La Strada dei Vini in Veneto, enoturismo in cantine e vigneti

Ci sono esperienze che vale la pena di fare perché permettono di comprendere meglio i luoghi che si visitano. Una di queste è la Strada del Vino in Veneto, un percorso perfetto per gli amanti dell’enoturismo e delle tradizioni.

Il vino è infatti parte della tradizione del Veneto da sempre, tanto da sembrare quasi che scorra, proprio come i fiumi, tra i solchi della terra, creando percorsi di storie tra le pieghe del passato. Proprio la tradizione vitivinicola della regione ha portato a creare diverse Strade dei Vini, che attraverso la passione dei produttori vitivinicoli si sforzano di raccontare un territorio e farlo conoscere agli amanti del vino e ai semplici curiosi.

PER SCOPRIRE LE STRADE DEL VINO: se siete appassionati di enoturismo vi consiglio questa mini guida dedicato alle strade dei vini di Veneto, Friuli e Trentino. La cosa particolare è che il focus è sui percorsi ciclabili: proprio scoprire il Veneto in bicicletta è stata un’altra delle bellissime esperienze che abbiamo fatto in zona e che vi suggerisco di fare. Se seguite i link trovate tutti gli approfondimenti sia sulla guida che sulla nostra esperienza in bike.

La strada dei Vini - Le vigne venete

Le Strade del Vino in Veneto

Le Strade dei Vini del Veneto sono una ventina e rispecchiano la complessa e varia tradizione enologica della regione.

Si vadal Prosecco, che si incontra percorrendo la Strada del Vino DOCG Conegliano Valdobbiadene, ai bianchi come il Soave, con l’omonima Strada del Vino Soave, ai rossi pregiati come il Recioto e l’Amarone con la Strada del Recioto e dei Vini di Gambellara D.O.C. e la Strada del Vino Valpolicella, destinazione perfetta anche per gli amanti del benessere visto che qui si trovano le Terme della Valpolicella.

Se volete saperne di più sull’enoturismo in Veneto e sulle strade dei vini vi segnalo il sito ufficiale di Assovini. Noi durante lo scorso settembre noi abbiamo percorso la Strada dei Vini DOC Lison – Pramaggiore, proprio prima della vendemmia, conoscendo i produttori locali che si sono uniti per creare un’associazione che promuovesse il territorio veneto attraverso uno dei suoi prodotti di eccellenza.

Si è trattata di un’esperienza molto bella che ci ha permesso di scoprire il territorio da un altro punto di vista.

La strada dei Vini in Veneto - Le cisterne di fermentazione

La Strada dei Vini DOC Lison – Pramaggiore in Veneto

Refosco, Tai, Verduzzo, Lison… Sono questi i nomi dei vini di queste zone, che hanno contribuito a rendere famoso l’enoturistmo in Veneto. Io – come tutti – li conoscevo anche prima di passeggiare tra queste vigne, quello di cui non avevo idea però è quanto sia tecnologica e innovativa la produzione del vino da queste parti!

Questa è una terra racchiusa tra montagne e mare: in 40 minuti è infatti possibile raggiungere la spiaggia o le montagne, caratteristica che ha fortemente influenzato i vini della zona. Entrando nelle cantine e nei vigneti ho però potuto vedere anche quanto lavoro c’è dietro un bicchiere di vino e quanta passione ci mettono questi produttori che vogliono valorizzare il territorio dove vivono e producono.

Sono state tante le sorprese e le scoperte che proprio non mi aspettavo e che ora mi fanno guardare con occhi diversi i vigneti del Veneto Orientale e le sue cantine.

La strada del Vino in Veneto - Particolare

I vigneti del Veneto

La prima cosa ad avermi colpita sono le botti. Perché chi l’ha detto che la barrique sia solo a forma di… botte? In Veneto orientale qualcuno ha deciso di farla quadrata, più facile da impilare certo ma anche da riciclare. Così una volta terminata la loro funzione in cantina il legno può essere trasformato in pavimenti e fondersi ancora di più con la vita delle persone!

E poi la tecnologia che caratterizza del cantine del Veneto. Quanto è “tecnologico”un bicchiere di vino? Poco credevo. E invece ho dovuto ricredermi, conoscendo aziende che hanno adottato tecniche all’avanguardia, con la concimazione fatta con carri guidati dal satellite, che rilevano le esigenze del terreno e quindi delle piante. O ancora che misurano il bilancio di anidride carbonica consumata dal ciclo produttivo della vite, così da accertarsi che sia sempre in positivo e che l’agricoltura sia sostenibile per il territorio e per l’ambiente.

Passando di cantina in cantina ho conosciuto generazioni di viticoltori che si tramandano il mestiere da padre in figlio, famiglie radicate nelle proprie tradizioni, che però non hanno paura di sperimentare e di innovare quando innovazione significa prepararsi al futuro e continuare a fare ciò che si ama.

La strada del Vino - Le etichette

Le innovazioni delle cantine del Veneto

Allora ecco arrivare le-commerce con bottiglie venete che vengono spedite in tutto il mondo, con tanta attenzione data alla Cina e al suo enorme bacino potenziale. Ampio spazio però viene dato anche all’innovazione dei prodotti, affiancando ai classici della tradizione nuove bollicine con metodo classico ma anche passiti e liquori. Profumi e tentazioni innovativi, che seducono e si allontanano dal passato, ma solo all’apparenza. Perché il Passito è in verità fatto con il Verduzzo e il liquore trova le radici nel Refosco…

E poi ho trovato tanta attenzione all’ambiente e all’uomo che proprio non mi aspettavo di incontrare. In particolare per quanto riguarda la produzione biologica su cui i produttori investono sempre di più nonostante le difficoltà. Perché quando una bottiglia è senza solfiti una volta aperta non dura più di tre giorni, e allora ci si deve ingegnare per trovare il modo di mantenere alta la qualità!

Insomma, percorrere La Strada del Vino per me è stato un modo diverso per scoprire la zona di Bibione e le sue tradizioni. Mi sono lasciata il mare alle spalle per un poco, sapendo che comunque era talmente vicino che quasi se ne poteva sentire il profumo anche in mezzo ai grappoli d’uva. Poi mi sono immersa in un universo pieno di fascino e di passione, scoprendo che i vini del Veneto sono molto di più di quanto credessi!

La strada dei Vini - Degustazione con cioccolato fondente

Informazioni per percorrere la Strada dei Vini DOC Lison – Pramaggiore in Veneto

Se amate il buon vino e volete scoprire le cantine del Veneto da un altro punto di vista una buona idea può essere proprio percorrere la Strada dei Vini. In questo modo potrete entrare nelle cantine dei produttori locali e farvi raccontare qualcosa in più su questo incredibile prodotto. Ovviamente tra un assaggio e l’altro!

Le cantine sono aperte (quasi) sempre. Sul sito dell’Associazione Strada dei Vini DOC Lison Pramaggiore potete trovare l’elenco delle cantine aperte e anche le informazioni in merito ad itinerari ed evento enogastronomici. Vengono organizzate anche iniziative interessanti anche per i bambini come ad esempio la vendemmia! 🙂

Infine mi permetto un consiglio: se come me amate il vino ma vi sentite un po’ incerti su cosa provare durante un “tour” tra le cantine, puntate su una bottiglia dei vini della tradizione: il Tai, il Lison o il Refosco qui non deludono mai! Ve lo assicuro! 🙂

Il racconto della nostra esperienza sulla Strada dei Vini termina qui. Sparsi per il blog trovate tanti consigli su cosa vedere in Veneto con i bambini. Ovviamente poi se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Lascia un commento