Una vacanza a Lignano Sabbiadoro, tra sole, lacrime e Mondiali

La prima volta che sono stata in vacanza a Lignano ero una bambina. Era l’estate dei miei undici anni e quella volta, invece che dirigersi come al solito verso il profondo sud, mio padre aveva scelto per le nostre vacanze il nord-est. Non so come fossero le vostre vacanze da piccoli ma i miei genitori avevano l’abitudine di fare viaggi dedicati più a “vedere” che a “riposare”–  chissà da chi avrò preso eh? 😉 – sempre fuori stagione. Io in realtà mi divertivo con loro ma, da bambina timida, sognavo anche di poter incontrare nuovamente quegli amichetti che, faticosamente, riuscivo a conoscere nei pochi giorni in cui rimanevamo fermi nello stesso posto. Sogni vani perché ogni estate la meta era diversa e io dovevo ricominciare da capo!

[cml_media_alt id='7101']Vacanza a Lignano - Io bambina[/cml_media_alt]
Vacanza a Lignano – Io bambina sulla spiaggia di Lignano
Anche quella volta, dopo aver “bighellonato” per diverse giorni tra Veneto e Friuli visitando l’entroterra e vedendo poco il mare, alla fine ci eravamo fermati per un po’ di relax a Lignano Sabbiadoro, in un classico hotel a pochi passi dalla spiaggia, dove io, finalmente, avevo conosciuto dei ragazzini con cui trascorrere le mie giornate scherzando, chiacchierando e giocando a palla nel grande giardino dell’hotel. Inutile dire che mi ero divertita tantissimo e avevo sperato di tornare ancora lì l’anno successivo, sognando quel “stessa spiaggia stesso mare” che i miei genitori odiavano ma che a me, con un piede già quasi nell’adolescenza, avrebbe tanto facilitato la vita…

[cml_media_alt id='7100']Vacanza a Lignano - giochi sulla spiaggia[/cml_media_alt]
Vacanza a Lignano – giochi sulla spiaggia
In realtà però sono tornata a Lignano solo parecchi anni dopo, questa volta nel luglio dei miei sedici anni, insieme, udite udite, a mia nonna. L’adolescenza era ormai entrata prepotentemente nella mia vita e io, seduta sul dondolo che si trovava nel giardino di quel piccolo hotel, avevo passato i primi giorni a sbuffare e a struggermi nel ricordo del fidanzatino lasciato a casa. Per fortuna lo struggimento adolescenziale dura poco così come il cattivo umore tipico dei sedici anni, e io, complice la gentile proprietaria dell’albergo che, intuendo le mie difficoltà mi aveva presentata ad alcuni miei coetanei “ospiti fissi” della struttura, ben presto mi ero fatta nuovi amici, trascorrendo così giorni spensierati, pieni di sole e risate. Era l’anno dei mondiali del 1994 e alcuni dei più bei ricordi di quella vacanza a Lignano sono legati proprio alle partite dell’Italia, inclusa la finale che ci aveva visti sconfitti contro il Brasile ai rigori, conclusasi tra le lacrime, di Baresi sullo schermo e del nostro gruppetto di tifosi teenagers lì a Lignano.

[cml_media_alt id='7099']Vacanza a Lignano - Con gli amici[/cml_media_alt]
Vacanza a Lignano – Con gli amici da adolescente
Lignano Sabbiadoro si è così guadagnato un posto nei miei ricordi tanto che, da adulta, ci sono tornata diverse volte, per qualche giorno di vacanza al mare. Non so se ci siete mai stati: in realtà Lignano è più che altro famoso per il suo litorale lunghissimo di sabbia dorata – “sabbiadoro” appunto – perfettamente attrezzato con tutti i servizi per tutti i gusti (di vacanza), ma da che sono mamma ne ho apprezzato cose che prima non avrei mai notato, come la pineta, le piste ciclabili, il Parco Zoo, i gommosi, l’Aquasplash e Gulliverandia, una sorta di parco divertimenti a tema dinosauri.

Lignano si divide di fatto in tre località – Sabbiadoro, Pineta e Riviera – e se state pensando di organizzare una vacanza lì la decisione su quale zona scegliere dipende un pochino dai vostri gusti: Sabbiadoro è quello più votato allo shopping e alla “movida serale“, Pineta è quello più piccino e più “inn“, mentre Riviera è forse quello più tranquillo. Non mancano ovviamente le strutture ricettive: villaggi turistici, camping, case in affitto e poi hotel per tutti i tipi. Io durante le mie vacanze a Lignano sono sempre stata ospite di piccoli hotel a gestione familiare, quelli dove ti senti un po’ a casa e la clientela si conosce da sempre. L’hotel Mimosa a Lignano Pineta è uno di questi. Una piccola struttura con tanta attenzione alle famiglie, dove i bimbi soggiornano gratis fino ai sei anni. L’hotel mette a disposizione degli ospiti le biciclette (anche coi seggiolini!), c’è un bel giardino, un’area bimbi con tanti giochi e ovviamente… c’è il dondolo! 🙂

Hotel a Lignano: l’Hotel Mimosa in breve

  • Bimbi gratis fino a 6 anni
  • Spiaggia privata
  • Area bimbi attrezzata
[cml_media_alt id='5047']Portogruaro - Una delle imbarcazioni[/cml_media_alt]
Cosa vedere vicino a Lignano: Portogruaro – Una delle imbarcazioni

Qualche informazione su una vacanza a Lignano Sabbiadoro: non solo spiaggia!

Se avete in mente di organizzare una vacanza a Lignano Sabbiadoro tenete presente che, oltre alla spiaggia, la zona offre moltissimo da scoprire. Lo so cosa state pensando: “Tu quoque?… “. Però, che ci volete fare, il DNA non mente e anche io, proprio come i miei genitori, non so star ferma neanche al mare! Quindi ecco qualche consiglio per alcune mete da visitare durante una vacanza a Lignano.

Innanzitutto se amate le città una gita a Trieste è quasi un obbligo, dista circa un’ora da Lignano Sabbiadoro e già che ci siete non potete mancare una tappa al bellissimo e romantico Castello di Miramare. Se invece volete qualche idea per una gita più breve Portogruaro e Concordia Sagittaria distano circa una mezz’ora mentre se amate l’archeologia e la storia Aquileia è tutta da scoprire! Se ne avete voglia vi basterà seguire i link per leggere la nostra esperienza.

Lascia un commento