Costa Azzurra - Il mare trasparente di Cannes

Vacanze al mare coi bambini: come organizzare al meglio

Arrivano le prime vacanze al mare coi bambini e voi siete una mamma e un papà desiderosi di un po’ di tempo lento, fatto di giochi e momenti di relax tutti insieme. Però – perchè c’è sempre un però – per i neogenitori spesso anche le cose belle sono fonte di ansia. E domande. Tante domande.

Se anche voi fate parte della categoria genitori in progress con dubbi annessi ma tanta voglia di partire ecco qualche consiglio per andare al mare coi bambini piccoli e organizzare al meglio. Noi con nostro figlio nei primissimi mesi e anni siamo stati ovunque: dagli on the road per l’Europa agli intercontinentali.

Sempre con la giusta quota di ansia annessa ma divertendoci altrettanto. Perché chi l’ha detto che i gentitori sono onniscenti e sempre sereni? L’importante è non cedere all’ansia e partire con i bimbi.

[cml_media_alt id='717']vacanze al mare coi bambini - come organizzare - Guadalupe[/cml_media_alt]
vacanze al mare coi bambini – come organizzare – Guadalupe

1. Keep calm e la spiaggia coi bambini vi aspetta

Prima regola e discaimer di questo post: State calmi e don’t worry. Avete fatto cose ben più difficili con vostro figlio (partorire ad esempio). Quindi organizzare le prime vacanze al mare in famiglia sarà una passeggiata.

Si scherza (ma non tanto). Però voi state calmi, ok? E preparatevi a partire.

2. Al mare coi bambini ma organizzatevi per tempo

Ecco, ora che siete calmi mettetevi lì, con carta e penna in mano e organizzatevi. Dove volete andare? Cosa volete fare? Che tipo di vacanza avete in mente? Mettete giù tutto.

Segnate tutto, poi guardatevi negli occhi e decidete cosa fare davvero. Se partite con un bimbo piccolo probabilmente dovrete fare qualche compromesso tra le vacanze di prima e quelle di adesso, in famiglia con cucciolo d’uomo. Ma state tranquilli che la vacanza al mare coi bambini ce la si fa benissimo senza grandi sacrifici. Quindi magari evitate la vacanza in zone malariche ma via libera al resto, che sia il mare coi bambini in Italia o l’isola tropicale all’estero.

Un consiglio per organizzare le vacanze con i bambini: lo sapete che con portali come Booking potete fare una ricerca oltre che per destinazione anche aggiungendo i filtri per “appartamento” o “famiglia”? Sono utili per scremare soluzioni che sapete già non essere adatte a voi. Se avete dubbi su come prenotare con Booking cliccate sul link con l’articolo dedicato mentre se volete fare una prova cliccate qui.

3. Andare in spiaggia nelle ore più calde senza fare arrosto il bambino

Tutti consigliano di andare in spiaggia coi bambini nelle prime ore della mattina e nel tardo pomeriggio per evitare il caldo. Lo sapete già, vero? Però, anche qui di nuovo il però, magari non c’è modo di farlo nella destinazione che avete scelto. Magari avete voglia di vedere qualche caletta di quelle che si faticano a raggiungere o magari l’hotel non è proprio nella posizione migliore per fare avanti e indietro.

Quindi?

Organizzatevi per gestire la cosa nel rispetto del benessere del bimbo. Un’idea è scegliere una bella spiaggia con una fresca pineta alle spalle. Non avete idea di quante dormite meravigliose ci siamo fatti i pineta. Portate con voi un bel materassimo gonfiabile oppure attrezzatevi con la tendina per il sole et voilà ecco come fare per far fare il riposino al mare al bambino.Per quanto riguarda la tenda da spiaggia per bambini ce ne sono di diversi modelli ma noi abbiamo usato un modello molto basico, con un costo sui 20 euro, lo trovate cliccando sul link.

Per quanto riguarda invece le spiagge con ombra in Maremma ci sono moltissime spiagge con pineta: tanti riposini in spiaggia, respirando l’aria di mare ma al fresco. Ma vanno bene anche le palme eh, in Guadalupe ad esempio ce ne sono di meravigliose e molto kids friendly! 😉

[cml_media_alt id='2959']Vacanze al mare con i bambini: Al mare in Croazia[/cml_media_alt]
Vacanze al mare con i bambini: Al mare in Croazia

5. Al mare col neonato: spiagge di sabbia o sassi

Non mi dilungo troppo su questo tema perché, alle prese con questo annoso dilemma, ne ho addirittura scritto un post sul confronto tra spiagge di sabbia o di sassi coi bambini (post che vi lascio qui). Sappiate che, per assurdo, le spiagge di sassi hanno un sacco di vantaggi rispetto a quelle di sabbia, primo tra tutti il fatto che il bambino non si impana. E non dovrete sentire i suoi strilli da aquila al momento di togliere la sabbia dal pannolino.

Se poi il vostro bimbo è un neonato e ancora non cammina non avrete nemmeno il problema di dover gestire quello. Altrimenti fate indossare ai piccoli camminatori un bel paio di scarpette da scoglio per bambini e via. Se non sapete cosa sono cliccate sul link! Ce ne sono di tipi diversi, tenendo presente che l’anno dopo non gli andranno più bene noi siamo sempre stati sui 10/15 euro di spesa, però considerate che sono utili anche per andare alle terme. E per farvi capire: noi con un unenne siamo stati in Croazia, il regno dei sassi. Una meravigliosa vacanza in famiglia.

6. Come mangiare in spiaggia col bimbo

Ok, vi siete convinti che non per forza dovete andare in vacanza col bimbo al mare in un resort all inclusive. Quindi adesso avete il problema del mangiare in spiaggia. Per lui, ovvio, non per voi.

Se allattate non c’è problema. Se invece siete nella fase dello svezzamento potete leggere questo post con tutte le indicazioni per gestire le pappe del bimbo. Se siete alle prese con biberon e latte in polvere valutate l’acquisto di uno scaldabiberon come questo che va bene sia per la macchina che per le altre stuazioni (lo trovate su Amazon). E ovviamente nulla vieta di andare nel ristorante a bordo spiaggia e concedersi un pranzo comodi.

7. In vacanza al mare coi bambini: cose indispensabili da mettere nella borsa

Questo è l’ultimo consiglio e anche quello meno scherzoso. Dedicate un po’ di tempo a organizzare la borsa per il mare del bambino. Se cliccate sul link ci trovate tutte le informazioni su cosa metterci dentro. In ogni modo non dimenticate mai la crema solare e un cappellino. La pelle dei bimbi è delicata e proteggerla al mare è necessario.

E poi… Buona vacanza con i vostri bimbi! Se poi vi va scriveteci come è andata qui o su Facebook. Lì ci trovate anche le nostre esperienze e qualche consiglio le mete al mare in famiglia.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer