Merano - Particolare della cittadina

Weekend con bambini a Merano in primavera: cosa fare in Alto Adige

Quando siamo stati a Merano per un weekend di primavera era aprile nonché la mia prima volta in Alto Adige e io mi sono letteralmente innamorata di questa cittadina che ci ha accolti con i meli in fiore e il sorriso ospitale della sua gente. Non avevo infatti davvero idea che questa città dell’Alto Adige riservasse così tante sorprese e soprattutto che fosse così bimbo friendly!

Così oggi sono qui a raccontarvene, perché, se cercate una meta in Italia per un weekend con bambini, Merano e dintorni, in Trentino Alto Adige, potrebbero davvero essere una destinazione perfetta. Nel blog trovate poi altre esperienze in questa regione con tutti i consigli ma se poi cercate altre idee per mete in Alto Adige con i bambini vi consiglio la guida “Il Trentino Alto Adige dei bambini” che riporta tanti spunti utili.

LEGGI ANCHE: I GIARDINI DI SISSI A MERANO

[cml_media_alt id='5715']Merano - Vista della città dal fiume[/cml_media_alt]

Un weekend a Merano: cosa vedere e fare con i bimbi

Come sempre io vi racconto quello che abbiamo fatto e vissuto durante il nostro weekend di primavera a Merano e dintorni insieme al nostro bimbo. In realtà ci sarebbero molte altre cose da fare in città a partire dalle cantine e vigneti da visitare in tutte le stagioni, fino alle passeggiate con le ciaspole, lo sci o i mercatini di Natale in inverno (tante idee per i mercatini di Natale in Alto Adige le trovate seguendo il link).

Qui sotto però trovate quindi qualche spunto per un weekend a Merano in primavera tratto dalla nostra esperienza, ho inserito anche un paio di idee che erano nella nostra wish list ma non siamo riusciti a vedere, se ci andate poi… mi fate sapere? 🙂 Anche perché Merano e dintorni ci sono piaciuti veramente tanto e speriamo di tornarci presto!

Cosa visitare a Merano: la storia di Sissi, il centro storico e il parco giochi

Partiamo dall’inizio e dalle cose da non perdere in città. Merano e dintorni sono meta di turismo fin dall’Ottocento, quando gli aristocratici austriaci venivano in Alto Adige per trascorrere qualche giorno approfittando del clima mite di questa zona.

Forse per questo motivo Merano è una città con due anime: c’è il centro storico medievale, con le vie strette e fiancheggiate dai portici e il castello che domina  l’abitato a testimonianza dei trascorsi commerciali e bellici della città, e poi c’è il lungofiume, con gli eleganti edifici ottocenteschi che paiono essere appena usciti da un film sulla Principessa Sissi.

Già, perché Elisabetta d’Austria, una delle regine più raccontate e conosciute anche dai bimbi, ha soggiornato spesso a Merano e pare che amasse compiere lunghe passeggiate a piedi. Così in suo onore è stato addirittura intitolato un sentiero che dal centro di Merano raggiunge Castel Trauttmansdorff, dove soggiornò.

Il centro storico  di Merano con i suoi portici è molto bello da visitare e tutto pedonale, non mancate la chiesa, il castello e il ponte romano. Il lungofiume è invece, con gli edifici ottocenteschi, è imperdibile in una giornata di primavera e fiancheggiato da bar e tavolini all’aperto dove fermarsi al sole. Più o meno all’altezza delle terme troverete anche un bel parco giochi dove far giocare i bimbi.

Alle terme con i bambini: Merano Terme

Che in famiglia amiamo le terme ormai lo sapete e non vi nascondo che proprio le terme di Merano sono state una delle ragioni che mi ha convinto ad andare in Alto Adige. Della nostra esperienza al centro benessere e alle terme di Merano vi ho raccontato nel dettaglio in questo post (seguite il link per leggere il racconto completo!). Qui vi ricordo solo che a partire da 15 maggio viene aperto anche il parco esterno delle terme di Merano.

Il parco delle terme di Merano è molto grande ed è un’idea in più per trascorrere una giornata all’aria aperta con i bambini, giocando nei prati e tuffandosi nell’acqua calda delle terme per rilassarsi un po’. Durante la bella stagione poi un trenino su ruote collega le terme di Merano ai giardini di Castel Trauttmansdorff ed è possibile fare un biglietto cumulativo per queste due attrazioni.

[cml_media_alt id='5685']Le terme di Merano - Lo stabile esterno[/cml_media_alt]
Le terme di Merano – Lo stabile esterno

Visitare Merano insieme ai bambini in bicicletta

Noi Merano l’abbiamo girata in bicicletta proprio come…i meranesi! 🙂 Sono tante infatti le piste ciclabili che si inoltrano nelle vallate, con dislivelli adatti anche ai bambini e in città c’è la possibilità di noleggiare le biciclette con il seggiolino (noi le abbiamo prese nell’hotel dove abbiamo soggiornato).

Cosa fare a Merano con i bambini: passeggiate per tutti!

Se amate camminare a Merano troverete moltissime occasioni per una passeggiata in mezzo alla natura. La passeggiata più famosa è forse la passeggiata Tappeiner che si snoda a metà montagna, con una bellissima vista sui vigneti e i meleti sottostanti e sulla valle. La passeggiata è percorribile anche con i passeggini e c’è un bar dove fermarsi per bere qualcosa o riposarsi un po’.

Un altro percorso da fare in famiglia è il sentiero di Sissi che dal centro di Merano porta fino a Castel Trauttmandorff, mentre una bella passeggiata piena di vita è quella lungo il Passirio – ovvero il fiume che divide in due la città – fiancheggiata da bar e locali e costellata da fiori e installazioni artistiche in occasione della primavera meranese che dura fino al 3 giugno.

Altre due passeggiate – che però noi non abbiamo avuto il tempo di provare – sono il sentiero Gilf che pare essere la passeggiata più romantica della zona con i versi delle poesie incisi sulle panchine e i “sentieri d’acqua” – chiamati Waalweg – ovvero gli antichi canali d‘irrigazione che corrono intorno alla città.

[cml_media_alt id='5704']Merano - La passeggiata di Sissi lungo il fiume[/cml_media_alt]
Merano – La passeggiata di Sissi lungo il fiume

Il giardino Labirinto di Cermes

Il giardino Labirinto di Cermes (seguite il link per saperne di più!) è un luogo fiabesco, non saprei proprio trovare un altro aggettivo per definirlo! Voluto per accogliere gli amici del Conte che l’ha creato è oggi accessibile a tutti i visitatori, qui vengono organizzati anche aperitivi, eventi e serate danzanti tra i filari di viti e le piante da frutto.

Si trova a pochi minuti in auto da Merano e se ci venite nel tardo pomeriggio potete anche approfittarne per fare un aperitivo con gli ottimi vini della zona (una degustazione è inclusa nel costo del biglietto!) mentre i bambini giocano poco lontano.

[cml_media_alt id='5709']Merano e dintorni - Il giardino Labirinto di Cermes[/cml_media_alt]
Merano e dintorni – Il giardino Labirinto di Cermes

I giardini di Castel Trauttmansdorff

I giardini di Castel Trautmansdorff sono una delle cose che più mi ha conquistata durante il nostro weekend a Merano. Quando ci siamo stati noi i giardini di Merano erano nel pieno della fioritura dei tulipani ma i fiori vengono trapiantati in modo che i giardini possano regalare emozioni in ogni stagione. Oltre ai giardini potete visitare anche il Turiseum – il Museo del turismo dell’Alto Adige – e gli interni del castello che ospitò la principessa Sissi, inoltre ci sono diverse attrazioni pensate per i bambini e gli animali. Se siete curiosi di vedere qualche immagine di questi meravigliosi giardini potete trovare il nostro racconto dedicato ai Giardini di Sissi seguendo il link.

[cml_media_alt id='5707']Merano e dintorni - I giardini di Castel Trauttmansdorff[/cml_media_alt]
Merano e dintorni – I giardini di Castel Trauttmansdorff

Merano con bambini e gastronomia: mele, vino, strudel o… aperitivo con bimbi?

Se vi piace la buona cucina, il buon vino e siete golosi di dolci Merano vi regalerà belle soddisfazioni! I vigneti – e il vino – sono una delle ragioni per venire da queste parti e rivaleggiano in popolarità forse solo con i meleti che in primavera sono uno spettacolo di fiori bianchi come il velo di una sposa. Al di là della bellezza dei meli in fiore però questo significa anche prodotti di qualità, da acquistare e degustare!

Se cercate un bar dove assaggiare il famoso strudel a Merano e dintorni avete solo l’imbarazzo della scelta, noi vi possiamo consigliare il caffè pasticceria Aida, proprio in centro. Se invece avete voglia di un aperitivo in famiglia fermatevi al Meraner, si trova lungo il fiume nei pressi del ponte romano ed è un minuscolo chiosco dove sui piccoli tavoli all’aperto (o sulle panchine con vista sul fiume!) vi serviranno birra, ottimo vino e qualche stuzzichino adatto anche ai bimbi.

Archeopark della Val Senales

Se siete con i bambini a Merano vale la visita l’Archeopark della Val Senales che è dedicato alla preistoria e in particolare al grande protagonista ritrovato proprio in questa valle: Otzi. Nel parco ci sono tantissimi laboratori molto belli per i bimbi quindi vi consiglio di dedicare almeno mezza giornata alla visita.

Cose da vedere a Merano: Gufyland

Il nostro bimbo adora gli animali così sulla nostra lista delle cose da fare a Merano c’era anche Gufyland, ovvero un centro di recupero dell’avifauna. Si trova nelle vicinanze di Castel Tirolo, un paese sopra Merano a pochi minuti di distanza e  lì si possono ammirare falchi, aquile, avvoltoi, civette e poiane anche con dimostrazioni di volo. Purtroppo nonostante i ritorni non c’è stato tempo per vedere tutto, però ve lo segnalo e se ci andate… poi mi raccontate la vostra esperienza?

LEGGI ANCHE: LE TERME DI MERANO CON I BAMBINI

Dove dormire a Merano per un weekend in famiglia in Alto Adige

Tra i tantissimi hotel di Merano la prima volta abbiamo soggiornato presso il Residence LadurnerhofLe recensioni erano ottime e noi siamo trovati benissimo. Si tratta di una antica casa dei primi del ‘900 completamente restaurata e in cui hanno ricavato alcuni appartamenti dotati di tutto (angolo cottura, lavastoviglie, TV…).

Il residence ha un bel parco giochi dove il Patato si è divertito insieme ai figli dei proprietari e offre piccole attenzioni per gli ospiti che noi abbiamo particolarmente apprezzato, come il noleggio gratuito delle biciclette o la possibilità di consegna a domicilio di pane fresco, marmellata e burro per la colazione. Il residence si trova a pochi minuti a piedi dal centro della città, circondato da meleti e vigneti e per noi è stato una base perfetta per partire all’esplorazione di Merano e dintorni.

In occasione di un secondo weekend a Merano in famiglia invece abbiamo soggiornato fuori cittò, in Val di Non, a Cirna, presso il Gentle Luxury Lodge, con case molto di design attrezzate con tutto quello che può servire a una famiglia, piscina e giardino comune. Il posto è molto tranquillo e volendo si può girare in bicicletta (con le bici messe a disposizione dal proprietario) e con il treno.

Qui terminano i nostri consigli per organizzare una vacanzaa Merano con i bambini in Alto Adige, se vi è piaciuto questo articolo condividetelo (sharing is caring 😉 ) e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer