Recensione di Ricoh Theta S

Video e foto a 360 gradi: la recensione di Ricoh Theta S

Le fotocamere a 360 gradi sono dispositivi che consentono di realizzare foto e riprese video immersive. Sono in grado cioè di catturare tutto lo spazio circostante, sopra e sotto mettendo chi osserva al centro di una sfera e lasciando la libertà al fruitore di decidere cosa guardare e dove soffermarsi.
È questa secondo me la vera rivoluzione di questa nuova classe di device fotografici di cui la Ricoh Theta S fa parte.

La libertà di chi guarda.

Se nelle foto e nei video tradizionali, infatti, chi scatta o riprende ha il pieno controllo e può guidare lo sguardo dell’utente dove vuole, qui questo controllo viene decisamente meno e l’effetto è di fatto molto più social e democratico.

È un po’ come quando un gruppo di amici vanno ad uno stesso evento e poi si ritrovano per raccontarsi l’esperienza… Ognuno coglierà cose diverse perché ognuno volgerà l’attenzione in luoghi diversi.
Quello che la Ricoh Theta S permette fare è proprio questo, permette di far vivere la propria esperienza agli in modo più diretto lasciando che ognuno possa crearsi la propria versione di quella esperienza.
Bello no?

Come si usa la Ricoh Theta S

Di per sé utilizzare la Ricoh Theta S per fare foto a 360 gradi è di una facilità imbarazzante. Una volta accesa con l’apposito pulsante posto sul lato in metallo basta premere il grande pulsante centrale per scattare una foto o iniziare la ripresa video a seconda della modalità selezionata.

Di fatto non serve un mirino in quanto le due lenti grandangolari cattureranno tutto lo spazio intorno, comprese le vostre dita. Questo implica che, per realizzare scatti e video che abbiano una certa qualità artistica, diciamo così, dovremo tenere conto di tutto lo spazio attorno a noi e non solo della porzione frontale che invece siamo soliti considerare con le macchine fotografiche tradizionali.

Dal mio punto di vista la Ricoh Theta S dà il meglio di sé quando si riprendono panorami ad ampio respiro, come in cima ad una torre o in montagna anche se è possibile realizzare scatti divertenti in tutte le condizioni esasperando l’effetto fish eye con le apposite app di editing messe a disposizione da Ricoh per Android e iOS.

Le App per Smartphone sono indispensabili per visionare e trasferire sul cellulare foto e video oltreché per condividerle sulle due piattaforme social che al momento supportano questo standard, ovvero Facebook e YouTube.
Sulla gestione delle foto non ho avuto il minimo problema, il processo è semplice e immediato. Facebook, anche l’applicazione per la Gestione delle Pagine, riconosce il formato e fa tutto da solo, mentre sui video ho trovato tutto molto più macchinoso.

Il video infatti deve essere renderizzato prima di essere pubblicato e complice anche la dimensione del file (nell’ordine di un centinaio di megabite per un paio di minuti di video), non sempre sono riuscito nell’intento.
Più di una volta infatti qualcosa è andato storto e il video non è comparso sulla pagina senza che apparissero messaggi di errore.

È possibile scaricare il video su un PC e procedere al caricamento da lì, ma anche in questo caso è necessaria una operazione di rendering che rende molto meno immediata la condivisione.
Se volete vedere altre foto e i video che abbiamo realizzato, potete trovarli sulla nostra pagina Facebook

Le Chateau D’If a Marsiglia

Caratteristiche tecniche di Ricoh Theta S

La Ricoh Theta S si presenta come uno stick di 13 cm di altezza, 4,4 cm di larghezza e 2,2 cm di spessore per 125 grammi di peso.
È rivestita di una gomma morbida con un bellissimo effetto vellutato ed è impreziosita dal frame in metallo con led blu. Il prodotto è realizzato in modo impeccabile ed è di altissima qualità.

Le due fotocamere contrapposte hanno un sensore CMOS da 12 megapixel 1/2.3 con lenti grandangolari F2.0 in grado di realizzare video sferici con risoluzione fullHD equivalente (non si tratta di un FHD in senso stretto in quanto le immagini sono sferiche) a 30 frame per secondo.

La memoria interna non espandibile è di 8 Gigabyte e consente di realizzare circa 1500 scatti o 65 minuti di video a risoluzione piena.
La batteria non è rimovibile e può essere ricaricata mediante la presa microusb posta sulla parte inferiore della scocca. Da spenta non ho notato cali al punto che non mi è mai capitato di rimanere a secco con la batteria anche senza averla ricaricata per più giorni.

Nella parte inferiore trova posto anche un comodo attacco a vite standard compatibile dunque con tutti i supporti fotografici tradizionali.
Lato applicazioni, Ricoh fornisce il supporto per iOS a partire dalla versione 8.0 e Android dalla 4.1. Manca invece l’applicazione per Windows Mobile.

A chi si rivolge la Ricoh Theta S

La Ricoh Theta S è sicuramente un prodotto un po’ particolare che mi sento di consigliare in particolar modo a coloro che amano la tecnologia e vogliono essere all’avanguardia.
Sicuramente chi viaggia molto e ama condividere le proprie esperienze sui social network troverà in questa fotocamera 360 un valido strumento da affiancare a Action Cam, smartphone e mirrorless varie.
Siamo forse ancora un po’ agli inizi di questa tecnologia e i visori VR non sono ancora così diffusi, per cui il target è ancora un po’ ridotto al momento. Tuttavia i big della Silicon Valley, Facebook e Google su tutti, stanno investendo molto in questa tecnologia ed è probabile che tra pochi mesi la platea sarà molto più ampia.

Pro e contro della Ricoh Theta S

Pro

  • Qualità fotografica
  • Immediatezza d’uso in modalità stand alone
  • Qualità costruttiva

Contro

  • La memoria non è espandibile
  • Elaborazione dei video per la pubblicazione un po’ lenta e macchinosa
  • Qualche artefatto nella zona di sovrapposizione tra le due telecamere in pieno sole.

Il porto di Cassis –

Giudizio finale su Ricoh Theta S

Le fotocamere a 360 rappresentano il trend del momento per quanto riguarda il mondo della fotografia digitale e la Ricoh Theta S è  probabilmente il primo dispositivo di questo genere ad avere prestazioni di un livello adeguato.
A fronte di un prezzo di listino che ancora non è alla portata di tutte le tasche bisogna dire che la qualità degli scatti che possono essere realizzati con la Ricoh Theta S è assolutamente di buon livello.

Per quanto riguarda la registrazione video siamo un po’ sotto, ma è comunque adeguato per un uso amatoriale.
Il principale limite di questo genere di oggetti al momento è costituito dalle piattaforme a valle, ovvero Facebook e YouTube che, soprattutto il secondo, riducono drasticamente la qualità dei video per esigenze di compressione e che non sono ancora pienamente mature per gestire questo nuovo standard di riprese.

Il grande teatro romano di Orange –


Sebbene trovi interessante e ‘avvolgente’ il concetto di ripresa sferica, trovo però che non abbia ancora raggiunto l’immediatezza e la facilità di condivisione e di fruizione proprio invece delle riprese tradizionali.
A me complessivamente è piaciuta, soprattutto per le fotografie e l’immediatezza della loro condivisione su Facebook. Ho trovato invece un po’ pesante e macchinosa la gestione e la pubblicazione dei video.

Se vi piace sperimentare, siete appassionati di tecnologia e vi piacciono le foto panoramiche allora la Ricoh Theta S fa senz’altro per voi.

Se invece amate più la fotografia costruita, la ricerca dei dettagli e non volete ‘smanettare‘ troppo con i settaggi allora forse è meglio restare sui dispositivi tradizionali.

 

Ricoh THETA S Fotocamera Digitale 360°, 12 MP, Video Full HD 30 fps, Memoria Interna 8 GB, Nero

Roberto

Roberto

Geek con la passione per le persone. Quando non programmo, viaggio nel mondo o per il web. Volevo fare l'architetto poi sono diventato ingegnere. Ma mi è rimasto l'amore per tutto ciò che è bello oltre che tecnologico e così ho fondato una start-up. #Geek #Dad #NBAaddicted #Startupper