Cosa mangiare in Estremadura in Spagna: gastronomia e specialità

Parliamo di Spagna e in particolare di cosa mangiare in Estremadura, una delle regioni gastronomicamente più interessanti del paese.

Perché il viaggio è anche una questione di pancia. Non soltanto perché viaggiare mi regala sempre emozioni forti, ma anche perché uno dei modi che preferisco per conoscere la meta dei miei viaggi è assaporarli (o assaggiarli vedete voi!)

Dopotutto la cucina è uno dei modi di entrare nella cultura e nella storia di un paese, non credete?

Soprattutto in nazioni dove la cucina ha una lunga storia, come la Spagna. Quindi io oggi vi porto a mangiare in Estremadura – virtualmente, ovvio! – per raccontarvi un po’ quali prelibatezze assaggiare in questa regione spagnola rinomata per le sue specialità gastronomiche.

Estremadura - Il Pimiento de la Vera

Cosa mangiare in Spagna: le specialità dell’Estremadura

L’Estremadura – o Extremadura – è una regione autonoma della Spagna che si trova nella parte sud-occidentale del paese. Si tratta di un angolo di Spagna ancora poco conosciuto dai turisti ma nonostante questo può vantare città e monumenti patrimonio dell’UNESCO come Merida e il Monastero Reale di Nostra Signora di Guadalupe.

Ma pare il punto di forza di questa regione è proprio la sua tradizione enogastronomica tanto che Càceres – una delle città dell’Estremadura – nel 2015 è stata nominata Capitale Spagnola della Gastronomia.

Se quindi come me amate le mete inconsuete, tutte da scoprire anche non molto lontane da casa, oggi provo a condividere con voi ciò che bisogna assolutamente assaggiare durante una vacanza in Estremadura.

Estremadura - I nostri assaggi

Gastronomia dell’Extremadura: cosa assaggiare assolutamente

Ecco di seguito una panoramica sulle specialità dell’Extremadura. Pronti a farvi venire l’acquolina in bocca?

Lo Jamon Iberico DOP

Partiamo dalle cose “semplici” o almeno quelle che io pensavo lo fossero: lo Jamon. Però attenzione perché in Extremadura il prodotto tipico è lo Jamon Iberico DOP ben diverso dallo Jamon Serrano.

Se come me state pensando “Cosa c’è di diverso?” provo a spiegarvelo come l’ho capito io: innanzitutto sono i maiali usati per produrlo ad essere differenti. I maiali dell’Estremadura sono piccoli e scuri mentre quelli dello Jamon Serrano sono più grandi e bianchi. Poi c’è l’ambiente dove vivono gli animali che per produrre lo Jamon Iberico sono allevati allo stato libero e infine la dieta, visto che questi maiali scuri si nutrono in prevalenza di ghiande.

Mi hanno anche spiegato come si fa a riconoscere questi due diversi salumi e come capire se lo Jamon Iberico che si sta acquistando è di buona qualità. Pare che siano il colore rosso intenso e il fatto che non so alzi dal piatto una volta affettato i criteri principali per distinguere un buon Jamon Iberico da uno scadente!

Pimiento de La Vera

Ma la tradizione dell’Estremadura va oltre il suo prosciutto. Tra i prodotti che hanno fatto la storia di questa regione ci sono il Pimiento de La Vera, una paprica creata per i monaci e usata per conservare i cibi, diventata poi ingrediente fondamentale del chorizo spagnolo.

Torta del Casar

Anche i latticini rientrano a buon diritto tra i piatti da provare in Extremadura e tra questi c’è il formaggio di capra chiamato Torta del Casar. Si tratta di un formaggio saporito fatto con il caglio vegetale di cardo.

Sì, avete capito, proprio il cardo! Che viene utilizzato per la realizzazione di questo formaggio tipico spagnolo.

Altri piatti della gastronomia dell’Extremadura

Ma non è finita qui perché le prelibatezze di questa regione spagnola sono molte: assaggiate l’agnello, l’olio – dal sapore robusto che sa di fiori – e in ultimo il vino che si produce in questi vigneti, il Ribera del Guadiana.

Perchè questa è una regione della Spagna tutta da scoprire! E visto che il miglior periodo per visitare l’Extremadura è l’autunno che ne dite di un road trip con partenza da Madrid, scendendo fino a Merida per proseguire poi attraversando la regione fino a Siviglia?

Per assaggiare la cucina dell’Extremadura, ovvio, ma anche per scoprirne le bellezze. Che ne dite, prima o poi ci si vede lì? 😉 Ovviamente poi se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube. Mentre se volete saperne di più per organizzare una vacanza in Spagna potete trovare molti consigli su Valencia, Barcellona, Madrid o sul Cammino di Santiago.

Lascia un commento