La cittadelle di Dinant - Vallonia

Cosa vedere a Dinant durante un viaggio in Belgio

Dinant è una cittadina della Vallonia che ci ha piacevolmente stupiti – e accolti – nel nostro viaggio in Belgio. Una sorpresa nella sorpresa e un bienvenue di quelli belli che ti arrivano subito al cuore.

E infatti Dinant ci ha conquistata appena arrivati, per il suo essere piccina ma sorprendente allo stesso tempo.

Tres jolie come direbbero in Vallonia.

Non trovo un altro termine che renda altrettanto bene l’idea delle sue case colorate che si affacciano lungo la Mosa, protette dalla fortezza che domina la valle a cui si arriva con una strada che attraversa una stretta fessura nella roccia.

E se non bastasse questo per farvi incuriosire spingendovi a inserire Dinant in un itinerario in Vallonia aggiungo che qui, in questa minuscola cittadina che conta poco più di diecimila abitanti hanno avuto origine tre delle icone diventate famose in tutto il mondo: il sax, le patatine fritte e la Leffe.

Sorpresi?

[cml_media_alt id='14381']Cosa fare a Dinant - crociera sul fiume[/cml_media_alt]
Cosa fare a Dinant – crociera sul fiume

Da provare a Dinant: le patatine fritte e la Leffe

Ebbene sì, pare che la tradizione delle French Fries sia nata proprio sulle rive della Mosa. Che poi qui le Chips si chiamerebbero Les frites perché a Dinant tutti parlano francese, con un accendo morbido che fa venir voglia di chiacchierare con i passanti, ovviamente seduti a un tavolino di un bar con davanti un bicchiere di Leffe.

Ma andiamo con ordine…

La leggenda narra che gli abitanti di Dinant fossero soliti friggere i piccoli pesci pescati nella Mosa. Durante il lunghi inverni però il fiume ghiacchiava per molti mesi così – et voilà – ecco nascere l’idea di utilizzare le patate, tagliandole a forma di piccoli pesci, e friggerle nell’olio bollente. E bienvenue a le frites! 😉

Ma vi dicevo della Leffe. Io amo la birra, questo già lo sapete. Da giovincella con gli amici ci divertivamo anche a provare a “farla in casa”, con risultati non sempre ottimali – per dire a volte si pensava di fare una birra chiara e alla fine bevevamo una rossa! – ma tanta passione per questa bevanda piena di tradizione.

Immaginatevi quindi la mia faccia quando mi sono trovata davanti al cartello della Maison Leffe.

Perché questa mitica birra belga è stata inventata proprio qui in un’abbazia che oggi purtroppo non è visitabile. In compenso si può andare a curiosare alla Maison Leffe che altro non è che un museo dedicato a questo celebre marchio belga e ovviamente sedersi a uno dei tavoli del Café Leffe per bere una birra e magari mangiare un piatto di boulettes – le polpette di carne – preparate proprio con la salsa all’omonima bevanda.

Che ne dite? Vale la pena di fermasi a Dinant in un tour del Belgio?

Aspettate però prima di rispondere perché ci sono almeno altri due motivi per andare a Dinant. Il primo è sicuramente la musica, con una delle icone che più la rappresenta nel mondo, il sassofono. Il secondo invece è la sua Cittadelle.

[cml_media_alt id='14377']La Maison di Monsieur Sax - Dinant[/cml_media_alt]
La Maison di Monsieur Sax – Dinant

Cosa vedere a Dinant: il sax e il Museo della Pataphonie

La storia di Dinant è strettamente intrecciata con quella della musica perché qui nacque Monsieur Adolphe Sax, l’inventore del sassofono. Camminando per la città vi imbatterete in molte statue raffiguranti questi strumenti a ricordo del suo mitico inventore e potrete curiosare nella piccola Maison de Monsieur Sax, un piccolo museo gratuito che ripercorre la vita dell’inventore e la storia di questo strumento.

Ma la musica probabilmente scorre nelle vene della gente di Dinant, le cui campane segnano le ore con un suono melodioso che stupisce piacevolmente chi passeggia tra le sue vie. Qui si trova infatti la Maison de la Pataphonie, uno dei musei da visitare assolutamente se amate la musica. In questa struttura che si trova nella città bassa, la melodia è sovrana e viene creata con qualunque oggetto. E quando dico “qualunque” intendo proprio qualsiasi cosa, inclusi tubi, bottiglie vuote, pietre e perfino forbici e vecchi ferri da stiro.

Il Musée de la Pataphonie è un museo unico nel suo genere, in cui i visitatori vengono invitati a suonare insieme, giocando – letterlemente – con le note. Un’esperienza che è piaciuta moltissimo a nostro figlio ma anche a noi.

[cml_media_alt id='14376']Cosa provare a Dinant - la Leffe[/cml_media_alt]
Cosa provare a Dinant – la Leffe

Cosa fare a Dinant: la Cittadelle e le Croisières

Ci sono poi altre due cose da fare a Dinant se avete voglia di scoprire la città. La prima è visitare la Cittadelle di Dinant, arroccata sullo spuntone di roccia che domina la stretta vallata. La seconda sono le crociere che partono dal lungofiume e lentamente navigano sulla Mosa per far ammirare ai turisti la valle da un’altra prospettiva, quella fluviale.

Alla Cittadella di Dinant si può accedere tramite una irta scalinata di oltre quattrocento gradini, ammirando nella salita il panorama che si apre alle spalle del visitatore, sul fiume Mosa. Ovviamente fatelo se avete le gambe sufficientemente allenate per arrivare in cima! L’alternativa è salire con la funicolare oppure in auto lasciandola nel parcheggio, gratuito con il biglietto d’ingresso. Quest’ultima è probabilmente la cosa più comoda per i turisti anche per evitare la fila ma secondo noi è la meno spettacolare.

La Cittadella è visitabile in modo individuale oppure partecipando ai tour guidati. La storia di questa rocca è antica: edificata nel 1500 divenne poi teatro di scontri durante la Prime Guerra Mondiale, tra le truppe francesi e quelle tedesche. All’interno di può visitare il Museo delle Armi e anche un percorso pensato per ricordare gli episodi legati alla Grande Guerra.

Le Croisières Mosanes – ovvero le crociere fluviali sulla Mosa – partono invece dal lungofiume di Dinant con diverse destinazioni. Noi abbiamo fatto la crociera che porta al Castello di Freÿr e dura circa due ore ma ci sono anche imbarcazioni che partono al tramonto e permettono di cenare sul fiume, ammirando il tramonto dalla barca.

[cml_media_alt id='14382']In crociera sulla Mosa - Dinant[/cml_media_alt]
In crociera sulla Mosa – Dinant

Consigli utili per visitare Dinant con bambini

Fin qui la nostra esperienza a Dinant col nostro bambino mentre qui sotto qualche consiglio pratico su dove dormire e mangiare in questa cittadina della Vallonia e dintorni.

Dove dormire a Dinant con i bimbi

Noi abbiamo soggiornato appena fuori Dinant in un hotel che si trova a 5 chilometri dalla cittadina. Il Castel de Pont-a-Lesse è una dimora d’epoca ristrutturata, inserita in un meraviglioso parco, con una piscina riscaldata e ua bella terrazza dove è anche possibile cenare.

Non immaginatevi però un hotel super lusso perché la clientela di questa struttura è formata da appassionati di trekking e arrampicata, quindi il contesto è splendido ma molto easy. Inoltre le stanze sono veramente ampie, comode anche per le famiglie, e la colazione a buffet eccellente. Trovate tutti i dettagli per la prenotazione e i prezzi cliccando qui.

Dove mangiare a Dinant con i bambini

Vi segnaliamo di seguito alcune strutture dove siamo stati a Dinant con il nostro bimbo. Sono molto differenti l’una dall’altra ma meritano se siete in zona:

  • Ivan des Frites: Il primo ristorante è di fatto una friggitoria, famosa per le patatine fritte che paiono essere le migliori della Vallonia. Qui troverete anche hamburger, panini e la mitica boulette, inoltre per i bimbi c’è una sala giochi a disposizione.
  • Chez Bouboule: Questo ristorante sul lungofiume di Dinant viene chiamato anche “Le Roi des Moules” e a ragione. Qui le cozze sono una affare serissimo e se amate questi molluschi non potete mancarlo. Hanno menù per bambini con anche le mini porzioni si cozze.
  • Café Leffe: Adiacente al Pont De Gaulle questo caffè dedicato all’omonimo brand serve piatti della tradizione belga con varianti alla birra e ovviamente ottime Leffe. Hanno fasciatoio e menù bimbi.
  • Restaurant La Broche: Questo ristorante invece è poco lontano dal centro di Dinant, qui la cucina è ricercata e i piatti della tradizione sono rivisitati all’insegna della delicatezza e degli ingredienti di stagione.

[cml_media_alt id='14378']La cattedrale di Dinant - Vallonia[/cml_media_alt]
La cattedrale di Dinant – Vallonia
Ci sarebbero poi altre cose da fare a Dinant e dintorni tra cui le grotte La Merveilleuse, la Collegiale Notre-Dame e il Parc de Furfooz . Se volete saperne di più sul nostro itinerario in Belgio con i bambini potete seguire il link ma maggiori informazioni le trovate sul sito del Turismo Vallonia che ringraziamo per il supporto durante il nostro soggiorno. Infine se volete seguirci durante i nostri itinerari nel mondo ci trovate sulla nostra pagina Facebook.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

Lascia un commento