Visitare Villa D’Este a Tivoli con bambini

Villa d’Este a Tivoli è poco lontana da Roma e per questo è una gita perfetta dalla Capitale, sia per chi ci vive sia per i turisti che hanno qualche giorno in più per visitare anche i dintorni.

Per me per anni è stata “una questione in sospeso” visto che, per una ragione o per l’altra, finivo sempre per non riuscire ad organizzarmi. Eppure Tivoli dista circa un’ora da Roma, è ben collegata con i mezzi pubblici ed anche piena di cose da vedere oltre alla villa!

Quindi se cercate un’idea per una gita da Roma non avete scuse: Tivoli è una destinazione perfetta!

Per questa volta però concentriamoci su questa villa di Tivoli voluta dal Cardinale Ippolito d’Este sul sito di un’antica villa romana. Si tratta di un’antica residenza che ancora oggi stupisce per la bellezza dei suoi interni e la magnificenza dei suoi giardini, inserita tra l’elenco dei siti Patrimonio dell’UNESCO.

I giardini di Villa d’Este a Tivoli

Se ci andate in primavera la prima cosa che vi incanterà di questa splendida residenza romana sono i suoi giardini con i meravigliosi giochi d’acqua e la Fontana dell’Organo.

I giochi d’acqua di Villa d’Este affascinano, oggi come ieri, i visitatori tanto da averne fatto uno dei siti italiani più amati dai turisti. Lì la maestria dell’architetto cinquecentesco Pirro Ligorio si è espressa pienamente e così tra siepi, alberi secolari e fiori colorati spuntano tritoni, delfini, leoni e draghi, si percorrono viali fiancheggiati da fontane e scendono scalinate con l’acqua che scorre accanto. La collina su cui sorge la villa è infatti stata scavata per dare spazio a grotte e laghetti mentre la pendenza è stata sfruttata per creare vere e proprie cascate nel cui cuore sono racchiusi organi che, oggi come ieri, suonano, per la gioia dei turisti.

Percorrendo i corridoi fiancheggiati da siepi, mentre il gorgoglio dell’acqua fa da sottofondo, si riesce ad immaginare come doveva essere la vita per gli abitanti di questa villa di Tivoli nel Rinascimento, tra giochi di corte, intrighi e storie d’amore. Anche per questo visitare Villa d’Este fa sognare e permette di tuffarsi nel passato, immaginando lo scricchiolio dei tacchi femminili sul pietrisco dei viali, il fruscio delle lunghe vesti, le risate sottovoce e l’acqua spruzzata per gioco sul viso di amanti complici.

Ma non sono solo i giardini che colpiscono di Villa d’Este, anche gli interni sono altrettanto raffinati ed eleganti proprio come ci si aspetterebbe dalla residenza del figlio di Lucrezia Borgia.

Gli interni di Villa d’Este a Tivoli

Meravigliosi sono infatti gli affreschi di Villa d’Este che decorano i soffitti e le pareti della dimora del Cardinale, dando un’idea di come doveva essere la vita nel Rinascimento, tra scene di vita di corte e disegni bucolici.

La villa poi è costruita su un dirupo e il panorama che si gode in un giorno limpido su tutta la valle è stupenda. Quando, terminata la visita degli interni, vi affaccerete sul cortile abbracciando con un solo sguardo i giardini e la valle sottostante per un attimo rimarrete senza fiato! Insomma, se avete modo di fare una gita da Roma e visitare Villa d’Este Tivoli, non fatevela scappare perché ne vale assolutamente la pena!

Informazioni per visitare Villa d’Este

Ecco alcuni consigli per visitare questa villa di Tivoli con una gita da Roma in giornata.

Come arrivare a Villa d’Este da Roma

Villa d’Este è collegata con i mezzi pubblici ed è una delle gite da fare a 1 ora da Roma anche con i bambini.

Se non avete l’auto dalla Capitale potete scegliere se arrivare a Tivoli prendendo l’autobus (da Ponte Mammolo, durata circa 40 minuti) oppure il treno (da Roma Tiburtina o Roma Termini, durata poco meno di 1 ora). Quest’ultimo mezzo vi lascerà un po’ più lontano dalla villa rispetto al bus ma a seconda di dove soggiornate potrebbe essere più comodo (per noi è stato così).

Arrivare a Villa d’Este dalla stazione

Noi abbiamo fatto il tragitto a piedi dalla stazione dei treni fino alla Villa d’Este. Si cammina per una ventina di minuti ma ci sono alcune scale quindi organizzatevi di conseguenza se come noi viaggiate con bimbo e passeggino.

Entrare a Villa d’Este con i cani

Se come noi viaggiate con un cane sappiate che l’accesso è consentito ai nostri amici a quattro zampe sia alla villa che nei giardini (con il guinzaglio ovviamente) senza limiti di taglia.

Tour guidati di Villa d’Este

La villa è visitabile in autonomia. Se volete fare una visita guidata è interessante la combinazione Villa d’Este e Villa Adriana, ci sono alcuni tour di Tivoli che combinano le due attrazioni, anche con il trasferimento da Roma. Provate a dare uno sguardo seguendo il link per vedere costi e servizi.

Dove mangiare a Villa d’Este a Tivoli

All’interno della Villa di Tivoli c’è un punto di ristoro. Se però dovete gestire un budget ridotto poco distante dalla stazione, a metà strada circa del percorso che porta a Villa d’Este, c’è un supermercato dove potete acquistare l’occorrente per un pranzo al sacco da consumare nei giardini del parco.

Ristoranti, bar e gelaterie poi non mancano a Tivoli e un paio sono proprio di fronte all’ingresso di Villa d’Este e il martedì si svolge un pittoresco mercato.

Villa d’Este con bambini

Se state pensando di visitare Villa d’Este con bambini al seguito qui sotto vi riepilogo alcune informazioni utili. La visita di questa villa romana è assolutamente fattibile anche con i più piccoli anche se il passeggino non è molto comodo.

Villa d’Este con i bambini in passeggino

Villa d’Este è costruita su un terrapieno con una splendida vista e il parco è digradante quindi non comodissimo con il passeggino (ma nemmeno impossibile!). L’ideale però è una fascia porta bebè o un marsupio. Per scendere dal primo cortile della villa (quello dove c’è la biglietteria) fino all’ingresso del parco c’è un ascensore che vi permetterà anche di fare una “tappa” intermedia a visitare le sale interne con i bellissimi affresci.

Cosa vedere a Villa d’Este Tivoli insieme ai bambini assolutamente

Ad orari fissi  (ogni due ore) viene fatto suonare l’antico organo idraulico custodito nella Fontana dell’Organo, una piccola meraviglia che non potete perdere per la gioia dei bambini (e non solo!).

NOTA PER GENITORI: Un libro per bambini su Roma che a noi è piaciuto molto è “Città Romana” un cartonato interattivo che racconta la vita dei Romani (lo vedete nella foto in versione inglese ma c’è anche in italiano). Se poi cercate una guida per i bimbi molto carino è “A spasso per Roma“, con curiosità e consigli a prova di bimbo.

Cosa vedere vicino a Villa d’Este: Tivoli e Ostia

Come vi ho detto all’inizio sono tante le cose da vedere a Tivoli oltre a Villa d’Este. Se quindi avete un po’ di tempo ecco le cose da non perdere durante una gita da Roma:

  • Villa Gregoriana: si tratta di un’oasi naturale che fa parte dei beni del FAI con un vero e proprio bosco lussureggiante, caratterizzato da ruscelli, grotte e viottoli costellati di antichi ruderi di epoca romana. Qui si trovano le famose cascate di Tivoli e da qui si vede l’Acropoli di Tivoli.
  • Villa Adriana: l’imperatore Adriano voleva costruire “una città nella città” dove ritirarsi lontano da Roma con palazzi, terme, palestre, teatri e addirittura una piccola isola. Oggi i ruderi dell’antica villa sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO ma una curiosità: Ippolito d’Este utilizzò moltissime delle pietre dell’antico sito per costruire Villa d’Este.

Se avete dopo alcuni giorni di vacanza a Roma tra palazzi e antichità avete solo voglia di mare e relax nel post dedicato trovate tutte le informazioni per andare al mare al Lido di Ostia e godervi la spiaggia. Infine se siete in cerca di qualche consiglio per visitare Roma potete leggere il post dettagliato

I consigli per una gita a Tivoli da Roma per vedere Villa d’Este e le antiche ville romane terminano qui. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo (sharing is caring 😉 ) e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Lascia un commento