Viaggo in South Dakota Mounth Rushmore

Un viaggio nel viaggio: il South Dakota

Un altro pezzettino del nostro viaggio in USA si è concluso: siamo usciti dal South Dakota diretti verso New York. Ci siamo lasciati alle spalle le foreste e le prairies agitate dal vento per entrare nelle “big cities” americane.

Ma prima di tornare a immergerci “nella civiltà” e soprattutto prima di sentirla di nuovo sulla pelle come “normale” – perché è quella la quotidianità a cui apparteniamo anche se ci piacerebbe tanto fosse diverso – vogliamo fermare alcuni dei ricordi di questo pezzo di viaggio in South Dakota, uno stato molto particolare che ci ha regalato tante emozioni.

Il South Dakota è un mix di storia e natura che lascia a bocca aperta: praterie, campi di mais, montagne del colore della notte, grotte che giungono fino al centro della terra, pionieri, sculture nella roccia, iscrizioni che testimoniano un passato antico, laghi glaciali e orizzonti infiniti.
Però un posto speciale in questo pezzo di viaggio per me ce l’hanno gli animali

[cml_media_alt id='11554']viaggio in South Dakota Wind Cave Park[/cml_media_alt]
viaggio in South Dakota Wind Cave Park
[cml_media_alt id='11553']viaggio in South Dakota vedere i bufali[/cml_media_alt]
viaggio in South Dakota vedere i bufali
[cml_media_alt id='11544']Viaggio in South Dakota Black Hills Wild Horse Sanctuary[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota Black Hills Wild Horse Sanctuary

I primi a avermi conquistata in South Dakota sono loro, gli onnipresenti e buffissimi cani della prateria che con il loro canto di allerta ti accompagnano alla scoperta della loro terra. Vederli sbucare curiosi dalle loro tane per poi ritirarsi al primo segnale di pericolo è una delle cose che ti fa capire di essere davvero nell’America “del mito”.

E poi i bisonti.

Questa è una delle cose che voglio fissare bene nei ricordi: the bison. Perché il nostro primo incontro con uno di questi enormi animali per me è stato speciale. Guardarlo negli occhi, libero a pochi metri da me, mi ha mosso dentro qualcosa che non sapevo di avere.
Sarei rimasta ore a fissarlo e avrei anche provato ad avvicinarmi, se non fosse stato per quei cartelli che ammonivano a rimanere a distanza (e soprattutto per il timore dei rattle snake! 🙂 )

Ma il bisonte è molto di più di un “semplice animale”. Questa immensa creatura è considerata sacra dai Nativi e quando ne incontri uno ne comprendi la ragione, visto che anche da fermo trasmette una incredibile sensazione di potenza. E pensare che i bisonti erano una delle ricchezze di questa terra che venne completamente spazzata via dall’Uomo Bianco alla ricerca di un altro tipo di tesoro, l’oro.  Nelle praterie ne vivevano milioni ma quando i Coloni si appropriarono di questi territori ne rimasero solo poche centinaia.
Eppure i bisonti oggi sono tornati, placidi e forti, a ricominciare la loro vita dove l’avevano lasciata.

Ma anche i Mustang.

Ho sempre amato i cavalli, ho con loro un rapporto speciale ed una delle emozioni più forti di questo viaggio è stato vedere una mandria di Mustang selvaggi scendere al galoppo un pendio e poi tuffarsi in acqua per attraversare il fiume.
Ma non li ho solo visti, prima ancora di riuscire a scorgerli li ho sentiti, udendo il rumore ritmico dei loro zoccoli che picchiavano sul terreno, all’inizio lontano poi sempre più forte. Uno dei ricordi indelebili di questo pezzo di viaggio in South Dakota.

[cml_media_alt id='11552']Viaggio in South Dakota The Journey Museum[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota The Journey Museum
[cml_media_alt id='11546']Viaggio in South Dakota Crazy Horse Memorial[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota Crazy Horse Memorial
[cml_media_alt id='11555']Viaggo in South Dakota Mounth Rushmore[/cml_media_alt]
Viaggo in South Dakota Mounth Rushmore

Oltre agli animali però nel mio cuore ci sono le Black Hills, una terra sacra per i Nativi che è un’isola sorta là dove un tempo c’era un oceano. Gli Indiani pensavano che queste montagne ammantate di pini scuri fossero il cuore da cui fluiva, attraverso l’acqua dei fiumi, la linfa vitale che arrivava a tutti gli altri territori. E per proteggere queste terre i Nativi hanno combattuto strenuamente, vincendo alcune battaglie ma perdendo la Guerra. Qui capi come Nuvola Rossa e Cavallo Pazzo hanno fatto tremare i generali degli Yankee, finendo però poi per dover accettare il loro volere.
Su questo suolo, a Wounded Knee, si è consumato uno dei più terribili massacri di innocenti, e qui è in costruzione quello che, una volta terminato, sarà la più maestosa scultura nella roccia mai realizzata, il Crazy Horse Memorial, che celebra la storia dei Nativi, proprio lì, accanto a quel Mount Rushmore, che ricorda la grandezza degli USA.

Eppure il South Dakota non è uno stato dove si respira odio, anzi. La sensazione che abbiamo provato noi è di serenità, sia nei parchi che nelle città, lì dove abbiamo sperimentato la gentilezza degli americani e la loro ospitalità. Incredibilmente qui non ci sono molti turisti italiani, almeno così ci hanno detto. Ma tutte le volte che, in risposta al “Where are you from?” di rito rispondevamo: “Italy” si sono aperti i sorrisi. E le chiacchierate.

No, forse il South Dakota non è (ancora) così famoso come l’Arizona o la California ma di sicuro qui si respira un’atmosfera particolare, quella della “vera America” che stavamo cercando e che ci ha definitivamente conquistati.

[cml_media_alt id='11547']Viaggio in South Dakota Deadwood[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota Deadwood
[cml_media_alt id='11548']viaggio in South Dakota La Riserva di Pine Ridge[/cml_media_alt]
viaggio in South Dakota La Riserva di Pine Ridge
[cml_media_alt id='11551']Viaggio in South Dakota tekking[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota tekking
[cml_media_alt id='11545']Viaggio in South Dakota Chamberlain[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota Chamberlain
[cml_media_alt id='11543']Viaggio in South Dakota Badlands[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota Badlands
[cml_media_alt id='11539']Viaggio in South Dakota - I laghi della regione di Sisseton[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota – I laghi della regione di Sisseton

Informazioni utili per un viaggio in South Dakota

Anche in questo caso una volta a casa cercheremo di scrivere qualche articolo con le informazioni utili per organizzare un itinerario in South Dakota.  Qui ci limitiamo a darvi alcuni spunti se siete in partenza:

  • Hot Springs: Tra le cose da non perdere in città e dintorni ci sono Mammoth Site, sito archeologico unico al mondo, le terme di Evans Plunge e il Black Hills Wild Horse Sanctuary.
  • I parchi delle Black Hills: Wind Cave National Park e Jewel Cave permettono di scoprire il “cuore” del South Dakota mentre il Custer State Park è un must per gli avvistamenti degli animali, tra cui i bisonti.
  • Rapid City: Questa città è una tappa da fare per visitare il Mount Rushmore e il Crazy Horse Memorial. Ma se avete tempo fermatevi al The Journey Museum, un museo molto bello e molto family, che vi permetterà di capire la storia delle Black Hills e fate un giro nel suo centro storico che è molto caratteristico.
  • Deadwood: Questa cittadina è un simbolo della corsa all’oro e qui vissero personaggi come Calamity Jane e Wild Bill.
  • Il Parco delle Badlands e la Riserva di Pine Ridge: Questi sono due luoghi dove vedere il passato e immaginare il futuro del South Dakota, se potete dedicate almeno una giornata a ciascuna di queste due tappe.
  • I campi di mais dell’Eastern South Dakota: Il paesaggio cambia in questa zona del South Dakota e alle foreste si sostituiscono gli sterminati campi di mais. Il Corn Palace di Mitchell e De Smet con la casa dove visse Laura Ingalls sono due mete da non perdere ma cercate di non mancare anche l’Akta Lakota Museum di Chamberlain e il Prairie Village di Madison.
  • I laghi glaciali di Sisseton: La città è stata l’ultima tappa del nostro itinerario in South Dakota e ci ha regalato un nuovo “cambio” di panorami, dai campi di mais ai laghi glaciali. Vi segnaliamo anche che Fort Sisseton è uno dei forti meglio conservati in USA e organizza bellissime rievocazioni.

[cml_media_alt id='11549']Viaggio in South Dakota Mitchell[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota Mitchell
[cml_media_alt id='11550']Viaggio in South Dakota Rapid City[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota Rapid City
[cml_media_alt id='11540']Viaggio in South Dakota - La casa nella prateria di Laura Ingalls[/cml_media_alt]
Viaggio in South Dakota – La casa nella prateria di Laura Ingalls

Questi sono ovviamente solo alcune delle cose da vedere in South Dakota in base a quello che abbiamo fatto noi, altre informazioni più dettagliate le trovate sul sito della Real America, che ringraziamo per tutti gli spunti e il supporto nell’organizzazione del nostro itinerario.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer