Faro di Ploumanac'h - Bretagna

Viaggio in Bretagna tra druidi e scogliere

Druidi, fari, maree e scogliere rosa. Più o meno era questo che mi aspettavo dalla Bretagna. Quello che sono andata a cercare e che mi sono immaginata tante volte sognando di atterrare all’aeroporto di Rennes.

Perché non è che un viaggio sia per forza e sempre studiato nei minimi dettagli. A volte ci si va perché “lo si sente“, senza averne approfondito le vicissitudini e le correnti artistiche che hanno plasmato la storia di un luogo. A volte si parte perché ci si è imbattuti in una immagine, spesso  su Instagram visto che ormai è lì che stiamo tutti tutto il giorno, ma anche semplicemente sul computer di un’amico.

Questa è esattamente quello che è successo a me: sono partita per la Bretagna sognando druidi e scogliere rosa e inseguendo un’immagine vista su un PC anni fa.

A dire il vero i druidi non li ho incontrati. O forse sì, chi lo sa, dipende dai punti di vista. La Bretagna infatti è famosa per la foresta di Mago Merlino, ovvero la foresta di Brocéliande a Paimpont, ma noi lì non ci siamo andati. In compenso ho ritrovato quell’immagine vista al PC: un faro che si staglia contro l’orizzonte circondato da rocce di granito rosa.

[cml_media_alt id='14585']Ile de Brehat - viaggio in Bretagna[/cml_media_alt]
Ile de Brehat – viaggio in Bretagna

Ok, tecnicamente erano color rosino tenue perché il meteo non ci ha molto assistiti durante questo viaggio in Bretagna. Ma tant’è il faro rosa della Bretagna, il Phare di Ploumanac’h, esiste davvero e si trova nella Cote d’Armor, proprio lì dove un tempo approdavano i contrabbandieri e dove oggi si può passeggiare lungo quello che viene chiamato Il sentiero dei Doganieri.

La cosa migliore per vedere questa piccola icona della Bretagna è andare lì al tramonto quanto il faro e la scogliera si tingono di rosa e si possono scosì scattare meravigliose fotografie da mostrare agli amici. Ovviamente nebbia permettendo.

Perché le nebbie ci hanno accompagnati nel nostro viaggio in Bretagna come mai prima. Abbiamo incontrato la brouillard – come la chiamano i francesi – una nebbia ballerina che un momento c’era e subito dopo scompariva, lì sul mare, proprio dove ti aspetteresti un cielo blu punteggiato da nuvole fluffose e spazzato dal vento.

E invece no, il nostro viaggio in Bretagna è stato accompagnato dalla magia delle nebbie. E se avete letto Avalon avete già capito cosa intendo.

[cml_media_alt id='14588']Cancale - viaggio in Bretagna[/cml_media_alt]
Cancale – viaggio in Bretagna

E proprio come in un incantesimo druidico durante i nostri giorni in Bretagna il sole è comparso a sorpresa, quando meno ce lo aspettavamo, per regalarci la luce del nord. Quella luce che ti fa venire voglia di stare in spiaggia a oltranza, anche se l’ora di cena è già passata da un pezzo, e ti fa scordare di andare a dormire.

Perché come fai a chiuderti in albergo quando la luce fuori fa risplendere il fondo del mare?

Al contrario quel cielo luminoso a sera ormai inoltrata ti fa venir voglia di uscire e di passeggiare sulla spiaggia, per osservare alghe e conchiglie che le maree svelano per poche ore anche a chi non è una creatura marina.

La Bretagna mi ha regalato camminate sul fondo del mare e pedalate su isole fuori dal tempo, crêpes da mangiare a qualunque ora e erica di un viola intenso. Mi ha regalato anche la voglia di tornarci, un po’ perché sono diventata anche io sensibile alla nostalgia dei ritorni e un po’ perché siamo stati troppo poco per scoprirla davvero. E scattare fotografie cariche di bellezza da mostrare agli amici.

[cml_media_alt id='14590']Ile de Brehat - Bretagna [/cml_media_alt]
Ile de Brehat – Bretagna

Viaggio in Bretagna: informazioni pratiche

Di seguito trovate qualche informazione riguardo al nostro viaggio in Bretagna con indicazioni su cosa vedere ma anche dove dormire e mangiare in base alla nostra esperienza.

Cosa vedere in Bretagna

Ecco qui alcune tappe che vi consigliamo di non perdere durante una vacanza in Bretagna:

  • Perros-Guirec: Questa cittadina sulla Costa d’Armor ospita il famoso faro di Plumanac’h ed è il punto di inizio del Sentiero dei Doganieri. Una tappa speciale per un tour della Bretagna sia per i paesaggi che per la possibilità di percorere almeno un tratto del sentiero un tempo battuto dai doganieri per controllare la costa e oggi divenuta attrazione turisica.
  •  Île-de-Bréhat: Si tratta di un’isola fuori dal tempo in cui ci si può muovere solo a piedi o in bicicletta. Una meraviglia che dista 10 minuti in barca da Ploubazlanec (i battelli ci sono ogni ora circa).
  • Cap d’Erquy: Altra meta imperdibile per chi ha voglia di scoprire i sentieri della Bretagna camminando tra tappeti d’erica viola con una vista stupenda davanti (ovviamente nebbia permettendo!)
  • Cancale: Località marittima che si trova non lontana da Saint Malo da qui partono numerose escursioni per vedere i delfini che abitano il golfo.
  • Rennes: Questa cittadina dalle tipiche case “a graticcio” è a misura d’uomo, anzi, di vélo, visto che il modo migliore per visitarla è con la bicicletta. La sera è probabilmente il momento più bello per passeggiare tra le sue vie che si popolano di vita, con i tavolini gremiti di studenti. Qui a Rennes abbiamo cenato in una crêperie super chic in cui le classiche crepes francesi vengono rivisitate in modo alternativo in un contesto elegante e molto particolare. Si chiama crêperie Saint Georges.

Per maggiori informazioni riguardo alle cose da vedere in Bretagna potete fare riferimento al sito dell’Ente del Turismo della Bretagna.

[cml_media_alt id='14592']Rennes in Bretagna[/cml_media_alt]
Rennes in Bretagna

Hotel in Bretagna dove dormire coi bambini

Ovviamente con noi ha viaggiato anche nostro figlio e gli hotel dove siamo stati sono riusciti nella difficile combinazione family&charme. Vi segnaliamo quindi tre strutture veramente speciali di questo tour in Bretagna:

  • Hôtel le Saint Guirec: Questo hotel si trova direttamente sulla spiaggia di Saint-Guirec in una posizione meravigliosa sia per chi ama il relax che per chi ha voglia di percorrere il Sentiero dei Doganieri. La stanza in cui siamo stati noi era una famigliare con due camere, molto accogliente e ampia. L’hotel ha anche un ristorante che serve specialità bretoni e piatti classici della cucina francese e i bimbi sono accolti con gioia.
  • Les Terrasses de Bréhat: Questa struttura è a Ploubazlanec, proprio di fronte all’isola di Bréhat, con una vista splendida sull’isola e sul mare. Elegante e raffinato questo hotel è però anche molto family con un’area spa e wellness accessibile anche ai bambini e giochi a loro disposizione.
  • Castel Jolly: Se cercate un posto speciale a Rennes questo B&B da cui si può raggiungere a piedi il centro storico è un gioiellino, con le sue camere curate tutte con bagno privato e la colazione preparate dalla proprietaria con torte fatte in casa e té profumati. I bimbi sono i benvenuti (con tanto di caramelle a loro disposizione!) e c’è un bel giardino sul retro in cui ci si può rilassare un po’.
[cml_media_alt id='14586']Ile de Brehat - cosa vedere in Bretagna[/cml_media_alt]
Ile de Brehat – cosa vedere in Bretagna

Voli per la Bretagna e come spostarsi

Noi abbiamo raggiunto la Bretagna in aereo con Air France e siamo atterrati a Rennes. Anche il vettore di bandiera però non ha voli diretti per la regione quindi dovrete fare scalo a Parigi e a questo punto, se ne avete il tempo, ci starebbe proprio una sosta di un paio di giorni nella Ville Lumiere. Noi ci abbiamo pensato durante le sei ore di attesa in aeroporto perché ovviamente queste sono le belle idee che ti vengono “col senno di poi” ma se avete modo organizzate la sosta!

Per muoverci in Bretagna abbiamo poi scelto di utilizzare la macchina noleggiata all’aeroporto. Le strade sono in perfette condizioni, ben segnalate e poco trafficate e ovunque troverete parcheggi (a dire il vero però questi sono spesso a pagamento!). Non entrate con l’auto nel centro storico di Rennes: è per ampi tratti pedonale e non ci sono parcheggi, lasciate la macchina fuori e esplorate la città in bicicletta.

[cml_media_alt id='14589']Cap d'Erqui - viaggio in Bretagna[/cml_media_alt]
Cap d’Erqui – viaggio in Bretagna

Per maggiori dettagli sul nostro tour in Bretagna potete dare uno sguardo alla pagina Facebook e al nostro canale YouTube mentre se vi servono più informazioni per organizzare il viaggio potete fare riferiemento al sito di Francia Turismo che ringraziamo per il supporto in questa esperienza.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer