Villach e la Carinzia

Villach, la Carinzia e i bambini

La Carinzia e in particolare Villach in Austria, è stata una delle nostre tappe durante un on-the-road estivo che ci aveva visti toccare prima la Croazia e poi la Slovenia. Avevamo scelto di andare a Villach perché, in un viaggio itinerante di un mese, volevamo alternare paesaggi e tradizioni diverse e l’Austria è uno di quei paese che ci piace molto.

Non eravamo però mai stati in Carinzia, così, provenienti da Bled in Slovenia, ci eravamo diretti verso le montagne di Villach, per trascorrere qualche giorno di relax immersi nella natura. Prima di deciderci a tornare infine a casa.

Settembre si sa è un mese ballerino per la montagna ed è possibile  incappare in giornate di sole come in acquazzoni improvvisi quanto interminabili. Noi in Carinzia siamo riusciti non farci mancare nessuno dei due, con giornate di luce tersa, come solo la montagna sa regalare, intervallati da altri di pioggia battente. In un’occasione poi siamo riusciti a vivere tutta la variabilità del clima montano nello stesso giorno, dal sole caldo del mattino al diluvio, che ci ha visti costretti a ripararci in un ristorante fino a pomeriggio inoltrato perché, incautamente, avevamo deciso di fare un bel giro a piedi senza portarci né ombrello né maglioncino per il Patato!

A parte questi piccoli inconvenienti però Villach e i suoi dintorni ci sono piaciuti molto. Quanto al maltempo noi abbiamo ovviato godendoci le bellissime terme della città, davvero un’ottima soluzione per rilassaci dopo i molti chilometri macinati nei giorni precedenti!

[cml_media_alt id='4547']La Birreria di Villach[/cml_media_alt]
La Birreria di Villach

Villach in particolare è davvero a misura d’uomo, nonostante sia la seconda città della Carinzia, con la lunga piazza – l’Hauptplatz – piena di caffè e tavolini all’aperto che ti fanno venir voglia di fermarti per un gelato e i parchi gioco per bambini dove allegre famigliole si divertono fino a tarda sera.

Tutto a Villach è molto curato, tutto molto verde e tutto molto… austriaco! Compresi i giochi per bambini che a noi, sia qui che a Vienna, sono parsi un po’ troppo hard per le nostre paranoie da genitori apprensivi… Ma i ponti tibetani e le scale sospese nel vuoto che intimorivano me – sebbene si suppone che sia adulta! – vedevano invece i biondi bimbi autoctoni inerpicarsi senza alcuna fatica e con un gran sorriso stampato sul volto!

Parchi gioco a parte Villach è una cittadina tranquilla e molto caratteristica che si gira a piedi. Il centro con le sue case antiche ornate dagli Erker – i tipici sporti – è pedonale, la torre della Chiesa di San Jakob sembra voler accompagnare il turista nella sua passeggiata in città e il lungofiume che fiancheggia la Drava riserva piacevoli sorprese e scorci romantici, soprattutto al tramonto.

I dintorni poi sono da cartolina: la Carinzia è una regione di montagne e laghi e per gli appassionati della vita all’aria aperta qui c’è solo l’imbarazzo della scelta, tra sentieri praticabili anche dai più piccoli e sport acquatici. La bella sorpresa poi e’ che l’acqua dei laghi non è per nulla fredda come ci si potrebbe aspettare e infatti sono molti i turisti che si tuffano… quando c’e’ il sole, ma anche quando non c’è!

I bambini a Villach sono i benvenuti e tutta la Carinzia è estremamente “family friendly” con seggioloni ovunque, poche barriere architettoniche e aree gioco per i bimbi perfino nei ristoranti. Insomma, i nostri giorni in Carinzia sono stati solo un assaggio che ci ha fatto venir voglia di tornare da queste parti e scoprire di più.

Perché come al solito viaggiare e conoscere luoghi diversi invece che saziare la nostra sete di viaggi ci fa nascere nuovi desideri, per esplorare ancora di più i paesi che incontriamo sul nostro cammino…

[cml_media_alt id='5098']Villach e le Terme - Il centro storico pedonale[/cml_media_alt]
Villach e le Terme – Il centro storico pedonale

Informazioni per visitare Villach e la Carinzia coi bambini

Dove dormire a Villach coi bambini

Noi abbiamo soggiornato in un piccolo hotel prenotato come al solito sul web. Si tratta dell’Hotel Garni Sohler della Famiglia Schilcher che si trova appena fuori Villach – a Warmad Villach – ed è molto comodo se avete intenzione di andare alle terme visto che sono veramente molto vicine. La città invece è raggiungibile a piedi ma dista circa venti minuti di cammino. Le camere sono spaziose, la colazione abbondante, il personale parla italiano e c’è anche un piccolo giardino dove i bimbi possono giocare. Noi ci siamo trovati bene quindi ve lo consigliamo.

Dove mangiare a Villach coi bambini

In generale però tutti i ristoranti di Villach dove siamo stati avevano seggioloni e spesso una piccola area bimbi.

In città noi ci siamo innamorati della Birreria Villacher, un posto davvero bellissimo, molto tipico e attento ai bambini. La cucina è quella austriaca, la birra (buonissima) è quella prodotta dal birrificio della città, hanno seggioloni e una sala giochi per i bimbi. In estate hanno anche un bellissimo dehore dove gustarsi una birra con qualche stuzzichino durante il giorno.

Cosa fare con i bambini a Villach e in Carinzia

Ci sono moltissime cose da fare in Carinzia coi bambini, soprattutto se amate fare camminare. Oltre alle passeggiate in montagna poi Villach e i suoi dintorni offrono moltissime possibilità per chi ama la vita all’aria aperta. Sono tanti i laghi di questa zona dove poter praticare diversi sport, ci sono anche alcuni parchi tematici nei dintorni tra cui l‘Alpen Wildpark a Feld am See dedicato ai bimbi che amano gli animali.

Inoltre il Centro Termale di Kaerten Therme è davvero ben attrezzato anche se avete bimbi piccoli: una grande vasca con acqua bassa e altre due con scivoli e giochi per i bimbi più grandi, una struttura molto grande e moderna con spogliatoi misti e aree specifiche per il cambio bimbi fanno si’ che l’esperienza delle terme sia rilassante per tutti! Qui se volete trovate il nostro articolo con tutti i dettagli della nostra esperienza e qualche informazione pratica.

Cose da non dimenticare in Carinzia coi bambini

Il mio consiglio se decidete si andare in Carinzia con i bambini piccoli è di portarvi sempre un maglioncino o una giacca leggera, anche se al mattino splende il sole e fa caldo.

Inoltre tenete presente che a Villach e dintorni i negozi chiudono presto e la domenica non sono molti quelli aperti (anche se appena fuori Villach c’è un centro commerciale molto grande).

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

1 comment

Lascia un commento