Vacanza in Giordania - Le tortuose e spettacolari strade del Wadi Mujib

Giordania con bambini in vacanza: si può fare?

Una vacanza in Giordania, secondo me, è una di quelle cose che chiunque dovrebbe fare almeno una volta nella vita, non fosse altro per visitare luoghi indimenticabili, come Petra o il Mar Morto.

Chi però, come me, è un genitore, prima di visitare un paese straniero coi bambini, spesso si pone alcuni interrogativi che riguardano i problemi della sicurezza e dell’adeguatezza di un paese per un viaggio in famiglia. Per me non era così prima quando ero un viaggiatore indipendente o “in coppia”, ma ora, da quando viaggio con mio figlio, mi faccio delle domande diverse. E questi interrogativi erano nella mia testa durante il mio viaggio in Giordania in solitaria.

Oggi ho deciso di partire proprio da queste domande per raccontarvi anche questo aspetto del mio viaggio, sperando possa servire a qualche genitore che sta pensando se è il caso di organizzare una vacanza in Giordania in famiglia. Il post è organizzato come una mini guida, senza la pretesa di sostituire una guida cartacea che vi consiglio invece di portare con voi (noi abbiamo la Rough Guide-Feltrinelli, un’ottima alternativa alla classica Lonely). Per ogni argomento vi basterà cliccare sul link per andare direttamente alla sezione di vostro interesse.

  1. Sicurezza in Giordania
  2. Situazione sanitaria
  3. Strutture Family in Giordania
  4. Viaggio fai da te in Giordania
  5. Periodo migliore per andare in Giordania
  6. Attrazioni in Giordania per bambini
[cml_media_alt id='7028']Vacanza in Giordania - Gli incredibili paesaggi del Wadi Rum[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – Gli incredibili paesaggi del Wadi Rum

Ma la Giordania è sicura?

La Giordania è pericolosa? Ecco, questa domanda me la sono posta anche io tornando a casa dal mio viaggio in Giordania, e a dire il vero in molti, amici e parenti, me l’hanno chiesto prima della mia partenza.

Iniziamo col dire che, è innegabile, il Medio Oriente, oggi più che mai, è al centro di un susseguirsi di notizie poco rassicuranti che non incoraggiano certo il turismo di massa. La Giordania poi confina a Nord con la Siria, oggi il paese più instabile di quest’area, ad ovest con Israele e i Territori Palestinesi, altra zona tristemente nota per i continui conflitti, e ad est con l’Iraq, che gli italiani hanno imparato a conoscere negli anni Ottanta per via della guerra del Golfo con il Kuwait.

Insomma, nel mezzo di tutto ciò di cui i telegiornali parlano quasi ogni giorno…

Eppure, se ben ci pensate, della Giordania non si sente praticamente mai parlare. Perché la Giordania è il paese più filo occidentale e stabile di tutto il Medio Oriente. Qui la celebre ospitalità araba, incarnata dal vero spirito beduino che predica tolleranza e rispetto per l’altro e per lo straniero in particolare, trova forse la sua massima espressione.

La monarchia costituzionale di stampo inglese, che da decenni è alla guida del paese, ha lavorato molto per mantenere il paese stabile, tollerante e aperto al futuro. Non è un caso che la Giordania sia da sempre in prima linea per cercare di risolvere con il dialogo la spinosa questione palestinese. E non è un caso anche che la Giordania sia il paese che ha accolto e dato rifugio a un milione di profughi siriani in fuga dai terribili conflitti interni.

La vocazione verso la pace e il dialogo di questa nazione è proverbiale e la Giordania oggi appare come un luogo sicuro senza particolari rischi, nonostante l’indubbia vicinanza con luoghi che popolano la cronaca di guerra ai telegiornali.

Vi dico questo perché, durante il mio viaggio in Giordania, non ho mai avuto la sensazione di essere in un paese dove avere paura. C’erano, ovviamente, controlli e polizia, ma niente che potesse inquietare un viaggiatore normale come me. Quindi, oggi, se dovessi rispondere alla domanda se la Giordania è sicura sulla base della mia esperienza vi direi di sì. Un paese tranquillo, al centro di un territorio dalla storia complessa e instabile. Poi ovvio, la cronaca ci ha abituati a eventi fino a poco tempo fa impensabili, fatti terribili avvenuti proprio dove nessuno avrebbe mai creduto possibile, ma quello che ho visto e vissuto durante il mio viaggio in Giordania mi fa pensare che lì il rischio non sia maggiore che altrove.

Situazione sanitaria della Giordania: pericoli per i bambini

Al di là della sicurezza interna però un punto a cui pensare è se ci sono rischi per i bambini in Giordania, in termini di malattie o problematiche sanitarie.

A questo proposito il sito ufficiale della Farnesina segnala che non ci sono vaccinazioni obbligatorie da fare (suggerite le vaccinazioni per epatite A e B) ma consiglia caldamente di stipulare una assicurazione di viaggio che copra anche le spese sanitarie. Con i bambini è importante bere solo acqua in bottiglia (senza ghiaccio) e fare attenzione alla qualità del cibo consumato (in particolare per i cibi crudi) e all’igiene.

Se volete saperne di più seguendo questo link potete leggere le raccomandazioni della Farnesina per un viaggio in Giordania mentre cliccando su questo link potete fare un preventivo per una polizza sanitaria con la compagnia che utilizziamo noi (Heymondo) che offre anche il 10% di sconto ai nostri lettori.

Vi segnalo però anche che il livello della sanità è molto buono, in particolare nelle cliniche private, dove non faticherete a trovare medici che sono in grado di parlare italiano.

[cml_media_alt id='7029']Vacanza in Giordania - I colori incredibili del Wadi Mujib[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – I colori incredibili del Wadi Mujib
[cml_media_alt id='7038']Vacanza in Giordania - Petra, il teatro Romano Nabateo[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – Petra, il teatro Romano Nabateo

Si può andare in Giordania coi bambini?

La Giordania è adatta ai bambini? Si tratta di una domanda legittima anche perche il fatto che ci siano paesi più “friendly” di altri per organizzare un viaggio in famiglia è innegabile. Lo sono ad esempio i paesi del nord Europa, dove tutto pare pensato proprio per i piccoli. Però secondo me viaggiare in Giordania coi bambini non è particolarmente difficile. La lingua inglese è molto diffusa e nelle principali destinazioni turistiche troverete anche qualcuno che si rivolgerà a voi in italiano.

Inoltre, sulla base della mia esperienza, posso dirvi che se sceglierete strutture di un certo livello avrete tutto il necessario per i bimbi, che saranno ben accetti e avranno a disposizione aree kids e animazione ad hoc. Io ho personalmente testato il Kempisky Ishtar, sul Mar Morto, il Movenpick Resort a Petra e l’Evason Ma’in Hot Springs Hotel a Ma’in che sono hotel family di livello top.

[cml_media_alt id='7031']Vacanza in Giordania - Il lussuoso Hotel Resort Kempiski Ishtar sul Mar Morto[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – Il lussuoso Hotel Resort Kempiski Ishtar sul Mar Morto

Si può organizzare un viaggio in Giordania fai da te?

È sicuramente possibile organizzare un viaggio in Giordania in autonomia. Le strade sono in ottime condizioni e ben segnalate e gli hotel rispettano gli standard europei. Tra l’altro è possibile soggiornare in strutture di ottimo livello, che applicano oggi prezzi un po’ più bassi che in passato.

La soluzione forse più comoda però è quella di rivolgersi ad una guida locale, soprattutto se viaggiare in gruppi di due o tre famiglie, magari con bimbi piccoli. Vi aiuterà ad ottimizzare i tempi e a gestire eventuali imprevisti dovessero capitare, facendo da interprete con gli abitanti del luogo.

La guida che ha seguito il nostro gruppo parla perfettamente italiano, avendo vissuto e studiato in Italia, al Politecnico di Milano, ed è molto ben preparato. Di seguito vi indico i suoi riferimenti, se può esservi utile: Dott. Fuad Tarawneh, mail: foad_t@yahoo.com.

[cml_media_alt id='7037']Vacanza in Giordania - Particolare dell'imponente arco del trionfo di Jerash, la Pompei d'Oriente[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – Particolare dell’imponente arco del trionfo di Jerash, la Pompei d’Oriente
[cml_media_alt id='7027']Vacanza in Giordania - Fuad la nostra guida a Petra[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – Fuad la nostra guida a Petra

Quando è il periodo migliore per una vacanza in Giordania coi bambini?

Il periodo migliore per visitare la Giordania con i bambini è sicuramente l’inverno, quando le temperature sono più basse e piacevoli. In questo periodo, soprattutto se viaggiate non a ridosso delle principali festività, avrete il privilegio di ammirare Petra quasi in completa solitudine e senza rischiare un’insolazione! Tra l’altro organizzare una vacanza in Giordania in inverno vi permetterà di scappare dal freddo, magari facendo il bagno sul Mar Morto.

L’unica cosa a cui prestare attenzione, se deciderete di organizzare una vacanza in Giordania in inverno, è il brusco calo delle temperature durante la notte, in particolare nel deserto, con uno sbalzo termico da considerare coi bimbi, portando per loro abiti caldi, in particolare se dormirete in un campo tendato nel Wadi Rum. L’estate invece ve la sconsiglio, per le temperature davvero elevate che potrebbero non essere facilmente tollerate dai bambini molto piccoli.

[cml_media_alt id='7040']Vacanza in Giordania - Un campo tendato nel Wad Rum[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – Un campo tendato nel Wad Rum

Cosa c’è da vedere in Giordania per i bimbi?

Petra è di certo il simbolo della Giordania e, quindi, è a mio parere da non mancare assolutamente. Sebbene la città in sé non sia un’attrazione “per i bimbi” ci sarà moltissimo che anche loro apprezzeranno, a partire dalla possibilità di salire a bordo dei calessi tirati dai cavalli o degli asini per visitare il sito. A tale proposito in questo post potete trovare qualche informazione in più per visitare Petra e fin d’ora vi segnalo che sarà necessario camminare parecchio, far indossare ai bambini calzature adeguate e, se non camminano, dotarsi di fascia o marsupio porta bebè, quanto meno se vorrete esplorare il sito in modo approfondito e non solo vedere il Tesoro.

La Giordania però non è solo Petra e con i bambini vi consiglio di recarvi nel Deserto del Wadi Rum, magari partecipando ad una escursione sul dorso dei cammelli, oppure ripercorrendo le orme di Lawrence d’Arabia a bordo del treno a vapore che lo attraversa (con tanto di rievocazione storica finale).
Da qui è poi possibile raggiungere il sud e le spiagge di Aqaba, la città dove è ambientata la storia di Aladino (che viene citata anche nel celebre film Disney Aladin), oppure muoversi verso il Mar Morto, soggiornando in uno dei suoi lussuosi hotel, dove rilassarsi a bordo piscina o nella spa, mentre i bimbi giocano al Kids Club.  Potreste anche fare tappa alle terme naturali di Ma’in, dove vi accoglierà una natura incredibilmente rigogliosa e delle spettacolari cascate di acqua bollente in cui fare un bagno rilassante e rigenerante, oltre che aree giochi per i bimbi. Seguendo questo link, se vi interessa, troverete qualche informazione in più sul nostro itinerario in Giordania dedicato al benessere e sugli hotel a prova di bimbo.

Se i vostri figli più grandicelli e appassionati di storia poi non potete mancare di visitare l’antica Jerash (Gerasa) con i suoi resti storici risalenti al periodo Greco-Romano.
Infine, una tappa ad Amman d’obbligo. La capitale della Giordania è una città moderna e molto dinamica, piena di ristoranti e importanti testimonianze storiche, come il teatro e l’acropoli, ma anche di caratteristici mercati dove acquistare merci e cibo di ogni tipo. Un itinerario per visitare la Giordania l’ho raccontato in questo post, con qualche indicazione pratica sulla visita. Ulteriori informazioni per visitare la Giordania e organizzare il vostro viaggio potete trovarle sul sito ufficiale di Visit Jordan, dove potete anche effettuare prenotazioni e trovare offerte.

[cml_media_alt id='7036']Vacanza in Giordania - Nel Wadi Rum in fuoristrada[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – Nel Wadi Rum in fuoristrada
[cml_media_alt id='7034']Vacanza in Giordania - L'alba sulle montagne che circondano la sorgente di Ma'In[/cml_media_alt]
Vacanza in Giordania – L’alba sulle montagne che circondano la sorgente di Ma’In

Spero che questa mia esperienza possa servirvi se state pensando di organizzare una vacanza in Giordania coi bambini, mentre, dal canto mio, spero di tornare presto in questo paese, con mio figlio!

Roberto

Roberto

Geek con la passione per le persone. Quando non programmo, viaggio nel mondo o per il web. Volevo fare l'architetto poi sono diventato ingegnere. Ma mi è rimasto l'amore per tutto ciò che è bello oltre che tecnologico e così ho fondato una start-up. #Geek #Dad #NBAaddicted #Startupper

2 comments

  1. Ciao! Sto pensando a questo viaggio per questo inverno, ma il clima mi frena un po’. Tu dici che siete stati bene almeno durante il giorno, giusto? Ha piovuto? Ovviamente ogni anno è diverso dall’altro, non si possono fare previsioni…ma ho paura che la stagione potrebbe rovinarmi il viaggio e di non riuscire a godermelo a pieno. Che faccio, mi butto? 😀

    1. Ciao Sara!sia io che Roberto ti consigliamo di “buttarti”! Io poi ci sono stata proprio a gennaio anni fa ed è stato un viaggio splendido anche per il clima! 🙂

Lascia un commento