Visitare il Taj Mahal in India, perchè l’amore è per sempre

Visitare il Taj Mahal in India ti permette di capire che “Nulla dura per sempre se non l’amore…”. Perché dall’amore si originano quei ricordi che si incidono in modo indelebile nella memoria di chi ha amato o è stato oggetto di amore.

E davanti al Taj Mahal di Agra, meraviglioso monumento indiano, si comprende fino in fondo quanto questo possa essere vero.

Visitare il Taj Mahal ad Agra: la storia e la leggenda

“Una lacrima di marmo contro il cielo” così è stato definito il Taj Mahal, un sito Patrimonio dell’UNESCO annoverato tra le sette meraviglie del mondo e simbolo dell’India. Questo monumento bianco a cui non potrete sfuggire se vi recherete ad Agra è però soprattutto simbolo dell’amore e perpetua memoria di due amanti che rimasero legati anche dopo la morte.

L’amore di un uomo che ha voluto costruire un perenne ricordo della compagna, morta mentre dava alla luce suo figlio. Un sovrano che ha reso onore a una promessa e ha costruito per la sua amata un monumento talmente grandioso da far parlare di lei per sempre. Lui, il guerriero, e lei la sua bella moglie, che fino all’ultimo gli rimase accanto, accompagnandolo ovunque, perfino durante le campagne militari. Quel principe innamorato terminata la sua opera fu deposto e imprigionato. Così – narra la leggenda – trascorse le  giornate che gli restarono da vivere ad ammirare da lontano il mausoleo funebre dell’amata moglie defunta aspettando la morte.

Sostando nel giardino di fronte al Taj Mahal, mentre le cupole di marmo bianco paiono accarezzare il cielo, osservando le decorazioni, gli intagli e le pietre preziose che decorano le pareti sembra di udire le parole d’amore dei due amanti e i loro respiri. Quindi non importa se la loro storia d’amore ve la racconterà una delle tante guide presenti sul luogo e arruolata per poche rupie oppure se la leggerete sulla vostra inseparabile guida di viaggio, quell’amore racchiuso in una lacrima bianca stupisce e fa sognare.

Perché quando il Taj compare davanti ai tuoi occhi, seppure nel caldo opprimente indiano, la sensazione che provi è di incredulità e meraviglia. Lo osservi, lo ammiri andando sempre più vicino e poi ti metti in ascolto, lasciando che sia quella meraviglia a parlare. E così capisci che davvero l’amore può essere per sempre. E capisci anche perché vedere il Taj Mahal è una delle cose da fare  assolutamente durante un viaggio in India.

Consigli per la visita al Taj Mahal

Ecco di seguito alcuni consigli per visitare il Taj Mahal. Prima di entrare nello specifico vi dico però alcune cose: questo monumento è uno delle attrazioni più belle dell’India e anche delle più visitate. Questo significa che qui, più che altrove, troverete tutto “il circo” di venditori ambulanti, mendicanti, guide turistiche improvvisate, bambini in cerca di monete… Insomma, tutto quello che ruota intorno al turismo di massa. Siate pazienti ma fermi e soprattutto preparatevi all’insistenza. L’India è anche questo e per moltissime di queste persone è l’unico modo per sopravvivere.

PRIMA DI PARTIRE: per viaggiare in India è davvero importante stipulare una polizza assicurativa medica a causa livello delle strutture ospedaliere indiane e delle condizioni igienico-sanitarie del paese. Se non ne avete già una vi segnaliamo la nostra: è economica, affidabile e offre il 10% di sconto ai lettori del blog (seguite il link per fare il preventivo e per ottenere lo sconto). Maggiori informazioni le trovate sul sito ufficiale della Farnesina inoltre non dimenticate l’amuchina: credetemi, sarà un’alleata preziosa! 🙂

Dov’è il Taj Mahal

Il Taj Mahal si trova a Agra, non lontano da Delhi, nello stato di Uttar Pradesh, nell’India settentrionale.

Come arrivare al Taj Mahal da Delhi

La città più vicina è Delhi, che è collegata all’Italia dalle principali compagnie anche con voli diretti. Da lì potreste trovare tour organizzati che vi porteranno ad Agra per visitare il Taj Mahal con tour di un giorno. A questo proposito ve ne segnalo due che potete acquistare anche on line:

L’alternativa se volete visitare il Taj Mahal in modo indipendente è quella di arrivare ad Agra in treno e poi prendere un taxi per raggiungere il monumento.

NOTA: Se visitate il monumento in modo autonomo i biglietti del Taj Mahal li potete fare alla biglietteria: ci sarà coda ma di solito ci si muove in fretta. Ovviamente lì troverete moltissime “guide” disposte a farvi fare un tour del Taj Mahal (alcune regolari altre no), come sempre sta a voi decidere ma, visto il costo basso, è una cosa che vi consiglio. Vi permetterà di conoscere qualche storia in più e la guida vi farà notare gli scorci più belli dell’edificio.

Dove dormire vicino al Taj Mahal

Gli hotel a Agra non mancano: nel bene o nel male questa città è ormai una destinazione molto turistica abituata ad accogliente clientela internazionale. Il mio (personalissimo) consiglio è di non “andare al risparmio” quando sceglierete la struttura dove stare. Da un lato perché i costi della vita indiana ve lo permetteranno e dall’altro perché “risparmiare troppo” potrebbe portarvi in hotel davvero fatiscenti. E in un paese in cui l’igiene è fondamentale per evitare brutte sorprese anche il livello dell’hotel aiuta.

Noi siamo stati all’Hilton, struttura davvero molto bella con una colazione superlativa (vi lascio il link se volete saperne di più e vedere i prezzi). Poi molto vicino al Taj Mahal e ottimamente recensito vi segnalo il Coral Court dove è anche possibile cenare.

Periodo migliore per vedere il Taj Mahal

Il periodo migliore per visitare il Taj Mahal è quello che va da marzo ad aprile e da ottobre a dicembre. L’estate indiana è invece il momento peggiore per un viaggio a causa del caldo umido e dei monsoni (in Uttar Pradesh le temperature diventano bollenti con tempori forti e imprevedibili che allagano le strade). Andateci se potete al tramonto – altra ragione per cui vale la pena dormire ad Agra – quando c’è meno gente e quando gli ultimi raggi del sole regalano sfumature ancora più particolari al marmo bianco del Taj Mahal.

Leggende del Taj Mahal

Oltre alla storia dei due amanti – l’imperatore moghul Shāh Jahān e la sua sposa preferita Arjumand Banu Begum – c’è un’altra leggenda del Taj Mahal. Pare infatti che il sovrano fosse talmente ossessionato dalla bellezza dell’opera che per evitare che fosse uguagliata ordinò di mozzare le mani degli artisti che ci lavorarono e di decapitare il progettista al completamento dell’edificio.

LEGGI ANCHE: COME PREPARARSI A UN VIAGGIO IN INDIA

Cosa vedere vicino al Taj Mahal

Il mio consiglio è di dormire almeno una notte a Agra, meglio ancora se riuscite a dedicare due notti, in particolare se deciderete di visitare l’India in estate quando il caldo umido e opprimente renderà più faticoso visitare i monumenti. Se avete tempo inserite nella vostra giornata ad Agra anche la visita al Forte Rosso e al Mausoleo Itmad.

Forte Rosso di Agra

Il Forte Rosso è famoso per molte ragioni, una delle quali è che qui venne recluso il sovrano deposto alla fine del suo regno. Si tratta di una fortezza costruita in arenaria, risalente al XVI secolo con alte mura, bastioni e feritoie. Molto belle sono le porte “Lahore” e “Dehli” esempi del periodo moghul.

Mausoleo Itmad ud Daula

Da vedere ad Agra è anche il mausoleo di Itmad ud daula con la tomba di Mizra Ghiyas Beg anche chiamato “piccolo Taj Mahal”. Questa visita la potete fare in abbinamento a quella di Chini- Ka-Rauza, la tomba del XVII secolo posta sulla riva est del fiume Yamuna ad Agra e del Metah Bagh, il parco costruito dall’imperatore Babur.

I consigli per visitare il Taj Mahal terminano qui. Se avete dubbi o domande contattateci su Facebook, Instagram o YouTube saremo felici di rispondervi.

3 commenti su “Visitare il Taj Mahal in India, perchè l’amore è per sempre”

Lascia un commento