Antico borgo di Sartène

Sartène cosa vedere in città, spiagge, Filitosa e megaliti di Cauria

C’è una città misteriosa, nascosta nell’entroterra corso ma non troppo lontana dal mare che vi consigliamo di visitare durante un itinerario in Corsica: Sartène.

Sartène se ne sta arroccata su uno sperone di roccia, abbastanza distante dalle spiagge da non essere mai invasa dai turisti, con un centro storico delizioso, alte case a far da riparo e una grande piazza piena di sole. La città è un gioiellino con una storia antica e turbolenta, fatta di vendette di sangue e banditismo, un passato complesso ma, forse proprio questo la rende ancora più piena di fascino e per nulla banale. Non tutti amano Sartè – così viene chiamata la città in Corso – eppure secondo me perdersi tra le sue viuzze strette è una delle cose da fare assolutamente durante una vacanza in Corsica.

Ma cosa c’è da fare a Sartène e dintorni? Come sempre vi consiglio di non partire senza una buona guida di viaggio (in questo caso la Lonely Planet della Corsica non ci ha delusi!) ma se volete saperne di più ecco la nostra esperienza in città. Per leggere le singole sezioni vi basterà cliccare sui titoli del menù. Buon viaggio!

  1. Visitare Sartène
  2. I siti archeologici da vedere vicino a Sartène
  3. Andare al mare a Sartène
  4. Hotel a Sartène
  5. Andare a Sartène con i bambini
Visitare Sartene in famiglia

Cosa vedere a Sartène

Innanzitutto dovete sapere che Sartène si trova nella Valle del Rizzanese e le alti case costruite con la pietra scura locale la fanno parere una città fortificata. Proprio quelle stesse case però vi offriranno refrigerio in una giornata di sole, permettendovi di esplorare la città anche nelle ore centrali del giorno. Preparatevi però alle scale, che caratterizzano il borgo e vi manterranno in forma!

Il borgo risale al XVI secolo, costruito dai genovesi in un territorio dove si trovavano solo villaggi sparsi ed è uno dei meglio corservati della Corsica, con archi, scalinate e antiche case in pietra. Fermatevi a visitare la chiesa settecentesca di Santa Maria affacciata su place de la Libération. Da questa chiesa nel periodo pasquale parte la processione del Catenacciu, una antica tradizione del Venerdì Santo che coinvolge la cittadina. Oltrepassate poi il passage de Bradi ed insinuatevi tra i vicoli della città vecchia e all’Échauguette, la torre di guardia cinquecentesca che vegliava su Sartène.

Da vedere a Sartène c’è il Museo della Preistoria dove sono raccolti i reperti archeologici ritrovati sul territorio. Andate poi a curiosare nel Moulin de Valinco, dove troverete prodotti tipici e una sorta di museo, infine non dimenticate che il mercato di Sartène si svolge il sabato mattina, non perdetelo!

Cosa visitare vicino a Sartene: il Sito Megalitico di Cauria e Filitosa

Dopo aver visitato il Museo Archeologico di Sarténe non potete non perdere due bellissimi siti archeologici della Corsica che si trovano proprio vicini alla città: Filitosa e i Megaliti di Cauria.

A poco meno di un’ora da Sartène si trova il Parco Archeologico di Filitosa, il più importante sito archeologico della Corsica, molto spettacolare per i menhir che vi sono conservati dalle sembianze antropomorfe risalenti al Neolitico. All’ingresso vi verrà distribuito un opuscolo con tutte le indicazioni e la visita è individuale.

Il Sito Megalitico di Cauria si trova invece a circa 20 minuti da Sartène, percorrendo una strada in parte sterrata. La visita è libera, seguendo un percorso ben indicato che permette ai visitatori di ammirare il Dolmen di Fontanaccia, l’Allineamento di Stantari e l’Allineamento di Rinaiu. La vallata dove si trovano i megaliti è veramente suggestiva e merita la visita.

La spiaggia di Tizzano il mare più vicino a Sartene al tramonto

Le più belle spiagge vicino a Sartène: Tizzano, Propriano e Bonifacio

Ma una delle regole che imparerete presto durante una vacanza in Corsica è che non si è mai troppo lontani dal mare anche quando ci si trova con gli scarponcini ai piedi pronti per un trekking. E’ questo ad esempio il caso di Corte, nell’entroterra verso nord, ma anche di Zonza e, ovviamente, di Sartène.

Le spiagge di Sartène sono infatti a pochi minuti di macchina dallla cittadella medievale. E questa è un’altra cosa che impararete presto durante un itinerario in Corsica, ovvero che avere un mezzo di trasporto vostro è fondamentale per visitare l’isola. Noi abbiamo imbarcato l’auto sul traghetto ma se preferite noleggiare un’auto il consiglio è: muovetevi per tempo e verificate i prezzi con un comparatore (questo è quello che utilizziamo noi di solito).

Ma vi dicevo della città e delle sue spiagge: il mare di Sartène dista meno di mezz’ora dall’antico borgo. Vi basterà proseguire oltre il Sito Megalitico di cauria per trovare Tizzano, con le sue spiagge di sabbia e il suo porto. Tra l’altro qui vi segnalo il ristorante Tizzà Mare, ottimo e proprio sul mare. Molto famosa è poi la spiaggia di Roccapina che è però raggiungibile solo in 4×4.

In alternativa potete puntare verso Propriano, a circa 20 minuti da Sartène, per andare al mare alle spiagge del Lido, Porto Pollo e Baracci. Plage du Lido si trova nella zona del faro, una mezzaluna di sabbia chiara a grana grossa con acqua calma e trasparente. La spiaggia di Baracci è un sito naturale protetto, con un lungo golfo selvaggio di sabbia rosata con grana grossa a cui si accede con una breve strada sterrata. Infine un’altra spiaggia molto famosa del sud della Corsica è quella di Porto Pollo.

In ultimo, se avete voglia di un tramonto di quelli che tolgono il fiato, allungate un pochino la strada e dirigetevi verso Bonifacio, secondo me la città più bella della Corsica, che dista circa un’ora da Sartène. Potreste trascorrere la giornata nella spiaggia dello Sperone, due calette gemelle non troppo affollate perché raggiungibili solo a piedi, e poi andare a cena in città, per vederla tingersi di rosa.

Hotel a Sartène

Per dormire a Sartène vi segnalo l’Hotel Rossi che si trova appena fuori dal borgo. La struttura è stata recentemente rinnovata, le stanze sono ampie, la colazione ottima e c’è anche una bella piscina. Super consigliato!

Sartene con bambini il borgo

Da vedere a Sarténe con bambini

Se visitate Sartène con i bambini tenete presente che la città è tutto un su e giù, tra vicoli stretti e scale, meglio quindi evitare il passeggino e preferire fascia o marsupio se i bimbi sono piccini. Ai bimbi più grandicelli piacerà il Museo Archeologico mentre i siti di Filitosa e Cauria sono l’equivalente di una lezione di storia a cielo aperto. Se voi volete maggiori dettagli per un itinerario nel sud della Corsica con i bambini seguite il link per saperne di più.

I consigli per visitare Sartène terminano qui, se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube per altri consigli per un viaggio in Corsica e non solo.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

Lascia un commento