Viaggi on the road con bambini, consigli e itinerari

Amiamo da sempre i lunghi viaggi itineranti e, una volta diventati genitori, abbiamo continuato a farlo, mettendoci a costruire itinerari per bambini. In macchina, treno, camper oppure a piedi: la nostra passione ci ha portati ad attraversare paesi e continenti, viaggiando in Italia, Europa e nel mondo on the road.

Ovviamente insieme a nostro figlio che è cresciuto un pochino ad ogni partenza!

Di bilanci, fatti di emozioni e considerazioni, ne ho scritti tanti (qui trovate quello dedicato al nostro coast to coast in America di quasi tre mesi se volete leggerlo!). Oggi però vorrei cercare di dare qualche suggerimento per chi ha intenzione di mettersi in viaggio per un on-the-road con bambini al seguito.

Viaggi itineranti per bambini: consigli utili e itinerari

I consigli sono divisi in categorie, proprio come una mini guida per viaggi itineranti con bambini. Cliccate direttamente sui titoli per passare alle sezioni di vostro interesse.

  1. Mezzo di trasporto
    1. Macchina
    2. Camper
    3. Treno
    4. A piedi
  2. Consigli per l’organizzazione
  3. Da mettere in valigia
  4. Dove dormire e alloggi
  5. Intrattenimento per i bambini in viaggio
  6. Cose utili da non dimenticare
  7. Tour on the road con bambini: itinerari, mete e idee
    1. Itinerari in Europa
    2. Itinerari in Italia
    3. Itinerari negli Stati Uniti

NON PARTITE SENZA: vi consigli si stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio. Non in tutti i paesi vale infatti la tessera TEAM (fate sempre un check in anticipo) e anche quando accettata non sempre copre tutte le prestazioni (es. spesso non è incluso il trasporto in ambulanza). Se non ne avete già una vi segnaliamo la nostra: è economica, affidabile e offre il 10% di sconto ai lettori del blog (seguite il link per fare il preventivo e per ottenere lo sconto). Maggiori informazioni sui vari paesi le trovate sul sito ufficiale della Farnesina.

Viaggio on the road insieme ai bambini foto camper in USA – Un’auto impaziente

Mezzo di trasporto per viaggiare on the road con bambini

Ovviamente i consigli sono diversi a seconda che stiate pensando di utilizzare, per il vostro viaggio itinerante in famiglia, auto, treno, camper o… i piedi! Per ciascuno trovate elencati pro e contro, con anche gli articoli di approfondimento.

Viaggio on the road in macchina

La macchina è probabilmente il mezzo di trasporto più utilizzato dalle famiglie che scelgono una vacanza itinerante con i bambini piccoli, con tutti i pro e contro.

Tra i contro ci sono i vincoli, in termini di costo (se si decide per un fly&drive) e di destinazione (se si parte invece da casa). Due temi da considerare è il mal d’auto, un disturbo frequente nei più piccoli che però si può superare con alcune attenzioni, e l’intrattenimento dei bimbi in viaggio (in questo aiutano moltissimo gli audiolibri per bambini).

Per la nostra esperienza, però, soprattutto quando i bambini sono più piccoli pianificare l’on the road in auto è comodo. Sia per trasportare tutto l’occorrente per i bimbi (cosa più difficile con i mezzi pubblici) che in mete o periodi dove è frequente incontrare giorni di maltempo.

Per saperne di più sui viaggi in auto con i bambini potete leggere l’articolo dedicato seguendo il link.

Viaggi itineranti in camper

Ovviamente la macchina non è il solo mezzo di trasporto per i viaggio itineranti con bambini. Un’alternativa davvero comoda oltre che emozionante è viaggiare in camper.

Un viaggio in camper permette di avere la propria “casa” sempre con sé e, in particolare per viaggi on the road lunghi insieme ai bambini piccoli, è un’ottima soluzione. In questo modo avrete a disposizione la cucina (cosa non banale, soprattutto se avete in programma di effettuare lo svezzamento in viaggio!) e anche il bagno (fondamentale per lo spannolinamento in vacanza).

Inoltre potrete spostarvi anche durante le ore più tarde, senza paura di dover rispettare gli orari di apertura delle reception degli hotel, oppure fermarvi dove vi capita se siete troppo stanchi per proseguire oppure se preferite godervi ancora un po’ una delle mete del vostro itinerario.

I contro di un itinerario con bambini in camper, almeno se non disponete di un mezzo vostro, sono ovviamente i costi per affittare il mezzo e il consumo di carburante, superiore a quello di un’auto.

Noi ad esempio abbiamo fatto questa scelta negli Stati Uniti e non ce ne siamo pentiti! Di contro però il noleggio camper in USA è spesso parecchio costoso, soprattutto in alta stagione. Se volete saperne di più seguite i link che portano agli articoli dedicati.

Viaggiare on the road con i bambini in treno

Un’altra soluzione è muoversi con i mezzi pubblici. Una soluzione che rispetta l’ambiente e, di solito, riduce moltissimo anche i costi visto che di solito i bambini viaggiano gratuitamente.

I treni sono molto comodi in particolare nel Nord Europa, con anche la possibilità di affittare cuccette per affrontare il viaggio notturno, guadagnando in questo modo giorni di vacanza. Il Pass Interrail permette poi di muoversi in Europa riducendo i costi. Inoltre anche questo caso l’esperienza diventa un’avventura, soprattutto per i bambini più grandi, e rende possibile viaggiare in modo ecosostenibile.

Ovviamente però gli itinerari con bambini in treno devono essere pianificati per bene, con orari e tappe precise, e si è più vincolati. Inoltre c’è il tema del trasporto bagagli, non sempre agevole, soprattutto per chi ha figli piccoli.

Tra le esperienze fatte c’è la in Germania in treno, dove ci siamo resi conto che le ferrovie sono capillari e ben organizzate. Di contro però non tutti i paesi sono ben organizzati, quindi la scelta della meta deve tener conto di questo.

Viaggio itinerante in famiglia a piedi

Infine potreste sperimentare una vacanza on the road con i bambini a piedi.

In questo caso c’è la bellezza dello stare insieme, impegnati davvero in una grande avventura. Di contro dovete tenere conto dell’età dei bimbi, della fattibilità del percorso e dell’allenamento, loro e vostro.

A questo proposito vi segnalo il Cammino di Santiago in famiglia. Questa è un’esperienza che abbiamo fatto insieme a nostro figlio e che è stata davvero emozionante.

On the road con bambini in camper foto Il nostro viaggio in camper in USA – Il cartello entrando in Utah

Consigli per organizzare viaggi itineranti in famiglia

Fermo restando le diversità legate al mezzo scelto ci sono alcuni consigli che valgono sempre nel caso scegliate di organizzare un viaggio itinerante con bambini.

Limitare i bagagli

Innanzitutto durante un viaggio itinerante coi bambini non esagerate con le valigie e con le cose da portare neanche se vi muoverete in macchina!

Quello che potete acquistatelo in viaggio (soprattutto se la destinazione non è particolarmente costosa!) e cercate di limitare anche il numero di cambi per tutta la famiglia. Ricordatevi che di certo troverete delle lavatrici (anche a gettoni) e che il bucato si può fare anche a mano in emergenza!

Il motivo è semplice: durante il vostro viaggio itinerante dovrete fare e rifare valigie ogni giorno o quasi, trasportandole magari sulle scale o lungo le strade, il tutto con bambini che, magari proprio in quel momento, vorranno essere tenuti in braccio. Meno valigie avrete e meno pesanti saranno meglio sarà per voi! Credetemi!

Pianificare l’itinerario

Per quanto riguarda l’itinerario a seconda del mezzo di trasporto scelto avrete maggiore o minore flessibilità. Negli itinerari per bambini con il camper potrete davvero decidere giorno per giorno dove andare mentre con i mezzi pubblici sarete costretti a pianificare in anticipo mete e spostamenti.

Anche il periodo scelto influirà sulla pianificazione: in Bassa Stagione potrete decidere anche all’ultimo momento dove soggiornare mentre nei periodi più gettonati dovrete prevedere delle prenotazioni in anticipo per evitare problemi.

Organizzazione delle tappe

Ovviamente dipende molto da voi ma il nostro consiglio se state organizzando un viaggio on the road con bambini piccoli è di fare tappe “più lunghe” e spostarvi poi a raggiera in giornata per visitare quanto ci interessava.

Questo vi permetterà di dover cambiare meno alloggi e quindi ridurre il problema dell’adattamento a un luogo nuovo.

Ovviamente tutto cambia con il camper. Mentre negli itinerari con bambini più grandi gestire on the road lunghi anche con una sola notte per ogni tappa è molto più facile.

Trasferimenti durante un viaggio on the road in macchina

Se anche voi come noi non avete la fortuna di avere un figlio che dorme per tre ore di fila e da sveglio non ama stare in auto gestite i trasferimenti di un viaggio in macchina durante i suoi pisolini. Noi organizzavamo la giornata sulla base di questo: lo facevamo giocare e stancare e partivamo per la tappa successiva quando sapevamo che sarebbe crollato addormento per un po’ (massimo un’ora e mezza…).

In caso di trasferimenti organizzatevi con diverse tappe. Questo è più faticoso per gli adulti che in pratica non riposano mai ma rende di certo più felici i bambini. Ovviamente il camper risolve questa situazione ed è stato uno dei motivi per cui l’abbiamo scelto!

on the road
Viaggio on the road con bambini foto strada in macchina

Cosa portare per un viaggio on the road e come

Questo del cosa portare è un tema cruciale per un viaggio itinerante con i bambini. In generale vale il mantra già anticipato sopra di portare poche cose. Ecco di seguito alcuni consigli per gestirle al meglio:

  • disponete tutto in modo pratico e facile da gestire. Avete in programma di fare tappe al mare e in montagna? Riunite felpe e giacche pesanti insieme magari sul fondo della valigia così da non averle tra i piedi ogni volta che starete cercando un costume da bagno!
  • posizionate i vestiti in sacchetti trasparenti chiusi. Vi permetterà di tenere in ordine le cose, trovarle subito e rifare velocemente la valigia negli spostamenti. Inoltre in caso di pioggia o polvere tutto rimarrà pulito e asciutto, soprattutto con i mezzi pubblici;
  • se utilizzerete ostelli, campeggi e guest house con bagni condivisi ricordatevi di preparare un beauty per ogni adulto (e figlio indipendente) in cui disporre anche l’occorrente per i bimbi più piccoli;
Viaggio itinerante in camper con bambini foto Roberto al volante

Dove alloggiare durante una vacanza itinerante in famiglia

Per un itinerario in camper dovrete valutare se dormire in campeggio o in libera. In questo caso se avete in mente gli States potete leggere un articolo dedicato proprio a dormire in libera negli Stati Uniti.

Negli altri casi per viaggiare on the road insieme ai bambini la grande scelta da fare è tra hotel (o B&B), appartamenti, ostelli (o guest house) e campeggi (se avete la tenda).

Un consiglio è di alternare qualche giorno in hotel/B&B e altri in appartamento o ostello, così da cucinare (ammortizzando i costi) ma permettervi anche di assaggiare le specialità locali (che sono parte del piacere di un viaggio).

Hotel e B&B

Il grande vantaggio di questa soluzione sono di non dover gestire pulizie e cucina. Di fatto si è più coccolati, che, visto che viaggiare on the road con i bambini piccoli non è proprio riposante, non è male. Di contro però fanno salire i costi e, per alcune cose come la gestione dei pasti dei più piccini, offrono minore flessibilità.

Appartamento

Gli appartamenti con i bambini piccoli vi permetteranno di gestire i pasti al meglio. Però non sempre è facile trovare affitti per poche notti e cucinare implica una ulteriore gestione connessa a dover acquistare, stivare e preparare.

In compenso però all’estero avrete la possibilità di cucinare cibi “dai sapori soliti”. Inoltre potrete preparare i pasti al mattino e mettere tutto nei thermos appositi o nei tupperware (se non sapete cosa sono seguite i link). Questo è comodo e anche economico.

Ostelli e guest house

Un’alternativa interessante sono anche ostelli e anche le guest house. Questi sono una via di mezzo che permette di avere una cucina condivisa ma stanze famigliari.

Informatevi prima leggendo attentamente le recensioni però, così da evitare di finire in strutture dove ci sono party tutte le notti! Poi per i consigli per dormire in ostello leggete l’articolo dedicato.

Campeggio

Di solito la vita da camping in famiglia è più stanziale ma se avete la tenda potete pensare anche a un itinerario in campeggi, in tutto o in parte. Anche in questo caso può valere la pena di alternare, più che altro perché montare e smontare continuamente, ogni giorno o due, alla lunga stanca.

Inoltre in questo caso, se non avete già l’attrezzatura, vi consiglio una tenda gonfiabile, che è davvero facile da montare.

Viaggi itineranti foto Tappe per un viaggio on the road insieme ai bambini in Europa

Come intrattenere i bambini in viaggio

Nell’organizzare gli itinerari per bambini va considerato anche il tema di come intrattenerli.

Giochi per il viaggio con bambini

Non partite senza qualcosa per intrattenere i bambini durante il viaggio. Al di là delle preferenze dei vostri figli ecco alcuni consigli:

  • con i piccoli funzionano i libri musicali oppure gli audiolibri;
  • per i più grandicelli invece oltre ai giochi classici (cantare, conta le auto etc) valutate l’utilizzo di qualche dispositivo elettronico;
  • per i viaggi in treno o nave sono molto interessanti gli activity book o i libri da colorare, magari a tema con qualcosa che i bambini amano oppure legati alle mete scelte.

Cosa portate in vacanza insieme ai bambini per giocare

Trovare l’equilibrio tra trasportare l’intera cameretta in vacanza e non portare niente non è così immediato. Scegliete alcuni giochi e libri preferiti, potrete poi acquistare qualcosa in viaggio che rimarrà come “souvenir”.

On the road in USA - verso Fort Laramie
On the road in USA con bambini

Cose che servono per un viaggio on the road insieme ai bambini

Eccoci al capitolo “cose utili a cui nessuno pensa”.

Cose indispensabili per un viaggio itinerante

Ho già parlato di come preparare la valigia al meglio quando si parte con un bimbo piccolo e degli accessori da viaggio per bambini, quindi se volete leggete gli articoli dedicati.

Qui vi elenco solo alcune piccole cose utili per un viaggio itinerante:

  • le mollette (i bambini si sporcano e il bucato al volo tocca farlo e appenderlo dove si può!);
  • una spugna con detersivo (per lavare biberon e simili anche in hotel) ;
  • un thermos per la pappa;
  • i tupperware e/o i gli snack dispenser;_

Ovviamente portate tutto quello che non si troverebbe in viaggio (prodotti particolari, allergie, …). Infine se nella meta dove state andando non è  in vigore la tessera sanitaria, non dimenticate di stipulare un’assicurazione medica. Per tutto il resto ci sono i supermarket! 🙂

Cose che NON servono in valigia per un on the road

In ultimo un consiglio “non pratico”: siate flessibili. L’intransigenza nel non modificare i piani (faticosamente) costruiti non va d’accordo con i viaggi itineranti in famiglia.

Con i bimbi i programmi saltano e alcune cose “imperdibili” si perdono. Vorrà dire che sarà una buona scusa per tornarci un’altra volta!

Itinerario
Itinerari per viaggi on the road in famiglia

Itinerari per bambini

Le possibilità sono davvero tante: in questo blog trovate moltissimi itinerari per bambini in Europa, in Italia e non solo. Qui ve ne riporto alcuni con i link di approfondimento se volete saperne di più.

Viaggi itineranti in Europa con bambini

Alcuni itinerari per bambini in Europa.

Viaggio on the road in Italia con bambini

Alcuni itinerari in Italia per bambini.

Itinerari negli Stati Uniti con bambini

Alcuni itinerari negli Stati Uniti da fare insieme ai bambini.

Questi sono ovviamente solo alcuni dei viaggi on the road per famiglie che abbiamo organizzato, nel blog trovate molti altri spunti con consigli per tante altre mete. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo perché… sharing is caring! 😉 Se avete dubbi o domande contattateci su Facebook, Instagram o YouTube saremo felici di rispondervi.

6 commenti su “Viaggi on the road con bambini, consigli e itinerari”

  1. Suggerimenti pratici sempre intelligenti e utili!!!
    Io la storia delle molette, filo per stendere (anche quello meglio averlo) spugnetta e detersivo l’ho imparata dopo il rpimo anno di campeggio in mezzo al niente…con la roba ed i piatti sporchi!!!

  2. Io in macchina ho una piccola succursale di gioco, ho una marea di libri, una lavagnetta magica, due palloncini, un paio di dinosauri, se proprio arrivo alla frutta un paio di video di Pocoyo nel cellulare. Però ammetto che i miei in macchina fanno la pacchia, posso fare un viaggio di cinque ore (pisolino compreso) senza grosse difficoltà…però qualcuno dietro che giochi un po’ con loro ci dev’essere eh 😉

Lascia un commento