Trekking in Lombardia - Da Erve a Capanna Monza (6)

Sostenibilità, prodotti ecoideati del catalogo Decathlon e progetti

La primavera è finalmente arrivata e per noi inizia una nuova avventura in compagnia di un brand che amiamo. Sarà una piccola grande scommessa che arriva dopo averci pensato a lungo e soprattutto sarà un percorso che, pensiamo, possa farci crescere anche come famiglia.

Prima però di spiegarvi questo nuovo progetto, dedicato alla vita all’aria aperta, vi raccontiamo del partner che, con i suoi prodotti, ci accompagnerà nei prossimi mesi: Decathlon.

Ormai lo sapete: questo brand è per noi un punto di riferimento. E lo è per molti motivi, non solo letteralmente, visto che, per spiegare dove abitiamo, spesso diamo la posizione dell’insegna di uno dei loro negozi come indicazione 😉

Trekking in Lombardia - Da Erve a Capanna Monza

Decathlon: catalogo per tutti gli sport e per diventare sportivi

Decathlon è per noi un punto di riferimento perché questo brand significa sport. E lo sport ha sempre fatto parte della vita sia mia che di Roberto, tanto che, mentre studiavo all’università, ho sognato di lavorare un giorno proprio per loro (e in particolare per il loro dipartimento HR, visto che la Francia è un’eccellenza in questo settore!).

Ma vi stavo parlando di prodotti sportivi e come sempre ho divagato…

Dicevo che lo sport ha accompagnato me e Roberto da sempre ma entrambi abbiamo scelto attività sportive non così popolari, almeno per i “nostri tempi”! Per capirci io ho praticato per anni arti marziali, sci e equitazione mentre Roberto ha giocato a lungo a basket e a tennis. Decathlon è il brand che ci ha accompagnato nella nostra vita “sportiva”, tra discese in pista, salti a canestro e cinture da guadagnare con sudore e qualche botta. Ma è anche quello che ci ha permesso di farlo senza spendere follie, di “renderlo sostenibile” per usare una frase che, non a caso, mi piace tanto.

Perché se abitate lontano dalle grandi città forse ve lo ricordate di quando, da bambini, per acquistare un paio di scarpe da basket o, nel mio caso, di stivali da cavallo, era necessario fare chilometri e spendere follie.

Avete presente?

Ecco, Decathlon è il brand che per me, per noi, ha il merito di aver reso lo sport accessibile a tutti, con prodotti di qualità a prezzi affrontabili. Il brand francese con i suoi store ha modificato la concezione dello sport rendendolo davvero possibile a tutti. Per tutti perché, grazie a un investimento minimo, tutti possono provare qualunque sport, decidendo poi se è davvero lo sport giusto oppure no, senza doversi adattare a praticare la stessa attività dei fratelli o dei cugini in quella logica di doversi “passare” l’attrezzatura.

Ed è anche il brand che sta facendo la stessa cosa con nostro figlio, grazie anche a iniziative come gli Ski Days – le giornate dedicate allo sci di cui vi abbiamo già parlato – o il Trocathlon, momenti in cui è possibile vendere l’equipaggiamento sportivo che non serve più e acquistarne di usato. Perché avete presente quanto crescono velocemente i bimbi?

Ma ci sono altri motivi per cui apprezziamo questo brand e ne condividiamo la filosofia. Uno su tutti è l’attenzione all’ambiente e, di nuovo, alla sostenibilità, intesa questa volta come impatto sul mondo in cui viviamo.

Decathlon SkiDays - Il padiglione Decathlon per provare gli sci
Decathlon SkiDays – Il padiglione Decathlon per provare gli sci

L’impegno di Decathlon per l’ambiente: l’eco-ideazione

Non so se avete mai sentito parlare di eco-ideazione oppure, se siete soliti acquistare prodotti Decathon online, se avete fatto caso a quel piccolo logo a forma di fogliolina che compare vicino a alcuni prodotti. Quello è il simbolo dell’ecoideazione Decathlon e dell’impegno del brand per l’ambiente.

Di sostenibilità ambientale infatti si parla – per fortuna – sempre di più. “Non abbastanza” direbbe qualcuno ed è vero. Così come però è vero che le cose si stanno muovendo e anche brand come Decathlon stanno cercando di fare la propria parte in questa direzione. Solo che spesso come consumatori ne sappiamo poco, anzi pochissimo, di questi sforzi e di come noi si possa sostenerli.

E invece quando ci si chiede: “Cosa posso fare io per l’ambiente?” la prima vera risposta dovrebbe essere: “Conoscere“.

Per questo vi racconto dell’eco-ideazione Decathlon, che altro non è che l’impegno del brand verso una politica sostenibile, per il benessere delle persone e dell’ambiente.

Nel 2017 Decathlon ha infatti festeggiato 10 anni di eco-ideazione dei prodotti. La politica sostenibile del brand è basata sulla scelta di componenti con minore impatto sull’ambiente e materie prime provenienti da fonti di approvvigionamento più responsabili che si sintetizza in una parola: “ecodesign“.

Ecodesign e prodotti ecosostenibili: accessori e abbigliamento Decathlon

Ecodesign significa per il brand ridurre l’impatto ambientale dei prodotti in una o più fasi del ciclo di vita e farlo al momento della progettazione. Il tutto però senza dimenticare la qualità e le prestazioni. I prodotti “eco-ideati” di Decathlon devono infatti rispettare alcuni criteri tra cui essere composti per almeno il 20% di materiale riciclato e/o in materiale rinnovabile, non contenere PVC e Piombo e, se di cotone, avere almeno il 70% di questo materiale proveniente da agricoltura biologica. Ma non finisce qui perché i tecnici Decathlon, con un’analisi multi-criterio, scandagliano l’intera vita del prodotto così da restiuire l’impatto ambientale in base a una lista di punteggi.

Proprio su questo le sfide che si è posto il brand sono importanti: Decathlon ha infatti l’obiettivo di ottenere da fonti rinnovabili il 100% del cotone entro il 2020 e il 100% del poliestere entro il 2021 lavorando al contempo sulla formazione interna così che che i progettisti siano in grado di valutare l’impatto ambientale per prendere le decisioni migliori in vista di una produzione rispettosa dell’ambiente.

Questo cammino verso la sostenibilità ambientale di Decathlon è fatto di tanti piccoli passi e accorgimenti sia nella distribuzione che nell’ideazione dei prodotti. Spesso però gli utenti non se ne rendono nemmeno conto, acquistandoli per quello che sono, ovvero utili e funzionali, senza rendersi conto dell’impatto – o meglio ancora del mancato impatto – retrostante.

Qualche esempio? Le T-Shirt da bambino in cotone riciclato o ancora i pile da montagna e gli zaini da trekking ma anche, cambiando completamente settore, i piombi non inquinanti per la pesca e le spazzole per cavalli in plastica riciclata.

E poi ancora, sempre per farvi capire l’impegno Decathlon verso la sostenibilità: sapete che il brand promuove una strategia no pack? Che altro non è che un’analisi su ogni prodotto per valutare la necessità dell’imballaggio e la possibilità di ottimizzarlo al massimo, riducendo il materiale utilizzato con al contempo un focus anche sull’origine della fibra utilizzata per la produzione di carta e cartone del packaging.

Piccole cose, piccoli accorgimenti che, magari, da clienti, non notiamo nemmeno ma che, invece, fanno la differenza. Proprio come noi tutti possiamo farla. Anche per questo siamo felici di collaborare con Decathlon in questo progetto di “immersione nella natura” che ci aspetta.

Piani Resinelli Decathlon Forclaz

Il nostro progetto per un ritorno alla lentezza e alla natura

A partire dalla primavera fino all’autunno ci siamo infatti impegnati a un ritorno alla lentezza e soprattutto a un contatto con la natura che, nella frenesia di tutti i giorni, ci siamo “persi per strada”. O forse dovrei dire “persi sulla tangenziale”…

Viviamo presi tra mille corse, tra impegni che si incastrano come il gioco del Tetris e equilibri instabili che talvolta ci tolgono il tempo anche per una passeggiata fuori. Per questo un pezzettino alla volta, anzi, un weekend alla volta vogliamo riappropriarci di una dimensione più vera, fuggendo, letteralmente, dal traffico, lasciandoci alle spalle i centri commerciali ma anche il divano e lo smartphone.

Il nostro obiettivo è immergerci nella natura. Vogliamo ritagliarci il tempo per respirare a pieni polmoni e sentire la fatica dei muscoli e non (solo) quella del cervello. Vogliamo imporci il tempo per staccare la spina, con una passeggiata in montagna o un weekend fuori in cui “fare famiglia”.

Lo faremo con i ritmi, e i passi di un bambino, senza desiderio di “imprese eroiche” ma semplicemente stando insieme in modo, e di nuovo ritorna questa parola, sostenibile. Perché siamo convinti che possa far bene a noi per primi e anche a nostro figlio. Uno “slow down” di quelli belli, per scalare la marcia e respirare l’aria buona, stupendoci dei suoi profumi.

Se vi piace l’idea seguiteci come sempre su Facebook, Instagram, e Youtube con l’hashtag #fugafuoricittà vi porteremo con noi e vi racconteremo della bellezza che ci circonda anche senza necessariamente andare troppo lontano. Ovviamente ringraziamo Decathlon per il supporto e se volete saperne di più riguardo al tema dell’eco-ideazione potete approfondire seguendo i link.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer