Stati Uniti con bambini - Philadelphia - Sull'Observation Desk

Stati Uniti con bambini: 10 motivi per partire senza paranoie

Andare negli Stati Uniti con bambini è un sogno per tanti genitori che poi però si fanno scoraggiare dai timori di affrontare un viaggio in un paese così lontano insieme a dei bimbi piccoli.

In realtà però secondo noi un viaggio in USA in famiglia è davvero semplice e soprattutto alla portata di tutti, anche di genitori-viaggiatori inesperti. E ve lo diciamo “col senno di poi” visto che il nostro coast to coast negli Stati Uniti con un bambino cinquenne è durato 71 giorni ed è stato un desiderio finalmente realizzato dopo averlo sognato a lungo, con tanto di paransie annesse.

Nel blog trovate tanti articoli dedicati al viaggio ma qui vi raccontiamo perchè a nostro parere gli Stati Uniti con bambini sono un’ottima idea e si può partire senza paranoie.

Viaggio in USA - Silicon Valley
Viaggio in USA – Silicon Valley

1) L’accoglienza alle famiglie

I bambini in America sono i benvenuti. E questo lo capirete subito, appena atterrati. Non so perché, forse perché gli americani sono abituati a spostarsi tanto in famiglia, fatto sta che nessuno vi guarderà storto se vostro figlio – stanco dopo un lungo viaggio – farà i capricci sul bus o in attesa alla casa del supermercato.

Nella nostra esperienza viaggiare con un bambino negli Stati Uniti ha significato ricevere sorrisi e non mugugni. E già questa è una buona ragione per partire.

2) I musei per bambini degli Stati Uniti

Preparatevi perché alcuni dei musei per bambini più belli al mondo si trovano negli Stati Uniti. E state pronti perché probabilmente entrerete coi vostri figli nei musei al mattino per uscirne solo all’orario di chiusura con tanto di pianto da “non voglio andar via” (e per fortuna spesso si chiude alle 17.00!).

Questo perché i musei per bambini degli USA sono super organizzati e pensati per far divertire i piccoli visitatori e state certi che anche nei musei per adulti troverete diversi corner dedicati ai piccoli. Giusto per segnalarvi qualche museo incredibile che abbiamo visitato durante il nostro coast to coast in America con nostro figlio citiamo il CMA (Children’s Museum of Art) a New York, il California Science Center di Los Angeles, il Museum of Science and Industry a Chicago e l’Exploratorium a San Francisco.

3) I Parchi Nazionali USA (e il programma Junior Ranger)

Ci sono moltissime ragioni per andare negli Stati Uniti con bambini ma una di queste è di certo visitare i Parchi Nazionali. E come potrebbero i bimbi annoiarsi se portati in mezzo alla natura, con la possibilità di vedere gli animali e panorami mozzafiato?

Ma se questo non bastasse tenete presente che gli americani hanno pensato al Junior Ranger Program che permette ai bimbi di diventare piccoli ranger e vivere in modo ancora più coinvolgente l’esperienza nei parchi. Di fatto si tratta in un opuscolo contenente delle attività che i bimbi devono completare, al termine verrà chiesto loro di fare un giuramento davanti a un ranger che donerà loro una spilla da “Junior Ranger”.

Che le famiglie sono benvenute negli Stati Uniti l’abbiamo già detto, vero? Tutte le informazioni sui Parchi USA coi bambini le trovate seguendo il link al post.

Trekking coi bambini al Grand Canyon
Trekking coi bambini al Grand Canyon

4) La situazione sanitaria

Inutile girarci intorno: quando si programma un viaggio coi bambini piccoli si pensa alla meta anche in funzione dei possibili “worst case”. E da questo punto di vista gli Stati Uniti per bambini sono una meta perfetta: nessun problema igienico sanitario e la possibilità di gestire qualsiasi tipo di emergenza.

Ovviamente però se partite con i bimbi (ma anche da soli!) non dimenticate assolutamente di fare un’adeguata polizza per il viaggio, come quelle che trovate sul sito  www.assicurazioneviaggio.it: purtroppo con gli Stati Uniti non si scherza e un ricovero per un incidente non grave o anche una visita potrebbero venire a costare parecchio. Questo vale anche per gli adulti ma ancora di più per chi viaggia con i bimbi perché, come è normale che sia, loro sono spesso più imprevedibili. Quindi prima di partire stipulare una polizza sanitaria adeguata e poi… viaggiate sereni!

5) I ristoranti (e il cibo)

Una delle cose che rende facile un viaggio negli Stati Uniti con bambini è il cibo. Negli States troverete ovunque ristoranti attrezzati con tutto l’occorrente for kids (fasciatoio, seggiolone, pastelli per intrattenere i bimbi, etc etc) ma anche se deciderete di mangiare al volo non avrete problemi a trovare qualcosa che possa piacere anche ai bimbi.

Tra l’altro fast food e similari sono ovunque e risultano anche molto economici coi bimbi. Ok, magari non sarà sempre sanissimo, ma in vacanza uno strappo alla regola si può fare, giusto?

6) Le emozioni (che diventano ricordi)

In tanti rimandano un viaggio negli Stati Uniti coi bambini a quando saranno più grandi perché “così si ricorderanno di più”. La realtà però è che gli States sono un paese così capace di regalare emozioni che i bimbi, anche più piccini, molto probabilmente se lo ricorderanno a lungo dopo il ritorno a casa.

La nostra esperienza a questo proposito è di un bimbo – allora cinquenne – che ancora dopo un anno ricorda molto bene luoghi e eventi del nostro coast to coast americano. E se avete timore che possano dimenticare il nostro consiglio è di creare un diario del vostro viaggio in famiglia negli USA: a seconda dell’età dei bimbi potrete far loro scrivere, disegnare o semplicemente attaccare ritagli di brochure o fotografie instantanee. Sarà un bellissimo souvenir e li aiuterà a ricordare per sempre.

Stati Uniti con i bambini - nostro figlio a Santa Barbara
Stati Uniti con i bambini – nostro figlio a Santa Barbara

7) Le attrazioni americane a prova di bimbo

Le attrazioni americane a prova di bimbo sono tantissime e sono ovunque, anche nelle città che uno non si aspetterebbe. Ad esempio tutti conoscono Disneyland – per dire noi abbiamo visitato i Parchi Disney di Los Angeles – ma avete mai sentito parlare del Mall of America di Minneapolis dove si trova il più grande parco divenrtimenti indoor? Oppure della Avengers Station di Las Vegas? O il Luna Park di Coney Island a New Yorl?

Qui non ci dilunghiamo nel citarvi tutte le attrazioni per bambini degli Stati Uniti dove siamo stati durante il nostro viaggio ma sappiate che sono moltissime e non faticherete di certo a trovare qualcosa per far divertire i vostri bimbi!

8) La facilità a muoversi negli Stati Uniti con bambini

Nell’immaginario comune un viaggio negli Stati Uniti è un on the road e anche da questo punto di vista non troverete nessuna difficoltà come famiglia. Le direzioni sono sempre segnalate, gli americani non sono “folli guidatori” (anche se le grandi metropoli sono ovviamente caotiche), le strade sono in ottime condizioni e in generale ci si sposta facilmente e senza ansie ovunque in macchina.

L’unica accortezza se vi dirigete nelle zone dei parchi è di fare molta attenzione nel guidare all’alba, al tramonto o di notte per il pericolo di investire gli animali selvatici (cosa pericolosa per loro ma anche per gli occupanti dell’autovettura).

9) La lingua

Una delle nuove paranoie in viaggio che abbiamo “guadagnato” da che siamo diventati genitori è la lingua, perchè se prima partivamo sereni verso paesi come la Russia o la Cina – salvo poi non riuscire nemmeno a fare il check in in hotel causa impossibilità di farsi capire in inglese – adesso è diverso. E in America oltre al fatto che basta sapere un po’ di inglese per cavarsela troverete più spesso di quanto immaginate anche persone capaci di parlare italiano (o spagnolo) e di darvi una mano in caso di bisogno.

Perchè gli States sono un melting pot dove un aiuto non si nega a un turista e coi bimbi in viaggio questa è un’attenzione in più.

Viaggio negli USA - Patato Baywatch
Viaggio negli USA – Patato Baywatch

10) L’organizzazione del viaggio

Altra paranoia guadagnata da che siamo diventati genitori è l’organizzazione del viaggio che è diventata più scrupolosa. In questo gli stati Uniti sono perfetti visto che troverete moltissimo materiale da consultare liberamente in rete, in blog come il nostro o su siti ufficiali, oltre che guide di viaggio super dettagliate. Le guide di viaggio per visitare gli Stati Uniti con bambini sono tante e ne esistono alcune proprio dedicate ai più piccoli, così che loro possano essere protagonisti del viaggio.

Allora che dite, vi abbiamo convinti a lasciare da parte i timori e partire per gli Stati Uniti con bambini al seguito? Se poi avete qualche dubbio qui sopra trovate il video del nostro coast to coast e su YouTube tutti quelli dedicati al nostro viaggio coast to coast insieme a nostro figlio. E se vi va scriveteci per raccontarci la vostra esperienza o farci altre domande, ci farà piacere!

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer