Viaggio in auto - Nel deserto dei Pinnacoli in Australia

Viaggio in auto con bambini piccoli: come si fa a sopravvivere (felicemente)?

La premessa è d’obbligo anche se ho già avuto modo di dirlo in passato: al nostro bimbo non piace viaggiare in auto (eufemismo) e per questo in alcune occasioni abbiamo scelto di viaggiare in treno.

Non sempre però è possibile gestire i viaggi che abbiamo in mente con le ferrovie e quindi molto spesso ci siamo armati di Santa Pazienza, partendo per un lungo viaggio in auto con un bambino piccolo e insofferente.

[cml_media_alt id='5769']Viaggio in auto - Navgatore alla mano...pronti a partire[/cml_media_alt]
Viaggio in auto – Navgatore alla mano…pronti a partire
La buona notizia è che siamo sopravvissuti, quella “cattiva” – diciamo subito – è che non sempre è stato facile, che ci sono stati alcuni momenti di sklero e altri di “Ma chi ce l’ha fatto fare?“.

Eppure dopo la prima vacanza on the road con un bimbo, con un viaggio in auto tra Croazia, Slovenia e Austria quando il Patato aveva 15 mesi nonostante qualche difficoltà ci abbiamo preso gusto e siamo ripartiti diverse volte per altri viaggi itineranti. Di on the road in auto con bambini ne abbiamo fatti tanti: viaggi invernali su e giù per l’Italia, dal Trentino alle Marche, viaggi in America, in Albania, in Francia… Se sfogliate le pagine del blog trovate tutti i nostri itinerari in famiglia in macchina.

Oggi però proviamo a darvi qualche consiglio per organizzare un viaggio in auto con un bambino piccolo. Eccoli qui…

[cml_media_alt id='5771']Viaggio in auto - Sulla strada per lo Stelvio[/cml_media_alt]
Viaggio in auto – Sulla strada per lo Stelvio

Consigli pratici per organizzare un viaggio in auto on the road con i bambini piccoli

Viaggiare in macchina con i bambini: Dove viaggia il bambino?

Iniziamo subito con un tasto dolente: dove viaggia il bambino durante un lungo tragitto in auto? Forse è scontato ma … i bambini viaggiano negli appositi seggiolini (diversi a seconda del peso e dell’età).

Detto questo non sempre è facile gestire il bimbo legato nel suo seggiolino durante i lunghi viaggi itineranti, noi abbiamo più volte dovuto affrontare proteste a dir poco vivaci perché il nostro bimbo non ama per nulla essere legato (e come dargli torto?) e la tentazione di toglierlo di lì e tenerlo in braccio soprattutto quando era più piccolo c’è stata eccome! Questo però non si fa!

Quello che invece abbiamo fatto è stato darci il cambio sedendoci dietro insieme a lui per distrarlo un pochino e quando proprio la situazione era ingestibile fermarci per fare una “tappa non prevista”. Se avete in mente di partire per una vacanza itinerante con i bambini o anche un semplice lungo viaggio in auto tenetelo presente.

Inoltre parlare di seggiolino auto da utilizzare per una vacanza itinerante con i bambini in auto significa anche tenere presente i costi di noleggio (che non sono bassi) se scegliete prendere l’aereo affittando l’auto in loco. In questo caso tenete presente che potrebbe essere molto più conveniente imbarcare il seggiolino auto piuttosto che noleggiarlo, visto che di solito avete diritto al trasporto di uno o due colli gratuiti anche con la tariffa infant delle low-cost.

[cml_media_alt id='5772']Viaggio in auto - Il nostro tour del Sud dell'Inghilterra[/cml_media_alt]
Viaggio in auto – Il nostro tour del Sud dell’Inghilterra

Viaggio in macchina con i bambini: Auto in affitto o auto propria?

Che dilemma! Partire per una vacanza itinerante con la propria auto ha un innegabile vantaggio: il costo. Visto che il noleggio non è certo a buon mercato. Ovviamente però questo comporta delle limitazioni sulla meta, connesse al tempo che potrete dedicare al viaggio e anche alla sua raggiungibilità.

Di contro però il viaggio per raggiungere la propria meta finale può essere un viaggio nel viaggio, questo è vero soprattutto per i viaggi on the road dove il bello per me è proprio il viaggiare. Però consideratelo.

Se decidete di usare la vostra auto inoltre considerate l’usura e la necessità di far fare un bel check-up alla macchina prima di partire e anche questo ha un costo. D’altro canto ci sono alcune manutenzioni basilari – ma importanti – che potete fare da soli anche senza svenarvi acquistando i pezzi di ricambio on line o anche negli ipermercati. Perché non sembra ma cose stupide come le spazzole dei tergicristalli che non funzionano bene possono essere difficili da gestire durante un lungo viaggio in auto, soprattutto se avete in programma di stare fuori per molti giorni.

[cml_media_alt id='5768']Viaggio in auto - Multa imprevista in Germania[/cml_media_alt]
Viaggio in auto – Multa imprevista in Germania

Pianificare i viaggi in auto con bambini: Quando partire?

Noi cerchiamo sempre di partire dopo cena oppure all’orario del pisolino per cercare in questo modo di far dormire il bimbo almeno un po’ e rendere un lungo viaggio in auto più rilassante possibile… per tutti! Certo se decidete di affrontare una vacanza con i bambini on the road questo non sempre è possibile ma tenete presente che alcuni accorgimenti sono sempre utili, tipo non partire subito dopo il risveglio (proprio quando i bambini avrebbero più voglia di giocare o scatenarsi!).

[cml_media_alt id='5766']Viaggio in auto - Sulle strade di Cuba con una Geely[/cml_media_alt]
Viaggio in auto – Sulle strade di Cuba con una Geely

Viaggiare con bambini per lunghe ore: Come affrontare il viaggio?

Quando si organizza un viaggio in auto con i bambini le tappe sono fondamentali, se poi decidete di organizzare una vacanza on the road in famiglia lo saranno ancora di più. Se possibile preparatevi prima un itinerario in modo da spezzare il viaggio con tappe che possano essere interessanti e piacevoli anche per i bambini.

Ma oltre alle “tappe previste” ricordiamoci sempre che viaggiare con i bambini significa anche gestire l’imprevisto, fermarsi quando proprio non si vorrebbe e trovare il modo di farlo per loro, perché i nostri piccoli viaggiatori proprio non ce la fanno più a stare lì seduti! Se a volte questo può sembrare un po’ snervante cerchiamo di non pensare al ritardo con cui arriveremo a quella meta che attendiamo con ansia ma invece cerchiamo di cogliere anche in queste fermate inaspettate il bello del viaggio.

E durante le lunghe ore di viaggio in auto come si può intrattenere il bambino? Beh noi di solito usiamo di tutto, dalle canzoncine ai giochi “tradizionali” (tipo guardare fuori dal finestrino, cercare le automobili gialle o i camion…). Durante i lunghi spostamenti abbiamo utilizzato anche libri e video su smartphone ed è capitato più volte di sederci a turno dietro accanto al bimbo per intrattenerlo un po’! Se volete invece saperne di più sui giochi da portare durante un viaggio in macchina con bambini cliccate sul link e leggete il post completo.

Cosa portare durante un viaggio in auto con un bambino: Giocattoli, musica, bevande e snack

Una mamma una volta mi ha detto che partire per un viaggio con un bambino piccolo è un po’ come fare un trasloco… E forse un po’ è vero! Fatto sta che quando noi partiamo per un viaggio in auto itinerante in famiglia – o anche solo per un lungo viaggio in macchina – ci portiamo veramente di tutto! Condivido con voi alcune delle cose che cerchiamo di non dimenticare mai:

  • Giocattoli: nel post che trovate poco sopra trovate alcuni giocattoli che utilizziamo e adoriamo, come gli Story Cubes
  • Libri: non dimenticateli mai
  • Cd di canzoncine da bimbi e cd di fiabe sonore: salvano la vita, soprattutto quando siete stanchi di cantare e leggere;
  • Kit anti-fame (da tenere a portata di mano) con snack salati e dolci in confezione monodose;
  • Bevande varie: noi di solito portiamo acqua e succhi ma in inverno anche un thermos di caffè per i genitori! 😉
  • Scottex per le emergenze (il nostro bimbo soffre il mal d’auto anche se sta migliorando…)
  • Vestiti di cambio (sempre per il mal d’auto)
  • Copertina per la nanna (o per l’aria condizionata)
  • Pazienza (questa non la vendono nei negozi  ma ne serve tanta!!)

Fin qui qualche consiglio tratto dalla nostra esperienza per affrontare un lungo viaggio in auto con un bambino piccolo o una vacanza itinerante in famiglia. Che ne dite, siete pronti per partire? 🙂

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer