Francesca Patatofriendly

Un po’ di me e un po’ di condivisione: viaggio nel mondo dei blogger

A sorpresa ricevo una “notifica”…
Grazie a mammavvocato ho ricevuto un premio, e per “ritirarlo” almeno virtualmenente , devo rispondere ad alcune domande.
È una delle tante facce della socialita’ in rete, dove incredibilmente si fanno incontri inaspettati, ritrovandosi in vite o esperienze di perfetti sconosciuti e ricavandone anche una crescita, cosa impensabile fino a una manciata di anni fa!
La conferma che il web 2.0, quello della socialità ha davvero cambiato le nostre vite, e ora non ci resta che attendere e vedere cosa ci riserverà il web 3.0  con “l’Internet delle cose” ….
Quindi, visto che mi piace l’idea di conoscere un pochino di più quelli coloro che scrivono e condividono sul web posto le mie risposte in attesa di leggere quelle degli altri blogger.



– Qual’è la cosa che vi piace fare di più da sempre?
Questa è facile… Viaggiare!
– Qual’è il posto che vi piacerebbe vedere, ma da sola?  
Non vedere ma fare, anzi, rifare. Il cammino di Santiago da sola. L’ho “regalato” anni fa a mio padre e l’abbiamo fatto insieme. È stata un’esperienza molto intensa, camminando lunge ore si ha molto tempo per pensare e la sera è bello condividere i propri pensieri e emozioni con altri pellegrini incontrati sulla via.
Però mi piacerebbe farlo nuovamente (magari un’altra via!) ma questa volta da sola…
Se foste uno scrittore/scrittrice, chi vorreste essere?
Coehlo. L’alchimista, storia di un viaggio fisico e in se stessi è uno dei miei libri preferiti.
Un detto o una frase che sentite vostra.
Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te. Che poi diventa, comportati con gli altri come vorresti che loro si comportassero con te, non ferire (almeno prova a non farlo intenzionalmente), cerca di capire e supportare, ascolta (o almeno prova) i loro bisogni, non attaccare mai, soprattutto in modo gratuito, non sminuire, offendere, calpestare …
– Qual’è lo sport che potendo avreste intrapreso come carriera sportiva?
La kick-boxing. L’ho praticata per anni smettendo poi per sovvenuti limiti di …legamenti (e d’età!). Uno sport, anzi una disciplina, che mi ha insegnato molto, soprattutto a gestire la mia aggressività, le mie frustrazioni. Perché ti sfoghi in palestra, non “fuori” e quando il combattimento finisce con quella persona condividi lo spogliatoio e magari pure una pizza! Tornassi indietro inizierei da bambina …
Però da sempre mi piacerebbe anche arrampicare. “Colpa” o merito di uno zio che mi ha insegnato ad amare la montagna fin da piccola portandomi in ferrata quando ancora non sapevo nemmeno cosa fosse!
– Cos’è che ascoltando o vedendo vi emoziona o vi ha più emozionato nella vita?
La musica, i bambini, gli animali, le manifestazioni di affetto vere.
– Cosa scegliete per rilassarvi quando siete stanche di tutto?
Camminare, possibilmente in mezzo alla natura. Però se sono davvero al limite (e se posso farlo) parto… viaggiare mi rigenera!
– Il vostro luogo o posto (anche un angolo di casa) preferito?
Ho lasciato il cuore in molti angoli meravigliosi del mondo. Difficile scegliere…Un pezzo del mio cuore è rimasto sulla muraglia cinese, davanti ai Twelve Apostoles in Australia, lungo il delta dell’Okawango in Botswana, alle Victoria Falls, a Tulum in Messico, nel deserto del Sahara, nella campagna di Suzdal in Russia… quanto spazio ho? Diciamo che in ogni viaggio ho lasciato un pezzettino di cuore!
Forse però il mio cuore di bambina è a Nesso, sperduto paesino sul lago di Como. Lago e montagna insieme, stradine in salita fatte di sassi, terrazzamenti e le mie origini.
– Una persona che non dimenticherete mai della vostra famiglia (anche in senso allargato)?
Mia nonna.
– Una persona che non dimenticherete mai lasciando fuori la vostra famiglia?
Un caro amico che mi ha accompagnato in un pezzo del viaggio dentro di me e che ora è molto lontano, in Thailandia. Lo ringrazio per esserci stato e per avermi aiutata a crescere.
– Siete soddisfatte della vostra vita e/o avete un sogno nel cassetto?
Di sogni il mio cassetto è pieno! Purtroppo ultimamente stanno saltando fuori come piccoli gnomi impazziti ed è una fatica tenerli dentro!
Forse il sogno più grande e più difficile da relizzare è girare il mondo, senza limiti di tempo, non come turista ma come “viaggiatrice”. E vorrei scrivere, ma questo è il sogno più realizzabile, nel senso che…per questo basta il blog! 😉

I “miei” undici Blog
Il “regolamento” prevede che io scelga a mia volta undici blogger vincitori, da conoscere meglio.
La scelta è stata difficile, non solo perché il web è un oceano davvero vasto, ma perché sono tanti coloro che mi hanno regalato un sorriso, un’emozione o un buon consiglio…
Qualcuno di essi magari sarà un “pluripremiato” ma forse proprio per questo credo valga la pena conoscerli!
Quindi ecco qui i miei undici…
The sun mother
To write down
Mamiblog
Viaggi e baci
Mammaimperfetta
I viaggi dei rospi
The family company
Trippando
Nessun dorme
Un anno a testa in giù
Ibrido digitale
Ed ecco le mie domande, visto che a quanto ho capito si possono modificare un po’!
 -Qual’è la cosa che vi piace fare di più da sempre?  
– Qual’è il posto che vi piacerebbe vedere in solitudine?  
– Se poteste essere chiunque chi vorreste essere?
– Un detto o una frase che sentite vostra.
 Qual’è Il viaggio più bello che avete mai fatto e consigliereste a tutti?
 Cos’è che ascoltando o vedendo vi emoziona o vi ha più emozionato nella vita?
– Cosa vi rilassa davvero?
– Il vostro luogo o posto (anche un angolo di casa) preferito?
– Una persona che non dimenticherete mai?
– perché avete iniziato a scrivere un blog?

– Avete un sogno nel cassetto? 

Quindi… A voi! 🙂 …se vi va di rispondere ovviamente!!!
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

18 comments

  1. Molto orgogliosa del riconoscimento, grazie!
    Spero di riuscire a organizzarmi quanto prima per il ritiro.
    Grazia

  2. Finalmente riesco a passare di qua, cara. TI ringrazio molto per avermi inclusa nel tuo bellissimo elenco. Appena riesco… vengo a ritirare il premio. Anche perché le tue domande… sono davvero intriganti. Grazie ancora!

  3. Grazie mille per il premio!
    Non ho mai amato le catene, ma questa volta coglierò l’occasione per ricambiare i premi ricevuti!

    Un abbraccio!

    1. Nemmeno a me piacciono molto normalmente ma mi e’ piaciuta l’idea di conoscere meglio persone con cui spesso “parlo” attraverso un pc!:)
      Ti attendo!:)
      Baci!

  4. Oddio, oddio, oddio … quante domande!
    Rispondo al volo perchè so che se dico che ripasso quando starò meglio poi no ritorno più. Sarò telegrafica per il blocco alla spalla che mi fa cader lacrime ad ogni tasto che pigio sulla tastiera:
    1. scrivere, leggere, viaggiare … lo so che sono 3 ma non riesco a scegliere
    2. il deserto, qualunqu, ma di sabbia … (PS: con una guida dall’altra parte della duna a riportarmi a casa!)
    3. me stessa: ci ho impiegato 40 anni anni a capire chi sono che non mi scambierei per nessun’altro al mondo. Non è presunzione, è che è una faticaccia rifar tutto da capo …
    4. tutto Terzani
    5. safari in Kenya
    6. una mamma che stringe per la prima volta suo figlio tra le braccia
    7. praticare Tai-Chi
    8. le terrazze con vista panoramica sulle bellezze della natura
    9. mio fratello Sergio, che ci ha lasciato troppo presto
    10. per realizzare un sogno
    11.se lo dico svanisce con le parole … quindi tengo gli occhi chiusi e me lo coccolo ancora un po!
    E’ stato bello poterti conoscere un po’ di più, grazie per il premio che me ne ha dato l’occasione

Lascia un commento