Rozafa castle - Albania

Nord dell’Albania: itinerario per visitare il cuore del Paese delle Aquile

Delle vacanze in Albania raccontiamo spesso perché questo paese ci è entrato nel cuore e ci fa piacere condividere con altri la sua bellezza che, per ora, è davvero ancora tutta da scoprire. Il primo ad aver amato il Paese delle Aquile in realtà è stato Roberto, che dopo esserci stato per lavoro diverse volte, ha convinto la famiglia ad organizzare una vacanza in Albania in famiglia: un mese on the road che ci ha permesso si scoprire questo angolo d’Europa. E di ritornare ancora…

Vi diciamo subito che di solito la maggior parte delle persone che decide di andare in Albania sceglie di andare a sud, verso le spiagge bianche di Ksamil o i paesi della Riviera Albanese. Scelta ottima per altro, ma se avete tempo e amate “uscire dalle solite rotte” il nostro consiglio è di dedicare qualche giorno a visitare il nord dell’Albania.

Visitare l’Albania del nord

Quello di oggi è quindi un articolo dedicato proprio a chi sta cercando spunti per un itinerario nell’Albania del nord, la parte forse meno conosciuta del Paese delle Aquile, dove al mare si sostituiscono le montagne, i laghi e, come ci hanno detto proprio gli albanesi incontrati in viaggio, le tradizioni più vere.

Vi consigliamo però di non partire senza una buona guida di viaggio: in commercio sono poche quelle in italiano, questa guida dell’Albania è perfetta se avete in mente un on the road, questa è pensata per estendere l’itinerario al Kosovo mentre questa è dedicata in particolare a Tirana e al nord.

[cml_media_alt id='6844']Visitare Tirana - Il Bunker del dittatore Enver[/cml_media_alt]
Visitare Tirana – Il Bunker del dittatore Enver

Itinerario per visitare l’Albania del nord

Il nord dell’Albania confina con Montenegro e Kosovo, per questo molti di quelli che scelgono di visitare la zona la abbinano con un tour di questi due paesi. Non tutti però, alcuni decidono di rimanere a Tirana e poi visitare i dintorni, in particolare il nord.

Tenete presente che il nord dell’Albania è prevalentemente montuoso e ospita alcuni dei più famosi laghi dell’Albania ma anche alcune città dense di storia. Qui sotto abbiamo provato a creare un breve itinerario che permetta di visitare questa parte del paese cogliendone i diversi aspetti, senza pretesa di “verità assoluta” ma sulla base della nostra esperienza e anche dei nostri sbagli. Laddove possibile abbiamo inserito i link ad alcuni articoli di approfondimento per evitare di rendere troppo lungo questo post.

Visitare il nord dell’Albania: le tappe

Ecco di seguito le tappe che vi consigliamo di fare in un itinerario nel nord dell’Albania. Tenete presente che alcune strade delle montagne potrebbero non essere in buone condizioni – le cose cambiano però velocemente in Albania – quindi nell’organizzare non siate troppo serrati con i tempi. Inoltre lasciatevi il tempo sufficiente per fare i trekking nelle Alpi Albanesi.

  1. Tirana
  2. Kruja
  3. Scutari
  4. Koman e il Parco di Valbona

Tirana, la capitale

Prima tappa per iniziare la visita del nord dell’Albania, sia che raggiungiate il paese via traghetto da Durazzo che in aereo, potrebbe essere Tirana. La capitale è anche un buon posto per comprendere meglio il paese perché, qui più che altrove, si percepisce bene il rinnovamente che ha coinvolto l’Albania negli ultimi anni. Tirana è una città giovane ma soprattutto è vissuta da giovani, visto che qui si trovano moltissime delle aziende di italiani che hanno deciso di investire in Albania puntando sui tanti ragazzi che, dopo la laurea, scelgono di rimanere in città.

Tra le cose da non perdere in città c’è la Moschea di Et’hem Bey, un esempio dell’architettura ottomana, con le sue decorazioni floreali e l’annessa Torre dell’Orologio, il Museo Storico Nazionale, per comprendere la storia dell’Albania, e il Bllok, con i suoi tanti bar e locali, probabilmente la zona più vivace della città. Una sosta poi “d’obbligo” è alla Piramide di Enver Hoxha, un progetto voluto per celebrare il dittatore che, quando ci siamo stati noi, era ormai abbandonato ma denso di significati. Lì si trova anche la Campana della Pace, costruita nel 1999 con le cartucce sparate durante i giorni di tumulti. Per tutte queste ragioni secondo noi Tirana è un bel modo per iniziare a visitare l’Albania, poi se volete qualche informazione in più sulla città la trovate seguendo i link con gli articoli dedicati.

[cml_media_alt id='6642']Scutari - Il bellissimo ponte romano di Ura e Mesit[/cml_media_alt]
Scutari – Il bellissimo ponte romano di Ura e Mesit

Kruja, la città di Giorgio Castriota

Kruja o Kruje – una delle nostre difficoltà è stata quella con i nomi – è una cittadina che si trova molto vicina a Tirana e che vale la pena di inserire in un itinerario nel nord dell’Albania. Si tratta della città di Skanderbeg, l’eroe nazionale albanese, ovvero l’uomo che, praticamente da solo, tenne testa all’esercito dei Turchi, bloccandone l’avanzata verso l’Europa probabilmente cambiandone il destino. La storia di questo condottiero è molto affascinante e il sito è meta di moltissimi turisti albanesi più ancora che stranieri che vi si recano per visitare il Museo Skanderbeg situato nel castello. La cittadina però è di per sè molto pittoresca con le sue vie acciottolate, il Museo Etnografico, il Bazar e la teqe – ovvero il tempio – della confraternita islamica dei Bektashi. Anche in questo caso se volete saperne di più potete leggere questo articolo dedicato a Kruja.

Da Kruja si può velocemente raggiungere Lezhe, l’antica Lissa, una piccola cittadina che fu una delle roccaforti di Skanderbeg e dove è sepolto l’eroe albanese. Lezhe può essere anche una scusa per trascorrere una giornata al mare in Albania, anche se qui, a differenza di Ksamil, la sabbia è scura, con spiagge ampie e attrezzate ma molto meno scenografiche di quelle del sud albanese.

Il Lago di Shkodra e la città di Scutari

Un’altra tappa che vi consigliamo di inserire nel vostro viaggio nel nord dell’Albania è la città di Scutari. Si tratta in questo caso di una delle più importanti città dell’Albania, con un centro storico vivace – su cui dominano la Moschea e la Cattedrale Ortodossa – dove è piacevole passeggiare la sera, il Castello di Rozafa e il Museo Storico.

Ma andare a Scutari significa anche fare una sosta al lago di Shkodra, con i suoi spazi enormi e la possibilità di fare kayak o semplicemente nuotare o rilassarsi in spiaggia. Questo lago è il più grande della Penisola Balcanica, di fatto diviso quasi a metà tra Albania e Montenegro, che colpisce anche perché le sue sponde sono praticamente disabitate e intatte. Anche in questo caso potete leggere di più sulla nostra esperienza seguendo i link che portano agli articoli dedicati.

[cml_media_alt id='6646']Scutari - L'eroe albanese Skanderbeg[/cml_media_alt]
Scutari – L’eroe albanese Skanderbeg

Lago Koman, Thethi e Valbona

Il Lago di Koman è probabilmente una delle attrazioni turistiche più famose dell’Albania del nord: Si tratta in realtà di un bacino artificiale paragonato per la sua bellezza ai fiordi norvegesi che si snoda lungo e stretto tra le montagne, lì dove un tempo c’era una valle poi sommersa per creare il lago. E’ possibile visitare il Lago Koman con le imbarcazioni che, quotidianamente, fanno servizio dalla diga e ne percorrono il corso anche permettendo il trasporto le autovetture ma una delle ragioni per andarci è probabilmente che qui ancora oggi vengono rispettate alcune delle più antiche tradizioni albanesi come il Kanun. Se volete saperne di più sul  lago e sulla sua storia potete leggere l’articolo che gli abbiamo dedicato semplicemente seguendo il link.

Una delle ragioni per visitare il lago Koman e imbarcarsi è poi quella di raggiungere i piccoli paesi di Theti e Valbona con i grandi Parchi Naturali che moltissimi turisti scelgono per fare trekking in Albania.

[cml_media_alt id='6443']Viaggio in Albania - Il fiordo di Koman[/cml_media_alt]
Viaggio in Albania – Il fiordo di Koman

Consigli per organizzare un itinerario in Albania al nord

Nel blog trovate veramente tanti articoli dedicati al vostro viaggio in Albania, con consigli pratici, racconti e le tappe che abbiamo amato di più. Qui sotto vi riportiamo qualche informazione in breve, giusto se vi state organizzando per partire:

  • Sicurezza in Albania: Iniziamo col dire che, a dispetto di ciò che alcuni ancora pensano, la nostra opinione è che l’Albania sia un paese molto sicuro per i turisti. Durante il nostro viaggio infatti non ci siamo mai sentiti in pericolo, nemmeno girando di notte a Tirana, e abbiamo ovunque trovato cordialità e tantissima gentilezza da parte degli albanesi che si sono molte volte prodigati per darci una mano.
  • Strade albanesi: Se decidete di muovervi in automobile tenete presente che le strade albanesi sono spesso strette e tortuose, anche a causa della conformazione del territorio, che le autostrade sono poche e che alcune vie non sono in perfette condizioni (anche se non è nulla di insuperabile!). Noi abbiamo scelto di noleggiare una macchina per visitare l’Albania in modo autonomo e non abbiamo mai avuto problemi, in viaggio abbiamo conosciuto delle ragazze che avevano invece scelto di spostarsi coi mezzi pubblici che ci hanno raccontato la loro esperienza: Dal loro punto di vista con un po’ di pazienza è fattibile anche se non sempre è facile reperire le informazioni.
  • Assicurazione: Un tema a cui prestare attenzione è la polizza sanitaria perchè in Albania non è in vigore la convenzione con il SSN (ovvero il nostro Servizio Sanitario) quindi è meglio attrezzarsi stipulando un’assicurazione specifica per il viaggio.
  • In Albania coi bambini: Se come noi state pensando di visitare il Paese delle Aquile con i bimbi abbiamo raccolto un po’ di dubbi e domande in un articolo dedicato (perché per questa destinazione in tanti ci hanno chiesto consigli e rassicurazioni!)
  • Problemi in un viaggio in Albania: Sebbene la nostra esperienza di vacanza in famiglai in Albania sia stata assolutamente positiva (così come anche i precedenti viaggi di Roberto) quello che vi segnaliamo è che il Paese delle Aquile sta vivendo una fase di crescita e fermento incredibile che porta con sè alcune contraddizioni. Due in particolare sono la gestione dei rifiuti e l’edilizia: per noi questo non ha assolutamente pregiudicato la nostra esperienza ma se volete saperne di più potete leggere questo articolo.
  • Consigli utili per visitare l’Albania: Se avete tempo di leggere un (lungo) articolo seguendo il link trovate tutti i consigli frutto della nostra esperienza in Albania.

Infine se avete bisogno di qualche altra informazione scriveteci su YouTub,  Facebook e Instagram o lasciateci un commento sotto a questo post! 🙂 Buon viaggio!

 

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer