Ryokan giapponesi, perché dormirci vale il viaggio

Le ryokan giapponesi – anzi, meglio, ryōkan – sono un’altra delle esperienze da fare in Giappone. Una di quelle che vale il viaggio e, sì, proprio come gli onsen, anche queste sono tra le cose attorno a cui è ruotato il nostro itinerario! 😉

Per questo motivo ve ne parlo, così che, se vorrete, potrete viverla anche voi. Prima di iniziare sapete però cosa sono le ryokan?

  1. Cosa sono le ryokan giapponesi
  2. Perché dormire in una ryokan in Giappone
  3. Cucina tradizionale kaiseki
  4. Migliori ryokan giapponesi
  5. Prenotare nelle ryokan giapponesi

Cosa sono le ryokan giapponesi?

Le ryokan sono alberghi tipici giapponesi. La loro origine pare risalire all’epoca Edo, ovvero tra il XVII – XIX secolo, e la loro struttura è rimasta immutata nel tempo. Questo significa che soggiornarci è un po’ come fare un tuffo nel passato e ritrovarsi direttamente nel Giappone tradizionale.

Non male per vivere pienamente un viaggio nel Paese del Sol Levante, non credete?

Già solo entrando in questi alberghi tradizionali giapponesi capirete subito di essere “tornati nel passato”. Oltrepassato l’ingresso dovrete infatti indossare le tradizionali ciabatte giapponesi. All’interno poi incontrerete il pavimento in tatami e per porte in carta di riso mentre, per mettervi comodi, vi verranno dati dei kimoni da casa.

Ma non è finita qui…

Per dormire vi attendono infatti i futon, letti tradizionali poggiati sul pavimento, che saranno arrotolati riposti nell’armadio ogni mattina dopo il vostro risveglio. Mentre ogni vostra esigenza verrà gestita da una, gentilissima, cameriera che vi accompagnerà passo passo a comprendere la bellezza delle tradizioni giapponesi. Sarà lei a servirvi il tè e ad accompagnarvi nella scoperta dei veri sapori della cucina giapponese.

Tutte queste – ma c’è di più! – sono le ragioni per scegliere di dormire nelle ryokan giapponesi. Che no, non sono la sistemazione più economica da scegliere durante un viaggio in Giappone. Eppure, credetemi, valgono assolutamente la spesa!

PREPARARSI A UN VIAGGIO IN GIAPPONE: la bellezza del Paese del Sol Levante sta anche nel suo essere così particolare. Questo però implica che, per apprezzarlo in pieno, la cosa migliore è prepararsi prima di partire così da comprenderne usanze e tradizioni. Se volete saperne di più sulle stranezze del Giappone c’è un articolo dedicato sul blog, mentre se siete in cerca di un bel libro a tema vi segnalo “Big in Japan” e Forse non tutti sanno che” (li trovate seguendo i link). Poi se volete altri consigli trovate un articolo dedicato ai libri da leggere prima di partire per il Giappone.

Perché dormire in una ryokan in Giappone

Ormai l’avrete penso intuito: la ragione principale per dormire in una delle ryokan del Giappone è sperimentare, almeno per alcune notti, l’esperienza di vivere pienamente le tradizioni del Paese del Sol Levante.

Lì troverete futon, kimono, cerimonia del tè, onsen … Tutto ciò che fa parte dell’esperienza del vero Giappone. Un paese che, questo è certo, vi sembrerà lontano anni luce rispetto alla frenesia di Tokyo, dove invece tutto pare proiettato al futuro.

Scegliendo di dormire in una ryokan però non aspettatevi un servizio di un hotel occidentale. Vi renderete infatti subito conto che tutto è estremamente personalizzato e le esigenze degli ospiti sono al centro dell’organizzazione di questi alberghi tradizionali. Vi dico: all’inizio sarà un pochino spiazzante ma poi, una volta abituati alla gentilezza giapponese, vi sentirete coccolati come noi mai e vivrete il vostro viaggio con un’intensità diversa.

C’è poi un’altra ragione per scegliere di prenotare in una ryokan: provare la vera cucina kaiseki. Anch’essa, ve lo anticipo subito, non è esattamente economica ma, credetemi, anche questa assolutamente da provare.

La cucina giapponese da provare in una ryokan: colazione e cena kaiseki

Assaggiare la vera cucina kaiseki è, credetemi, un altro motivo per scegliere di soggiornare in una ryokan giapponese. La maggioranza di queste locande tradizionali giapponesi offre infatti la possibilità di fare la mezza pensione, ovvero colazione e cena nella struttura. Provare cena e colazione kaiseki è un viaggio nel viaggio, che vi farà sperimentare sapori e profumi lontani dalla cucina giapponese a cui siamo solitamente abituati.

La cucina kaiseki è infatti legata alla gastronomia giapponese tradizionale. Il pasto viene servito in piccole portate, armoniosamente composte sia dal punto di vista estetico che da quello dei sapori. Il tutto con una meravigliosa attenzione ai colori, ai gusti e agli abbinamenti e con l’utilizzo di ingredienti locali e freschissimi.

Quindi aspettatevi una sinfonia di piccole porzioni, ovviamente servite dalla solita gentilissima cameriera che vi accompagnerà alla scoperta delle tradizioni giapponesi.

Ma se la cena kaiseki vi conquisterà fin dal primo boccone – con la bellezza delle piccole porzioni elegantemente servite su piccoli piattini – sarà la colazione che vi farà entrare nell’anima più vera del Giappone, con sapori salati e prodotti davvero tipici. In questo caso, lo confesso, ho faticato un po’ a considerare pesce grigliato, riso, tofu, soia e zuppa di miso come breakfast ma considerando che mi ero svegliata presto per godermi al massimo l’esperienza l’ho vissuta come… un aperitivo! 😉

Se però non pensate di poter “reggere” la colazione kaiseki a base di pescato e zuppa non temete: i ryokan più turistici di solito servono anche cibo occidentale. Quindi potete sempre chiedere un caffè! 🙂

Migliori ryokan del Giappone

Visto che questa era un’altra delle esperienze che volevamo assolutamente fare durante il viaggio prima di partire ci eravamo organizzati per conoscere le migliori ryokan del Giappone dove soggiornare. Tenete presente che queste strutture hanno poche camere ed è necessario prenotare in anticipo, soprattutto se viaggiate in alta stagione.

Qui di seguito trovate una piccola lista di alcune delle migliori ryokan giapponesi che abbiamo valutato per il nostro viaggio. Verificate le disponibilità e la fattibilità rispetto all’itinerario che avete in mente. Dove possibile trovate anche un approfondimento riguardo a cosa vedere in quella meta!

Ryokan a Nara

La meravigliosa antica capitale giapponese è famosa per i suoi cervi e i templi. Se volete saperne di più su cosa vedere a Nara, seguite il link che porta all’articolo completo. Di seguito alcune delle migliori ryokan che si trovano anche su Booking.

  • Oyado Koto No Yume: i punti di forza sono la vicinanza alla stazione e ad alcuni dei templi più belli. Oltre alla cucina kaiseki servono anche cucina occidentale;
  • Tsukihitei: struttura meravigliosa, immersa nella foresta e a poca distanza dai templi nella parte est di Nara;
  • Kotonoyado Musashino: struttura con camere tradizionali situata nel parco di Nara che mette a disposizione anche le bici per gli ospiti;

Ryokan a Miyajima

Myajima è una tappa che vi consiglio di non perdere per nessun motivo, soprattutto se volete allontanarvi dalla frenesia dei grandi centri urbani giapponesi. Davvero un’isola incantata per gli amanti della natura e delle tradizioni!

  • Kikunoya: i punti di forza sono l’onsen e il transfer dalla stazione dei traghetti;
  • Kurayado Iroha: onsen con vista mare e personale parlante un ottimo inglese;
  • Iwaso: ryokan tradizionale sull’isola di Miyajima immerso nella natura;

Ryokan a Hakone

Le ragioni per inserire questa località in un itinerario in Giappone sono due: gli onsen – ovvero le terme – e il Monte Fuji. Se volete saperne di più su cosa vedere ad Hakone seguite il link che porta all’articolo completo.

Ryokan a Hiroshima

Vi avviso subito: questa non è una tappa “facile” visto che, molto probabilmente, uscirete dal Museo di Hiroshima in lacrime (come è successo a me!). Però, opinione persona, non si può non andarci! Dopo ave visitato la città potete poi imbarcarvi per andare sull’isola di Miyajima.

Ryokan a Takayama

Questa meta è da non perdere per chi cerca una meta per vivere il Giappone tradizionale, immersa tra le montagne e, in particolare in inverno, un piccolo gioiello per certi versi ancora intatto. Se volete saperne di più cosa vedere a Takayama leggete l’articolo completo seguendo il link.

  • Oyado Koto No Yume: vicino alla stazione e con la possibilità di prenotare l’onsen privato;
  • Kazeya: ryokan a Takayama affacciato sulle montagne con vasche pubbliche e private;
  • Ryokan Asunaro: struttura tradizionale che mette a disposizione degli ospiti anche le biciclette. Vengono servite sia cena kaiseki che normale;

Ryokan a Tokyo

Scegliere di soggiornare in una ryokan a Tokyo è per certi versi straniante, perché la metropoli è davvero proiettata al futuro. Se però state valutando questa decisione qui di seguito trovate alcune strutture:

Ryokan a Kyoto

Al contrario di Tokyo la scelta di dormire in una ryokan a Kyoto è, a mio parere, un modo per vivere questa città tuffandosi nei suoi antichi fasti. Di seguito alcune scelte possibili:

Cena kaiseki

Come prenotare in una ryokan giapponese

Ci sono diversi moti per prenotare in una ryokan in Giappone. Alcune, che sono più avvezze ai viaggiatori occidentali, sono sui principali motori di ricerca. Altre invece, più piccole e il località meno turistiche, le dovete contattare direttamente. Quelle che trovate indicate poco sopra sono tutte su Booking, se volete controllare prezzi e recensioni fate un check cliccando sul link.

Normalmente, anche per i costi non economici, i turisti scelgono di dormire solo una notte nelle ryokan. Il mio consiglio però è, se potete, di starci almeno due notti perché il non avere fretta è una delle cose che permette di assaporare la bellezza del Giappone tradizionale. Infine ricordatevi che queste locande hanno normalmente poche camere, che si esauriscono in fretta, soprattutto in alta stagione. Iniziate quindi a prenotare queste sistemazioni con anticipo!

I consigli per vivere l’esperienza di dormire in una ryokan giapponese terminano qui, se vi è piaciuto questo articolo seguiteci su FacebookInstagram e YouTube.

Lascia un commento