Rimini con bambini, vacacanza tra mare e entroterra

Uno dei classici per le famiglie italiane in estate è andare in vacanza a Rimini con i bambini. Giusto? Infatti anche noi ci siamo stati – più volte – insieme a nostro figlio. Ovviamente quando ci sono andata la prima volta da mamma la conoscevo già anche perché chi non la conosce almeno un po’?

Eppure andarci insieme a un bambino mi ha dato l’opportunità di vederla da altri punti di vista, di deliziarmi coi sapori di questa terra generosa e di ascoltare antiche storie e tradizioni. Ho scoperto la Rimini Felliniana, i tesori archeologici, la storia dei Malatesta e mi è venuta una grande voglia di scoprire il suo magico entroterra.

Ci siamo poi tornati diverse volte quindi ho deciso di scrivere un post su questa città, per provare a dare qualche immagine “oltre” la solita spiaggia  di ombrelloni ordinatamente in fila e di bagnini con lo sguardo verso l’orizzonte. Perché Rimini in famiglia è – anche – altro! 🙂

Ne è uscita una mini guida di Rimini per i bambini, cliccando sui titoli potete leggere il paragrafo di vostro interesse!

  1. Hotel e residence
  2. Ristoranti di Rimini per famiglie
  3. Specialità tipiche
  4. Cosa vedere
  5. Cosa fare in famiglia
  6. Dintorni
  7. Attrazioni
  8. Cose da sapere
La ruota panoramica di Rimini

Dove dormire a Rimini insieme ai bambini

Di hotel a Rimini per famiglie ce ne sono tantissimi. Qui ve ne segnalo un paio dove ci siamo trovati molto bene.

  • Il primo è l’Hotel Felix, uno degli Alberghi Tipici Riminesi. A gestione famigliare l’hotel è davvero a prova di bimbo: camere spaziose, lettino per i bimbi di legno con paracolpi (!!), seggioloni, biciclette con seggiolino per il bimbo, orari flessibili per i pasti, scalda biberon per la notte e perfino un passeggino di riserva. Insomma, adatto alle famiglie, con personale gentilissimo che ci ha anche cucinato la pappa da mettere nel thermos per il Patato da utilizzare durante le nostre “scorribande”. La cucina poi è quella tipica romagnola: si mangia benissimo! Si trova in una traversa silenziosa a 5 minuti dal mare con un area giochi per i bimbi proprio di fronte.
  • Non tutti gli hotel però sono aperti a Rimini in inverno. Invece la zona merita comunque, anche solo per visitare i bellissimi presepi di sabbia che ogni anno vengono allestiti a Rimini e dintorni o i mercatini. In questo caso vi consigliamo il residence Villa Azzurra a Rivazzurra di Rimini.  In questo residence aperto anche in inverno abbiamo affittato un mini appartamento con angolo cottura, attrezzato di tutto il necessario, pulito, spazioso e comodissimo per noi che viaggiavamo con un bambino. Il Residence è aperto tutto l’anno, si trova a poca distanza dal mare e dal centro di Rimini ed è gestito da una famiglia gentilissima e molto attenta ai bimbi.

Dove mangiare a Rimini con i bambini

Vi indico qui alcuni ristoranti di Rimini adatti alle famiglie dove abbiamo pranzato e cenato: oltre alla qualità del cibo sono strutture dove vale la pena andare insieme ai bambini. Una precisazione: alcuni sono in città altri nell’entroterra ma mai troppo lontano.

  • Oasi della Piada: tipico chiosco di piadine in una delle strade interne della città. Piadina magnifica, soprattutto quella “very traditional” alla salsiccia e cipolle, il chiosco dispone di un’area gioco per i bimbi con altalene e altri giochi, dove farli “scatenare” mentre gli adulti fanno il bis di piadina. Non ci sono però fasciatoio e seggioloni.
  • Osteria De Borg: Ristorante di specialità tipiche nel bellissimo piccolo Borgo di San Giuliano, ha un bel cortile dove si pranza all’aperto ma anche ampie sale arredate con stampe e proverbi riminesi. La cucina è ottima, dalla scelta dei vini ai primi con la sfoglia fatta in casa fino ad arrivare alle carni: provate la tagliata, è divina. Non mancano seggioloni, giochi e pastelli per colorare per intrattenere i piccoli.
  • Casa Zanni: questa ex-macelleria trasformata in ristorante nell’entroterra riminese vicino a Verucchio prepara carne alla brace deliziosa e i primi e gli antipasti non sfigurano di certo. Seggiolone per i bimbi e fasciatoio aiutano i neo-genitori a rilassarsi e gustarsi l’uscita.

Cosa assaggiare a Rimini

Che la cucina romagnola sia uno dei punti di forza di questa zona è risaputo quindi da dove inizio? Dalla onnipresente Piada in versione classica (in questo post trovate anche la ricetta originale se volete!) con Squacquerone ma preparata anche per colazione con la nutella? O dal Cassone, ottimo al pomodoro ma splendido con patate e salsiccia? E gli antipasti, con il salame di Mora Romagnola in testa e il Formaggio di Fossa? Per non parlare poi  della pasta fatta in casa: gnocchi di patate, tortellini, tagliatelle,  strozzapreti… Infine i dolci: l’avete mai provato il ciambellone?

Ah, non mi sono dimenticata i vini eh! Sangiovese, Trebbiano, Rebola … Ma… che ve lo dico a fare? Si sa… o no?

Rimini e dintorni con i bambini - Piadine e cassoni non possono mancare

Cosa vedere a Rimini insieme ai bambini

Tutti conoscono la Romagna per le sue spiagge e per i suoi eccellenti servizi, ma oltre a quello vale una visita. Provo quindi a darvi qualche idea per alternare la vita da mare a quella da turista “fai-da-te”, perché ne vale davvero la pena. La città è molto bella da scoprire, il suo centro storico è pieno di vita in qualsiasi periodo dell’anno e ci sono davvero tantissime cose da fare, di seguito provo ad indicarvi un paio di itinerari a cui dedicare una mezza giornata a Rimini insieme ai bambini.

Il porto, la darsena e la Rimini felliniana 

Dedicate una mezza giornata alla zona a questa zona, godendovi la Rimini Felliniana, partendo dalla Fontana dei Quattro Cavalli, ammirando il fascino del Grand Hotel fino ad arrivare al Ponte Tiberio e al Borgo di San Giuliano, dove i muri delle case raccontano la vita della gente e i film del grande maestro e le targhe con i soprannomi dei pescatori fanno sorridere e incuriosire i turisti. Se avete tempo – e magari voglia di pedalare – organizzate poi una gita in bicicletta lungo il fiume Marecchia fino al mare.

Rimini storica

Il centro di Rimini è davvero molto bello e ricco di storia, quindi non vi annoierete di certo trascorrendo qualche ora esplorando il bellissimo Tempio Malatestiano e l’Arco di Augusto. Prendete un caffé in Piazza Cavour, ammirate i mosaici della Casa del Chirurgo, soffermatevi davanti alla Fontana della Pigna e a Castel Sismondo. E se dopo aver curiosato tra i tanti musei vi rimane ancora tempo e voglia di camminare fate un giro al grande mercato del sabato e magari acquistate qualche prodotto tipico della zona.

CONSIGLIO PER SAPERNE DI PIU’: se volete maggiori dettagli per organizzare la vostra vacanza e conoscere vi consiglio la guida dell’Emilia Romagna del Touring (cliccate sul link per comprarla on line).

Cosa fare a Rimini per bambini

Oltre al mare e l’entroterra con i suoi castelli se avete voglia di qualcosa di diverso a Rimini non mancano le possibilità per divertire e intrattenere i più piccoli. Ve ne segnalo alcune ma molte informazioni sugli eventi le potete trovate sul sito ufficiale del turismo a Rimini:

  • La Ruota Panoramica: la grande Ruota di Rimini sorge proprio vicino alla spiaggia e dalla cima si godono panorami bellissimi!
  • Zona Darsena e Porto di Rimini: in quest’area c’è solo da scegliere tra minigolf, go-kart, tennis … e chi più ne ha più ne metta! Per bambini attivi!
  • Il Delfinario di Rimini: se i vostri bimbi amano i delfini potete approfittare dell’occasione per farglieli vedere dal vivo. Non sono liberi (purtroppo) ma i bambini ne rimarranno sicuramente affascinati.
  • Trenino: un trenino accompagna bambini – e non – nella visita della città. L’hotel Felix organizza anche un giro serale per i propri ospiti.

Rimini per i bambini piccoli

Che la parte “marittima” di fosse attenta ai bimbi per me era un po’ scontato: fondali bassi, spiagge con ogni tipo di servizio, divertimenti e giochi a prova dei piccoli. Ma l’attenzione ai bimbi non è solo questo, a partire dagli hotel fino ad arrivare ai ristoranti (che ci hanno accolti con fasciatoio, seggiolone e giochi vari) i bambini sono davvero i benvenuti da queste parti.

Una cosa che mi ha colpita è un totem in pieno centro con indicazione delle aree a prova di bimbo: per pappe e cambio pannolini. Vi segnalo infine che le panchine a forma di barca del centro sono utilizzate come “punto di ritrovo” nel malaugurato caso in cui un bimbo si smarrisse (e c’è anche il wi-fi…).

Il Duomo di Rimini

Cosa fare vicino a Rimini insieme ai bambini

I dintorni di Rimini sono davvero tutti da scoprire e la cosa bella è che c’è solo l’imbarazzo della scelta. Tra i tanti piccoli borghi, rocche e castelli vi segnalo quelli che mi sono rimasti più impressi (seguite i link per i racconti completi):

  • Verucchio: questo paese definito “culla dei Malatesta” ha origini antichissime e viene fatto risalire ai tempi dei Villanoviani. La Rocca è una delle meglio conservate fortificazioni malatestiane e il borgo vanta una Pieve romanica e un Museo Archeologico di rilevanza internazionale.
  • San Leo: la rupe di San Leo cattura lo sguardo fin da lontano e questo borgo con la sua Rocca che fu carcere per il Conte di Cagliostro ospita anche una bellissima cattedrale (La Cattedrale di San Leone) e un Palazzo Mediceo. La vista dall’alto della rupe è bellissima.
  • Santarcangelo:A Santarcangelo c’è sempre qualcosa da fare e da vedere” ci hanno accolti così in questo Borgo ed è vero.
    La cittadina (che poi non è nemmeno cosi’ piccola) organizza feste, sagre e eventi che te la fanno visitare con piacere, ma anche senza questi eventi le Grotte Tufacee, la Rocca Malatestiana, i Musei (tra cui non perdete il Museo del Bottone) valgono da soli la visita.
  • San Marino: con la sua atmosfera così particolare, il castello e le vie strette del centro e… l’emozione di “andare all’estero” rimanendo a mezz’ora da Rimini! Tra l’altro proprio lì c’è un bel Adventure Park per bimbi avventurosi!
  • Altre cose da vedere vicino a Rimini: potrei scrivere un post chilometrico per citare tutto quello che c’è da vedere e da fare intorno a Rimini: dalla Rocca di Torriana, al Castello di Montebello fino a Mondaino o ai mulini di Poggio Berni. Facciamo che ne scrivo a parte e se siete curiosi…. venite fin qui! 😉

Le sagre e le feste di Rimini e dell’entroterra

Da queste parti durante i mesi estivi vengono organizzate moltissime sagre, spesso con rievocazioni storiche. Una buona occasione per trascorrere qualche ora visitando uno dei tanti borghi dell’entroterra riminese, assaggiando magari i prodotti tipici e conoscendo un pochino meglio questa terra. La cosa bella è che moltissimi musei e castelli sono aperti fino a tarda sera!

I dintorni di Rimini

Attrazioni di Rimini per bambini

Non dimentichiamoci che andare in Romagna in famiglia significa anche divertimento quindi di seguito alcune attrazioni di Rimini per bambini che si trovano nei dintorni e possono diventare la meta per una giornata di divertimento

  • Mirabilandia: probabilmente è il parco divertimenti più famoso d’Italia che ogni anno si rinnova e propone qualcosa in più per coinvolgere le famiglie, tutte le info le trovate nel post;
  • Acquario di Cattolica: Si tratta del secondo acquario di Italia per estensione dove trascorrere una piacevole giornata in caso di brutto tempo in Romagna coi bambini (se volete potete leggere il nostro post dedicato!).
  • Fiabilandia: il parco divertimenti di Rimini per bambini più piccoli, che li trasporta all’interno di una fiaba;
  • Oltremare: questa attrazione per bambini si trova a Riccione e permette ai bambini di vedere gli spettacoli degli animali addestrati;

Curiosità e cose a cui fare attenzione per una vacanza a Rimini in famiglia

A cosa fare attenzione

Purtroppo i parcheggi sono un punto dolente della città e infatti i riminesi si spostano in bicicletta! Se potete fatelo anche voi (spesso gli hotel ne hanno a disposizione anche con seggiolino porta bebè) oppure rassegnatevi a cercare un po’.

Curiosità su Rimini

Negli anni ’30 e ’40 una passerella con una piattaforma rotonda conduceva fino al mare, era la “Rotonda sul mare” tanto cantata e conosciuta in Italia ma non solo.
Pare che vogliano ripristinarla… Speriamo! Sarebbe bello, non pensate?

Idee per visitare Rimini fuori stagione

Ogni due anni a Rimini si tiene la Festa de’ Borg – ovvero la festa del Borgo di San Giuliano – che non è una fiera ma una festa con un tema ben preciso. Per l’occasione le case vengono aperte, c’è uno spettacolo dei fuochi, c’è musica, stand gastronomici, spettacoli… Un’opportunità per scoprire il bellissimo Borgo con le sue case colorate e affrescate ma anche la città. La festa si tiene a  settembre e trovate i dettagli sul sito ufficiale: che dite ci prenotiamo?

Un’altra idea da non perdere se amate il mare d’inverno e i presepi sono i presepi di sabbia che ogni anno vengono allestiti a Rimini e in Riviera. Nel post trovate tutti i dettagli su dove trovarli, credetemi, sono bellissimi e un’idea alternativa per trascorrere le feste di Natale! 🙂

La spiaggia di Rimini desolata in una giornata d'inverno

Fin qui i nostri consigli per scoprire Rimini con i bambini, oltre la spiaggia ovviamente perché nella Riviera Romagnola vale davvero la pena di lasciare per qualche ora l’ombrellone e avventurarsi alla scoperta dei dintorni!

8 commenti su “Rimini con bambini, vacacanza tra mare e entroterra”

  1. Che bello 🙂
    Sono contenta che tu abbia apprezzato la parte meno turistica della nostra terra. Quasi tutti i turisti vengono a Rimini per il mare che, non è bello come quello del sud, ma come dici tu offre tranquillità e ogni tipo di servizio per una vacanza in famiglia rilassante e divertente. Io amo l’entroterra, i castelli, i borghi cittadini, (San Giuliano), e quelli medievali, (Santarcangelo, Torriana, San Leo…). Sono luoghi un po’ magici che durante feste e fiere di paese sono davvero stupendi. Siete stati al Museo del Bottone a salutare Giorgio?

  2. Sapere che la nostra Romagna continua a conquistare tutti quando vengono a visitarla è la cosa che più ci rende orgogliosi e ci dà la forza di continuare a fare il nostro lavoro.
    Insegnare ai bambini che cosa vuol dire viaggiare, come godersi i luoghi dove si va, assaporare l’atmosfera che li circonda..non è da tutti e leggendo i tuoi post è possibile…

Lascia un commento