Anse à la Gourde - Guadeloupe

Viaggio in Guadalupe con bambini: guida utile

Dopo il nostro viaggio nei Caraibi francesi in inverno scrivo qualche informazione utile per organizzare una vacanza in Guadalupe con i bambini (attenzione: questa isola la sentirete chiamare anche Guadaloupe o Guadalupa in italiano!).

In realtà di cosa fare in Guadalupe con i bambini ne ho scritto, ma senza mai trovare il tempo di riepilogare le varie informazioni in un unico post che potesse essere utile a chi sta pensando di fare lo stesso viaggio con la famiglia. Ci provo oggi cercando di riassumere un po’ tutte le cose da sapere per una vacanza in famiglia in questa isola delle Antille Francesi!

  1. Dove si trova la Guadalupa
  2. Come raggiungere la Guadalupa: volo aereo
  3. Dormire in Guadalupe con bambini: zone migliori
  4. Come visitare la Guadalupe con i bambini
  5. Cosa fare in Guadalupa con bambini
  6. Fare la spesa in Guadalupa: mercati e supermercati
  7. Itinerario in Guadalupe con bambini
  8. Libri sulla Guadalupe
  9. Documenti necessari per andare in Guadalupe con bambini
  10. Cosa mettere in valigia per andare in Guadalupe con bimbi piccoli

1) Andare in Guadalupe con bambini: dove si trova e mappa

Partiamo da una piccola premessa: l’isola della Guadalupa è in realtà un arcipelago di isole che fa parte delle Antille Francesi e coniuga il mare meraviglioso dei Caraibi agli standard sanitari europei, per noi importanti visto che viaggiavamo con un bimbo piccolo.

Se non sapete esattamente dove si trova la Guadalupe qui sotto trovate una mappa della Guadalupe e dei Caraibi che può darvene un’idea. Noi eravamo già stati in Martinica – altro paradiso caraibico poco distante – e anche per questo abbiamo scelto proprio quest’isola per il primo viaggio intercontinentale con nostro figlio.

[cml_media_alt id='5053']Mappa dei Caraibi - Credits Kmusser[/cml_media_alt]
Mappa della Guadalupe e dei Caraibi – Credits Kmusser

2) Il volo per la Guadalupe con i bambini

Per arrivare in Guadalupa noi abbiamo prenotato un volo con Air France con scalo a Parigi. Come avevo già avuto modo di raccontare nel nostro caso si è trattato di una mega offerta (700€ in tre andata e ritorno!) prenotata al volo grazie a una dritta di piratiinvolo.it. Li conoscete? Danno consigli utili e spesso segnalano anche errori di prezzo!

Noi eravamo un po’ preoccupati per il cambio di aeroporto “ravvicinato” perché a Parigi dovevamo andare da Charles de Gaulle a paris Orly in circa due ore, portandoci appresso tutte le valigie e un bimbo di meno di due anni. Avevamo letto un po’ in internet e trovato pareri discordanti ma alla fine non ci sono stati problemi, abbiamo preso l’autobus che non era molto pieno (in internet qualcuno diceva di averne dovuti aspettare due o tre perché pienissimi!) ma se volete un consiglio portatevi una fascia o il marsupio così da avere le mani libere per i bagagli.

Il volo con Air France è andato molto bene a parte che si sono dimenticati di preparare il pasto al nostro bimbo (!!) ma abbiamo risolto con qualche snack. Il fuso aereo del bambino invece è stato abbastanza pesante per il nostro bimbo, ne ho parlato abbondantemente in un post se volete leggerlo cercando di fare tesoro della nostra esperienza!

Altre compagnie aeree che volano in Guadalupe oltre a Air France sono Air Caraibes e Corsair. Non li abbiamo testati quindi non sappiamo darvi feedback però tenete monitorati i voli per Pointe-à-Pitre

[cml_media_alt id='5064']Il patato si diverte immerso nelle limpide e caldissime acque dei Caraibi Francesi[/cml_media_alt]
Guadalupe con bambini – Il patato si diverte immerso nelle limpide e caldissime acque dei Caraibi Francesi

3) Dove dormire in Guadalupe con i bambini: hotel o appartamento?

Sebbene gli hotel in Guadalupa non manchino noi abbiamo scelto un appartamento in un residence come spesso facciamo, per essere più flessibili e anche per risparmiare un po’ sui pasti. Purtroppo però in questo caso abbiamo prenotato in ultimo, visto che tra acquisto dei biglietti e partenza è passato pochissimo tempo in un periodo di alta stagione. Il mio consiglio è di cercare bene e muoversi per tempo: a gennaio quest’isola delle Antille era pienissima e la scelta è stata un po’ “obbligata”.

Alla fine abbiamo prenotato presso il Karaibes Residence, a Le Gosier , in una struttura che per fortuna aveva ancora disponibilità e prezzi che stavano nel nostro budget. L’appartamento che abbiamo scelto era grande, con una cucina separata dall’area notte e vicinissimo al mare (anche se noi ci siamo sempre spostati per andare alle spiagge più belle della Guadalupe!). Un plus era il parcheggio interno, comodo con l’auto a noleggio. Inoltre negozi e ristoranti erano poco distanti e tutte le mattine un colibrì veniva alla finestra per fare colazione! Purtroppo però a il wifi, che per noi era importante per lavorare, non funzionava (e non ha mai funzionato nonostante le nostre lamentele).

Col senno di poi avrei scelto di pernottare a Sainte-Anne, lì si trovano le spiagge più belle della Guadeloupe, la cittadina è molto carina e vivibile a piedi e siete comunque centrali per muovervi in automobile oppure … rimanere lì e godervi il mare più bello della Guadalupe! Per quanto riguarda la zona migliore dove dormire in Guadalupe per le famiglie vi consiglio Basse-Terre se avete in mente di fare trekking nei parchi e escursioni ma le spiagge migliori sono a Grande-Terre.

In generale se viaggiate con bambini piccoli io vi consiglio l’appartamento, in spiaggia ci sono moltissimi chioschi dove pranzare oppure potete portarvi al sacco e in appartamento avrete modo la sera di gestire al meglio anche i “capricci” da jet-lag.

4) Come visitare la Guadalupa con i bambini

Nel nostro caso siamo rimasti dieci giorni su questa isola delle Antille Francesi con l’idea di girare il più possibile così abbiamo affittato una macchina. Come al solito abbiamo noleggiato la macchina dall’Italia, utilizzando un portale che permette la comparazione dei prezzi di noleggio tra le varie compagnie che usiamo da anni.

Non abbiamo avuto problemi né nel noleggio che nel viaggio: strade perfette, distributori ovunque e indicazioni stradali. L’unico inconveniente è stato al ritiro dell’auto: c’era davvero moltissima fila, ma questo credo fosse casuale! Vi lasciamo il link al sito, se state valutando di noleggiare una macchina in Guadalupe fate una verifica dei costi.

[cml_media_alt id='5063']I pappagalli del Jardin Botanique a Deshaies - Guadeloupe[/cml_media_alt]
I pappagalli del Jardin Botanique a Deshaies – Guadeloupe

5) Cosa fare sull’Isola Guadaloupe con i bambini

Il mare dei Caraibi e le spiagge orlate di palme sono di certo una delle principali attrazioni della Guadalupe con i bambini ma non c’è solo questo nell’isola farfalla! Abbiamo dedicato un post alle più belle spiagge della Guadalupa che abbiamo visto e che secondo noi sono adatte ai bambini.

Tra le cose che potete fare con i bambini in Guadalupe oltre al mare ci sono i Musei della Guadalupe (su Basse-Terre e Grande-Terre). Altre cose da fare sull’isola di Guadalupa se amate la natura sono i Jardin Botanique a Deshaies (un paradiso tropicale con piante e fiori e anche alcuni piccoli animali) e il Valombreuse Floral Park a Petit-Bourg (un giardino botanico con diverse attività per bambini).

A Pointe-à-Pitre c’è anche un acquario perfetto per i bimbi ancora troppi piccoli per lo snorkelling e se amate camminare sono davvero molte le escursioni che si possono fare in Guadalupe, in particolare nella zona del vulcano.

6) Dove fare la spesa in Guadalupe per i bimbi piccoli

Tra le isole caraibiche la Guadeloupe è davvero un pezzo di Francia ai Caraibi e i francesi – che sono i re della Grande Distribuzione – l’hanno esportata anche lì! Risultato: non mancano i supermercati dove trovare di tutto, dagli omogeneizzati ai pannolini!

Il mio consiglio però è di frequentare i mercati locali della Guadeloupe: non solo sono molto caratteristici ma si trovano frutta e verdura ottime a prezzi inferiori. In questo post trovate quelli dove siamo stati noi che vi suggeriamo! Un’ottima idea poi è anche quella di provare la cucina locale: troverete moltissimi chioschi dove vengono preparate ottime accras e poulet routi. Sono buonissimi e li ha assaggiati anche il nostro bambini senza problemi, se seguite il link trovate qualche consiglio in più sulla cucina della Guadalupa.

[cml_media_alt id='5071']Pointe à Pitre verso sera[/cml_media_alt]
Pointe à Pitre verso sera

7) Qualche idea per un itinerario in Guadalupe con i bambini: escursioni da fare

Come vi ho detto noi siamo rimasti dieci giorni scegliendo di avere una base fissa e muoverci ogni giorno per esplorare qualcosa di nuovo. Per noi è stata una soluzione utile soprattutto perché il nostro bimbo ci ha messo un po’ ad assorbire il fuso orario e le notti erano un po’ agitate.

Le varie isole dell’arcipelago della Guadalupe sono collegate via mare o aereo, le isole di Basse-Terre e Grand-Terre – che formano l’isola più grande della Guadalupe – sono collegate con una strada e si girano molto bene in automobile. Le escursioni per le isole partono la mattina molto presto.

L’isola più grande dell’arcipelago della Guadalupe si divide sostanzialmente in due parti: quella di Basse-Terre, più verde, spesso piovosa e con le spiagge di sabbia nera e vulcanica e quella Grande-Terre, che invece è più secca e vi si trovano le spiagge più propriamente caraibiche, con palme e sabbia bianca.

Tra le cose che vi consiglio di non mancare ci sono le Distillerie di Rhum della Guadalupe. Altra cosa che vi consiglio di vedere assolutamente è il Vulcano La Soufriére che si trova nella parte di Basse Terre dell’isola di Guadalupa e la città di Pointre-à-Pitre, andateci per fare un giro al mercato e poi fermatevi al parco giochi che c’è poco lontano dal mare.

La spiaggia più bella della Guadalupe è secondo noi quella della Caravelle, dove c’è il villaggio del Club Med (non abbiate paura, si può accedere anche se non siete ospiti!), andateci presto però perché altrimenti rischia di diventare affollata. Molto particolare è poi la zona di Port D’Enfer e di Pointe de la Grande Vigie: andateci se ne avete il tempo, è un paesaggio particolare molto diverso dal resto dell’isola. Altre escursioni da fare in Guadalupe con i bambini le abbiamo ricapitolate in un post, seguite il link per saperne di più.

8) Libri sulla Guadalupe utili

Oltre a una guida di viaggio della Guadalupe (quella della Lonely planet dei Caraibi non è così completa perché tratta anche altre isole, meglio una guida più specifica come quella di GEO o come questa guida disponibile anche in versione kindle) vi consiglio alcuni libri da leggere prima o durante il viaggio.

Il primo è “Sulle rotte dei Caraibi” con storie e leggende su queste isole, il secondo invece è una collana per bambini “Choubouloute“. Questi libri (io li ho acquistati in francese sull’isola ma guardate se si trovano anche in italiano) sono piccoli volumi ben illustrati che raccontano proprio la vita di una bambina sull’isola.

9) Documenti necessari per andare in Guadalupa con i bambini

Per andare in Guadalupe (e anche in Martinica) è sufficiente la carta d’identità. Per guidare basta la patente italiana. Sembra incredibile ma essendo Territori Francesi d’Oltremare funziona esattamente come in Francia (anche se più o meno la Guadalupe dista 7.000 chilometri da Parigi!)

10) Come preparare la valigia per la Guadalupe dei bimbi

Di cosa mettere nella valigia per una vacanza ai Caraibi ho già parlato (seguite il link per saperne di più) qui vi riepilogo gli indispensabili:

  • cappellino con visiera e occhiali da sole,
  • scarpette da mare,
  • creme solari e magliette anti UV (se non sapete cos’è la vedete in una delle foto più sopra)
  • repellende anti sand flies (i mosquitos della sabbia al tramonto sono terribili! Evitate quegli orari!),
  • poncho (piccolo e richiudibile come quello del link) o k-way per gli acquazzoni improvvisi soprattutto a Basse-Terre

[cml_media_alt id='5066']La Porte d'Enfer - Guadeloupe Caraibi Francesi[/cml_media_alt]
La Porte d’Enfer – Guadeloupe Caraibi Francesi
Fin qui la nostra piccola guida per organizzare una vacanza in Guadalupe con i bambini, spero possa esservi utile ma vi assicuro che quest’isola dei Caraibi francesi è veramente spettacolare e molto vivibile anche con bimbi piccolissimi proprio come era il nostro!

Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer