Orange e il Teatro Romano

Visitare l’Antico Teatro di Orange: la Provenza dei Romani

Orange è una cittadina della Francia del sud non molto turistica e poco conosciuta, soprattutto se paragonata alla sua “ingombrante” vicina: Avignone.
Avignone, la città dei Papi, dista infatti solo una mezz’ora di macchina da Orange, una città di origine romana che fu governata a lungo dalla casata degli Orange d’Olanda.

Durante il nostro viaggio in Provenza abbiamo deciso di inserire anche questa tappa nel nostro itinerario, più che altro perché eravamo incuriositi dal suo teatro che ci avevano detto essere enorme. In realtà la prima cosa che ci ha colpiti di Orange è la sua tranquillità: un paesotto dove passeggiare con calma tra palazzi dalle facciate color pastello, fare acquisti senza spendere follie e bere qualcosa seduti in una delle tante piazzette, ciascuna ornata da una fontana.

[cml_media_alt id='9984']Orange - Una fontana nel centro cittadino[/cml_media_alt]
Orange – Una fontana nel centro cittadino
[cml_media_alt id='9980']Orange - Il centro cittadino[/cml_media_alt]
Orange – Il centro cittadino
La vera attrattiva di Orange, però, ovvero la cosa che spinge i turisti come noi ad inserirla nel loro itinerario in Provenza, è il suo Theatre Antique.
Questo teatro Romano è uno dei più grandi e meglio conservati di tutta Europa. Progettato durante il periodo di Cesare Augusto per ospitare 10.000 spettatori ancora oggi vi si svolgono spettacoli di vario genere, tra cui le Les Chorégies d’Orange, dedicati all’opera lirica che pare facciano il tutto esaurito parecchi mesi prima dell’evento.

Il Teatro Antico di Orange è veramente maestoso e la vista, dall’alto del suo ultimo anello impagabile. La visita può essere fatta in gruppo oppure in autonomia, con le audio guide che illustrano la storia e le curiosità del teatro. Per farvi capire quanto è grande questo teatro le immagini non bastano quindi vi mettiamo anche un brevissimo video girato proprio durante la nostra visita a Orange.

Una volta usciti dal Teatro con lo stesso biglietto è possibile visitare anche il Museo che si trova proprio di fronte all’ingresso. In questo museo, oltre ad alcuni mosaici e fregi appartenenti al teatro, sono custodite alcune opere che ricostruiscono la storia delle industrie tessili della zona. Con la diffusione delle “Indiane” ad Orange e dintorni si diffusero infatti le industrie tessili che riproducevano i colori e i motivi dei colorati tessuti provenienti dall’India.

Un punto molto panoramico per vedere il Teatro di Orange e tutta la città è la Collina di Saint-Eutrope. Dalla cima la vista spazia su tutta la città è fino al Mont Ventoux. Infine prima di lasciare Orange andate a visitare anche l’Arc du Triomphe, altra testimonianza della lunga presenza dei Romani nella zona.

[cml_media_alt id='9987']Orange e il Teatro Romano[/cml_media_alt]
Orange e il Teatro Romano
[cml_media_alt id='9985']Orange - Vista panoramica sulla città[/cml_media_alt]
Orange – Vista panoramica sulla città

Informazioni utili per visitare Orange

Orange è una delle poche città della Provenza dove non abbiamo faticato per trovare parcheggio. Un parcheggio non a pagamento si trova in Avenue de Champlain all’incrocio con Rue de la Baronnettes, da lì in pochi minuti si raggiunge il centro.

Cosa vedere a Orange: Il Teatro e il Museo

Il biglietto di ingresso al Teatro di Orange include anche l’audio guida e per i bimbi è previsto un piccolo opuscolo con la storia del teatro a misura di bambino e un rebus. Nel bagno del teatro c’è il fasciatoio.

Il biglietto del teatro consente anche l’ingresso al piccolo Museo che conserva un antico laboratorio di tessitura e un coccodrillo, due curiosità che piaceranno ai bimbi.

Cosa fare coi bambini a Orange

Se decidete di visitare Orange coi bambini tenete presente che sulla collina di Saint-Eutrope si trovano due bei parchi gioco ombreggiati. La salita a piedi però è abbastanza ripida e con gli scalini. In alternativa è possibile fare la visita di Orange col trenino turistico che ferma anche sulla collina, fermandosi per giocare e scattare le fotografie di rito al Teatro Antico per poi riprendere il treno per scendere .

[cml_media_alt id='9982']Orange - L'arc du triomphe[/cml_media_alt]
Orange – L’arc du triomphe
[cml_media_alt id='9981']Orange - Il museo[/cml_media_alt]
Orange – Il museo
[cml_media_alt id='9983']Orange - Le case variopinte[/cml_media_alt]
Orange – Le case variopinte

Cosa vedere vicino a Orange: Pont du Gard, Avignone e Nimes

Se siete in zona qualche giorno io vi consiglio di abbinare alla visita di Orange anche quella di altre due città francesi dei dintorni: Nimes e Avignone.

Nimes è una città molto affascinante che si gira facilmente in una mezza giornata. Non lontana dalla nostra amata Camargue e da Arles, Nimes ha una bellezza scanzonata, con i suoi tanti bar, le fontane che raccontano storie e alcuni tra i playground più belli tra quelli che abbiamo visto durante il nostro viaggio in Francia. Tra l’altro è possibile acquistare il biglietto combinato per visitare sia l’arena di Nimes che il Teatro Antico di Orange risparmiando un pochino.

Per quanto riguarda invece Avignone qui potremmo aprire una parentesi infinita:come abbiamo già detto Orange è spesso trascurata a favore della molto più conosciuta Avignone. Ma questo non significa che la Città dei Papi non meriti una visita, anzi! 🙂 Avignone è una città stupenda da visitare anche coi bambini, se volete saperne di più potete leggere questo post che abbiamo dedicato alla città.

Infine se decidete di visitare anche questo angolo di Provenza, ricco di testimonianze dell’Impero Romano, non dimenticate poi di visitare anche il Pont du Gard, l’antico acquedotto Romano. Anche in questo caso si possono acquistare biglietti cumulativi per queste attrazioni risparmiando un po’.

Se state organizzando un viaggio in Provenza quindi il nostro consiglio è di inserire Avignone, Nimes, Pont du Gard e Orange nel vostro itinerario. Saranno tre sfaccettature diverse di una terra antica, bellissima e ricca di storia.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer