Un caffè con l’autore: Tutti sul tetto

Oggi torno a parlare di libri e lo faccio raccontandone uno scritto da un social-amico.
Amo i libri – e chi mi legge da un po’ sa che oltre a leggerli (ogni tanto) provo anche a scriverli – e sono quindi felice di dedicare uno spazio a quello di Daniele.

Perché penso che un blog possa servire anche a questo: a raccontarci un libro, proprio come se fossimo al bar davanti a una tazza di caffè!In questo caso si tratta di un romanzo dai molti significati, che parla dell’Italia e dell’attuale situazione economica ma non solo, che indaga i temi della giustizia, della memoria e anche del rapporto padri-figli.

Insomma, eccolo qui, raccontato dalla voce – ops tastiera – dello scrittore!
Dimenticavo, l’autore al secolo è Daniele Semplici, nella blogosfera conosciuto come Babbo On Line e questo è il suo secondo libro!
Il primo è “Tutto il meglio che ti aspetti”, edito nel 2010 da Ed. La Bancarella.

Partiamo dal titolo, “Tutti sul tetto”. Come lo hai scelto?

 
Il romanzo è nato e si è sviluppato intorno a questo titolo che avevo ben chiaro in mente prima di iniziare a scrivere.
Tutti sul tetto” prende spunto da vicende di cronaca legate a forme di protesta per la perdita del posto di lavoro. 
E’ una sorta di esortazione prima di tutto per me stesso e poi per il lettore.
Per me “salire sul tetto” ha un doppio significato. Innanzitutto significa rendersi visibili, chi sale su un tetto vuole attirare l’attenzione su di sé. E per far questo non bisogna avere paura del giudizio degli altri ed essere convinti delle proprie idee. 
Inoltre, salire su un tetto vuol dire anche vedere le cose da una prospettiva completamente diversa da quella di tutti i giorni, alla quale siamo abituati. Di solito vediamo la città dalla strada.
Di cosa parla il romanzo?
 
Il romanzo intreccia i problemi generali dell’attuale crisi economica, che rimangono comunque solo sullo sfondo, con quelli lavorativi e personali del protagonista, un tranquillo rappresentante di auto spinto dal suo capo a diventare complice in una truffa, oggetto di un’indagine della polizia. 
L’incontro con un uomo più anziano, che riporta alla memoria un passato dimenticato, e il grave incidente del figlio, con il quale aveva un rapporto conflittuale, lo fa ridestare da una vita vissuta sottotono.
Il romanzo tratta tanti temi, la precarietà del lavoro che si traduce in precarietà dei rapporti personali, delle influenze delle scelte economiche sempre più internazionali sulla vita dei singoli, della ricerca di un senso di giustizia e dell’importanza della memoria.
Il libro parla anche del rapporto tra padri e figli, delle difficoltà di comunicazione che ci possono essere all’interno delle famiglie. Della necessità per un figlio che cresce di vedere il proprio padre anche come uomo. 
E’ anche un libro sulla paternità, in questo sono stato sicuramente influenzato dal fatto di avere una figlia, anche se ancora piccola.
Una curiosità, mi parli della foto di copertina?
 
Ho realizzato personalmente la copertina del mio libro rielaborando una foto che ho fatto in un mio viaggio in Cina
Si tratta di uno scatto dei grattacieli di Shanghai al quale ho aggiunto, come se fossero tracciate con un pennarello sul vetro, delle sagome di persone. 
Visitando una città come Shanghai ci si trova spesso a camminare con la testa rivolta verso l’alto e salire ai piani alti serve per avere una prospettiva e un orizzonte diversi. Aggiungere delle forme che richiamano persone serve anche a umanizzare un panorama fatto esclusivamente di luci, grattacieli e auto.
 
A questo punto Francesca, dopo averti raccontato il mio libro aspetto i commenti da parte di chi lo leggerà!

Informazioni

 
Il romanzo “Tutti sul tetto” è pubblicato solo in versione e-book e disponibile nelle principali librerie online (da Amazon a Feltrinelli).
Questo per scelta di Daniele che ha deciso di puntare su questo canale, che permette di rendere il libro disponibile ovunque e acquistarlo con un semplice click da qualsiasi città italiana.
Inoltre Daniele ha anche creato questo profilo twitter come canale per i lettori!
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer