quantitativo di rifiuti da smaltire. Sempre meglio quindi cucinare, magari preparando dosi aggiuntive e porzionando quelle in eccesso in freezer in contenitori tipo tupperware.

Su questo un ulteriore consiglio per i proprietari di animali, cani in particolare, è quello di attrezzarsi per preparare i pasti in casa, riducendo i rifiuti. Per loro si possono fare anche gli snack – gustosi, sani e poco inquinanti – utilizzando un essiccatore come questo.

Se vi sono stati utili questi consigli per inquinare meno in cucina continuate a seguirci e, se vi va, leggete anche l’articolo sulle buone pratiche per una cucina sostenibile.

Lascia un commento