Visitare Torino con i bambini

Molti visitano il capoluogo del Piemonte da bambini, in gita ma poi non ci tornano più. Vero? Per me è stato così: sono stata lontano molti anni e poi ci sono tornata da mamma, dopo tanto tempo ma mentre mi sforzavo di ricordare cosa poter visitare a Torino con i bambini l’unica cosa che riuscivo a rammentare erano i nomi di alcuni monumenti, che, come una sequenza di lettere in bianco e nero, non riuscivo ad associare ad alcuna immagine tanto da arrivare a chiedermi se la città non fosse un po’ priva di colori.

La sorpresa però era proprio dietro l’angolo.

Ad accoglierci c’erano le meraviglie del Museo Egizio, il Duomo, la Mole Antonelliana, la Piazza del Castello, il Palazzo Madama, le Gallerie, il Lungofiume… Uno stupore dietro l’altro perché le cose da vedere a Torino insieme ai bambini sono veramente tante e c’è solo l’imbarazzo della scelta: ammmirare dall’alto della Mole il fantastico panorama sulla città e spingere l’occhio fino alle montagne e alla Basilica di Superga è un’emozione da non perdere in un giorno di sole, mentre chilometri di portici proteggono dal sole o dalla pioggia e permettono di arrivare fino al fiume per scoprire che ci sarebbe tanto altro ancora da vedere.

Se state organizzando la visita quindi continuate a leggere e preparatevi a camminare!

Torino con i bambini - Palazzo Madama
Torino con i bambini – Palazzo Madama

Qualche consiglio per visitare Torino con i bambini

Itinerario per visitare Torino insieme ai bambini

Datemi retta: la città “val bene” due giorni (e forse anche di più…) e infatti poi ci sono tornata (più volte) per vedere con calma tutto il resto, trovando la città piena di fascino perfino in una giornata di pioggia! Ripercorro comunque il nostro itinerario per cosa vedere a Torino in un giorno, che magari potrebbe essere utile a qualcuno con poco tempo e tanta voglia di vedere la città.

GITA DI UNA GIORNATA: COSA VEDERE A TORINO IN UN GIORNO

Cosa fare a Torino in una mattina

Se avete poco tempo per visitare Torino iniziate dal Museo Egizio, immaginando la vita dei faraoni e sperimentando l’emozione di entrare in un vero tempio, poi godetevi la passeggiata nei viali signorili e arrivate fino alla Piazza del Castello, dove potete ammirare il Palazzo Madama e il Museo dell’Armeria. Visitate il Duomo dove è custodita la sacra sindone e infine godetevi una pausa di relax (e gioco) nei giardini.

Cosa vedere a Torino nel pomeriggio

Dopo pranzo non cedete al fascino di uno dei tanti caffè di Torino e rimettetevi in cammino verso la Mole Antonelliana, salite sull’ascensore panoramico per incantarvi guardando la città da un’insolito punto di vista e divertitevi con un giro al Museo Nazionale del Cinema (acquistate il biglietto cumulativo con la Mole, si risparmia!).

Infine se avete voglia di una bella passeggiata godetevi i portici e arrivate fino al Po, dove potreste proseguire sul lungofiume, fare un giro in battello o semplicemente riposarvi dalle fatiche della giornata!

UN WEEKEND A TORINO

Se avete più tempo per esplorare la città ci sono moltissime altre cose che non potete perdervi a Torino con i bambini. Il Borgo Medievale del Valentino ad esempio con il suo parco, il Museo del Risorgimento e quello dell’Automobile, la Basilica di Superga, il Museo A come Ambiente e anche…il nuovo Museo della Juventus! Se seguite i link potete leggere la nostra esperienza con qualche consiglio in più!

E poi ovviamente appena fuori Torino ci sono la Reggia di Venaria, che da sola penso possa valere il ritorno da queste parti, InfiniTo – per chi ama le stelle e i pianeti – e lo ZOOM – il bioparco poco lontano da Torino. Anche in questo caso se vi va di saperne di più o siete in cerca di nuove idee su cosa fare a Torino coi bambini provate a seguire i link e se avete bisogno di dettagli… siamo qui! 🙂 Vi segnalo anche che sul sito ufficiale del comune (nella sezione “turistica”) potete scaricare le mappe, gli itinerari e anche le audioguide in mp3!

Ovviamente però Torino non si esaurisce qui e questa è la mia personale lista quindi… preparatevi alla scoperta!

Torino vista dall'alto della Mole
Torino vista dall’alto della Mole

DOVE DORMIRE A TORINO: HOTEL

Come vi ho detto Torino è una città che ci è piaciuta molto, ci siamo quindi tornati altre volte a distanza di poco tempo. Ecco quindi anche qualche suggerimento per gli hotel di Torino dove siamo stati:

  • Tornati a Torino abbiamo soggiornato all’Hotel Golden Palace, in centro. Lussuoso e un po’ retrò ha una piccola SPA interna e un’area dedicata ai bimbi. Le camere sono moderne e confortevoli anche se un po’ piccole per viaggiare con i bimbi, la colazione a buffet è ottima e la posizione veramente comoda per visitare la città. Vi abbiamo messo il link, noi abbiamo prenotato su booking, date un’occhiata perché si trovano ottime offerte!
  • Sempre a Torino, ma questa volta fuori città, abbiamo soggiornato anche al Novotel di Corso Giulio Cesare. Si tratta di una struttura all’imbocco della tangenziale, ha camere spaziose, una piscina estiva e un’area giochi interna con libri, giocattoli per i bimbi piccoli e l’X-Box per i grandi. Per arrivare in centro la soluzione più comoda se volete prendere l’auto è il tram che passa sul viale di fronte all’hotel. Questo è un hotel business ma durante le vacanze e i weekend potete trovare ottimi prezzi.

DOVE MANGIARE A TORINO

La prima volta che siamo andati noi a Torino col bimbo piccolo era estate e siamo stati in diversi ristoranti e bar con bei tavolini all’aperto ma purtroppo erano “poco patato-friendly” (senza fasciatoi né seggioloni)! Niente di grave visto che al tempo il Patato si nutriva di solo latte e grazie al bel tempo il pannolino si poteva cambiare ovunque ma magari non l’ideale con un clima più freddo.

Se però il vostro bambino è un po’ più grande, vi consiglio di provare il M**Bun (ex MacBun che in piemontese significa “Solo Buono“) che abbiamo testato in diverse occasioni nei nostri ritorni. M**Bun è un’agriamburgheria – SlowFastFood come amano definirsi – che propone hamburger, ma non solo, rigorosamente fatti con prodotti locali a Km zero e di alta qualità. Il locale poi ha un’ampia zona gioco al coperto per i bambini che saprà tenere a bada anche i più scatenati, seggioloni, fasciatoio e menù bimbi. Ci sono due ristoranti della catena a Torino e uno a Rivoli.

DA ASSAGGIARE A TORINO

Della cucina piemontese, in particolare delle Langhe, ho già ampiamente parlato in un altro post. Qui vorrei soffermarmi però su alcune specialità da non mancare come gli Agnolotti, la Bagna Cauda e i Grissini TorinesiE ovviamente…il cioccolato! Lo sapevate che è a Torino che venne inventato il cioccolato Gianduja? Dimenticavo, se vi venisse un voglia di una pausa in uno dei tanti bar della città chiedete un Bicerin di Cavour: caffè, cioccolata, latte, panna, cacao…volete altro? 🙂

[cml_media_alt id='3986']Lo spettacolo dei giochi d'acqua della Fontana del Cervo alla Reggia di Venaria[/cml_media_alt]
Lo spettacolo dei giochi d’acqua della Fontana del Cervo alla Reggia di Venaria – Torino

A COSA FARE ATTENZIONE A TORINO

Il traffico di Torino non è così scorrevole quindi attenzione a evitare gli orari di punta! Per quanto riguarda i parcheggi noi abbiamo spesso utilizzato i parcheggi sotterranei a pagamento evitando così di girare a lungo (ma spendendo un po’!)

COSA FARE CON I BAMBINI  A TORINO

Provo a darvi qualche idea per organizzare la visita di Torino con i vostri bimbi ma se siete in cerca di maggiori informazioni provate a leggere anche questo post:

  • Il parco e il borgo del Castello del Valentino: la ricostruzione di questo borgo incanta i bimbi, ci sono gli scoiattoli, i risciò, un parco giochi molto grande e i tavoli da pic-nic.
  • Museo del Cinema: un buon modo per coniugare le esigenze dei grandi e quelle dei piccoli! I bimbi lo adoreranno e poi è ospitato nella Mole!
  • Il Parco del Castello: è un buon posto per rilassarsi per i bimbi piccoli ma per gli altri bimbi è un ottimo un posto dove giocare e correre.
  • Il Lungofiume: anzi, i lungofiumi, quello della Dora e quello del Po. Organizzano anche le gite in battello, ideali per i bimbi stanchi di camminare o per i piccolissimi.
  • Il Museo Egizio: ditemi quale bimbo non è affascinato dall’idea di un salto indietro nel tempo! Per i più grandicelli vengono organizzate visite guidate e attività mentre per i più piccoli…c’è anche il fasciatoio! 😉
[cml_media_alt id='3849']La spiaggia bianca dello Zoom[/cml_media_alt]
La spiaggia bianca dello Zoom

CURIOSITÀ SU TORINO

Oltre che prima capitale d’Italia Torino è conosciuta nel mondo per essere…città magica! Secondo alcuni sarebbero molti i simboli della magia sparsi per vie e piazze di Torino (rosoni, draghi, mascheroni, leoni…)  e alcuni sostengono addirittura un’ascendenza egizia per la città, connessa al ritrovamento di una lapide dedicata alla dea egizia Iside. Perché non giocare coi bimbi a fare i piccoli Harry Potter cercando i simboli della magia in giro per Torino?

A TORINO CON I BIMBI PICCOLI

La prima cosa che segnalo è che a Torino camminare con bimbi al seguito, in passeggino o meno, non è per nulla uno stress. La città vanta infatti la zona pedonale più ampia d’Europa e i bellissimi portici offrono riparo dalla pioggia o dal sole cocente, permettendo di visitare la città a piedi!

Un’altra cosa che ho notato la prima volta che sono stata a Torino con un bambino piccolo sono le fontane, incredibilmente funzionanti, e i distributori di bevande. Sarà che io complici caldo e allattamento, bevevo litri e litri d’acqua ma è stato anche un modo per non spendere una fortuna fermandosi in mille bar! 😉

Se poi andate a Torino con bimbi piccoli vi segnalo il negozio The Milk Bar (c’è anche a Milano e a Roma), con uno spazio apposito per mamme e bimbi. Infine, dulcis in fundo, ho scoperto essere attiva in città un’iniziativa denominata “babyfriendly” che cerca di promuovere i pubblici esercizi amici dei bambini, segnalando con mappe e l’apposito logo gli aderenti.

L’IDEA IN PIÙ PER VISITARE TORINO CON I BAMBINI

CioccolaTò è la fiera del cioccolato che si tiene tutti gli anni a Torino, con spettacoli, eventi culturali, giochi e iniziative per ragazzi. Insomma…io ho già l’acquolina in bocca e sto “puntando” la manifestazione da un po’!

10 commenti su “Visitare Torino con i bambini”

  1. Torino è una città semplicemente bellissima.
    Ci ho vissuto 9 anni, quelli dell’università, quelli dei primi lavori, quelli dei primi veri e grandi amori, lì ho conosciuto mio marito e i migliori amici che si possa desiderare.
    E lì ho lasciato il cuore, ormai altrettanti 9 anni fa, quando mi sono trasferita a Milano.

    Sono molte le attività all’aperto da fare con i bambini a torino, dove parchi e giardini sono a misura di bimbo. E molti musei hanno una sezione dedicata a loro.
    Segnalo, tra i tanti, il Planetario Infini.To, a Pinerolo, che ha attività anche per i piccolissimi, e naturalmente il Museo di scienze naturali.

  2. ciao! sono una mamma neo- blogger torinese e…che aggiungere a questo post? Ci hai fatto una pubblicità bellissima!
    non posso che ringraziarti: le tue parole mi riempiono di orgoglio! I pimontesi, si sa, sono un po gelosi della propria città e non sono bravissimi a pubblicizzarla…
    Vorrei darti un piccolo suggerimento: per chi cerca ristoranti e luoghi baby friendly ci sono un sacco di nuovi locali nella zona San Salvario.
    Per dormire a prezzi modici c’e’ il nuovo ostello della gioventù che ha anche camere 2 o 3 posti letto a prezzi ragionevolissimi che si chiama “open 011”.
    Sai che mi hai fatto venire voglia di creare un post con le preziose indicazioni per visitare Torino…mi sa che prima o poi lo dovrò fare 😉
    se ti va, passa a trovarmi, virtualmente sul sito o personalmente a Torino, naturalmente!!
    http://www.giokaconleo.blogspot.it

  3. Ciao Kate
    ti ringrazio per i preziosi suggerimenti e per i complimenti che mi fanno ancora piu’ piacere detti da una torinese!
    In citta’ tornero’ senz’altro e ammetto di avere un debole per il Piemonte quindi magari avremo occasione di incontrarci! ora vengo a trovarti sul sito e … se decidi di scrivere il post se ti va torna a trovarmi e a inserire il link, sono sicura che sara’ utilissimo!
    A presto!

Lascia un commento