Zuiderzeemuseum: un museo da vedere in Olanda con bambini

Tra le cose da vedere in Olanda coi bambini secondo noi c’è lo Zuiderzeemuseum (o Zuiderzee Museum, ovvero museo del Mare di Zuider) che si trova a Enkhuizen, nell’Olanda del nord.

Il nome – un po’ impronunciabile a dire il vero – di questo museo olandese per famiglie da solo spiega già la sua origine e le motivazioni per cui vale la pena visitarlo: la struttura è infatti intitolata al Mare di Zuider, ovvero un mare che non c’è più ma che esisteva in Olanda fino al 1932, anno in cui venne costruita la Afsluitdijk , la “Grande Diga”, che ha trasformato lo Zuiderzee – il Mare Meridionale – nello IJsselmeer, un lago dolce.

NOTA Sparsi per il blog trovate molti consigli per una vacanza in Olanda in famiglia. Come guida noi abbiamo utilizzato la Lonely Planet mentre un libro che vi consiglio di leggere è “L’Olanda è un fiore” su un viaggio in bicicletta nel paese padre-figlio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: VISITARE L’ISOLA DI TEXEL NELL’OLANDA DEL NORD

[cml_media_alt id='14058']Zuiderzeemuseum[/cml_media_alt]
Zuiderzeemuseum
[cml_media_alt id='14059']Zuiderzeemuseum[/cml_media_alt]
Zuiderzeemuseum

Enkhuinzen e la storia dello Zuiderzee e dello IJsselmeer

Lo Zuiderzeemuseum venne costruito nel 1948, voluto proprio dagli abitanti della zona che temevano che le trasformazioni connesse alla costruzione della diga portassero alla perdita delle loro tradizioni. Perché la Afsluitdijk non ha avuto come conseguenza solo la protezione del territorio olandese dalle inondazioni ma ha portato anche un profondo mutamento nella vita della popolazione: molti dei pescatori che vivevano sulle sponde del Mare dello Zuider si sono infatti ritrovati d’improvviso a diventare contatini, irrigando i campi con quell’acqua che da salata era divenuta dolce.

Così a Enkhuizen è stato ricostruito un tipico villaggio di pescatori, con edifici provenienti dalla zona e dalle località circostanti, dove le tradizioni sono mantenute vive non solo attraverso pannelli esplicativi e filmati ma anche con artigiani che ogni giorno lavorano all’interno del museo per farle conoscere ai visitatori. Allo Zuiderzeemuseum si possono infatti assaggiare aringhe affumicate, costruire barche con gli zoccoli, preparare dolci tradizionali e degustare formaggi tipici, con laboratori, ristoranti e negozi che rendono il museo un paese vivo, con le reti messe ad asciugare al sole e le donne che stendono il bucato tra le vie, indossando i tipici costumi olandesi.

Passeggiando tra le case che si specchiano nei canali si possono vedere gli interni delle antiche abitazioni, scoprire cosa veniva coltivato negli orti, veder funzionare il mulino, visitare la chiesa e giocare con i passatemi tipici dei pescatori che vivevano in questa zona tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900.

Lo Zuiderzeemuseum di Enkhuizen è un tuffo nella storia dei Paesi Bassi per comprendere meglio il rapporto di amore e odio che la popolazione ha con con l’acqua. Se state organizzando una vacanza in Olanda coi bambini però questo museo è anche un modo semplice per far conoscere le tradizioni del paese ai bambini, divertendosi tutti insieme.

LEGGI ANCHE: VISITARE DELFT IN OLANDA

[cml_media_alt id='13996']Zuiderzeemuseum in olanda[/cml_media_alt]
Zuiderzeemuseum in olanda

In Olanda coi bambini: informazioni per visitare lo Zuiderzee museum

Visitare lo Zuiderzeemuseum con bambini

Il Museo dello Zuiderzee è di fatto diviso in due parti che si trovano in due aree differenti della città: il “Binnenmuseum” (ovvero il museo al coperto) e il “Buitenmuseum” (ovvero il museo all’aperto) e il biglietto dà diritto all’accesso ad entrambe le aree. Il museo coperto è accessibile tutto l’anno, mentre l’apertura del museo all’aperto va da fine marzo a fine ottobre. Come praticamente tutte le attrazioni olandesi il museo chiude presto (alle h 17.00) quindi il nostro consiglio è di arrivare al mattino per dedicare il giusto tempo a entrambe le aree e poi ritagliarsi un po’ di tempo per la visita di Enkhuizen che è una cittadina molto carina (noi purtroppo non abbiamo avuto modo di visitare il Buitenmuseum!).

Per organizzare la vostra visita tenete presente che nella parte esterna dello Zuiderzee museum insieme ai bambini potreste rimanerci tranquillamente una intera giornata, visto che tra laboratori, esplorazioni, giochi (anche d’acqua) e dimostrazioni non ci si annoia (alcune attività sono però a pagamento, verificate sulla mappa gli orari e i costi). Inoltre ci sono due bar e un ristorante per pranzare all’interno del museo.

Come raggiungere lo Zuiderzee museum

Il museo coperto si trova in città, lo si può raggiungere in macchina ma nella zona è molto difficile trovare posto per l’auto, quindi la cosa migliore secondo noi è arrivare al parcheggio, lasciare la macchina e proseguire con il traghetto fino al museo all’aperto (il traghetto è incluso nel costo del biglietto mentre si paga il parcheggio). Al termine della visita del Buitenmuseum ci si può spostare a piedi fino al museo coperto – con sosta di rito al parco giochi che si trova accanto – e poi da lì andare verso la stazione dove ferma il traghetto (attenzione: la barca ferma alla stazione solo durante il viaggio di ritorno).

Il Museo dello Zuiderzee dista circa un’ora da Amsterdam e se non avete l’auto lo si può raggiunge col treno, proseguendo dalla stazione a piedi fino al museo (per poi tornare in traghetto). Maggiori informazioni sulla visita allo Zuiderzeemuseum le trovate sul sito ufficiale del museo.

[cml_media_alt id='14064']Zuiderzeemuseum[/cml_media_alt]
Zuiderzeemuseum
[cml_media_alt id='14061']Zuiderzeemuseum[/cml_media_alt]
Zuiderzeemuseum
[cml_media_alt id='14060']Zuiderzeemuseum[/cml_media_alt]
Zuiderzeemuseum

LEGGI ANCHE: VISITARE LA GRANDE DIGA DEI PAESI BASSI

Fin qui la nostra esperienza nel nord dell’Olanda con un bambino e i nostri consigli per visitare lo Zuiderzeemuseum, sul nostro canale YouTube e sulla pagina Facebook trovate altri video e immagini. Se volete maggiori informazioni per un viaggio in questo paese potete fare riferimento al sito ufficiale dell’Ente del Turismo che ringraziamo per il supporto durante questo viaggio.

Lascia un commento